Trucco

Su TikTok ci si trucca seguendo le regole della Visual Weight Theory

visual wight theory cos e come funziona trend tiktok
Secondo gli utenti della piattaforma comprendere il peso del proprio viso è fondamentale per creare un make-up che valorizzi i lineamenti. Ma ne siamo proprio sicuri?

Quando un trend diventa virale, una delle poche certezze che generalmente si hanno è che sia stato TikTok a fargli da incubatore. Qui i trend non solo nascono, ma esplodono a tal punto da raggiungere qualsiasi altro canale social e creare un'enorme cassa di risonanza. Così è successo di recente con la nuova trovata beauty da centinaia di migliaia di visualizzazioni: la Visual Weight Theory. Una teoria che, un po' come quella delle unghie nere e quelle rosse, ha plasmato gli utenti a tal punto da cambiare davvero il loro modo di truccarsi. Ma andiamo con ordine.

Visual Weight Theory: cos'é?

Sebbene si parli di peso del volto, la teoria partortita da TikTok parte dallo studio dei volumi e dunque delle proporzioni del viso. Innanzitutto la sporgenza delle ossa, poi quella dei lineamenti e, infine, il volume delle fattezze di ciascun volto. Stabiliti questi tre parametri, la teoria suddivide le tipologie di viso tra High Facial Weight e Low Facial Weight.

Il viso ha dunque un peso visivo "alto" se ha volume contenuto, e dunque è sottile, lineamenti più pronunciati, in particolare con zigomi alti e sporgenti, e ha occhi, labbra o naso che spiccano sul resto del viso. Come Angelina Jolie, suggeriscono su TikTok. Quello "basso", invece, è contraddistinto da una forma del viso più ampia e lineamenti meno evidenti, grandi e scolpiti, gli zigomi sono bassi e non c'è nessun dettaglio che predomina sul resto. In questo caso, c'è una maggiore armonia generale, niente che salti all'occhio di primo impatto.

@helinndoski

Are you high visual weight or low visual weight?👀 #makeup #makeuptip

♬ original sound – Helin Doski

@frishtaxx

i didnt know there was a blueprint to doing makeup!!! This is CRAZY! Ib: @Helin Doski visual weight theory is INTERESTING!!!

♬ original sound – Frishta

Per capire a quale tipologia corrisponde il proprio viso, TikTok suggerisce due trucchetti: impostare il filtro Bold Glamour sull'app oppure scattarsi una foto e modificarla in bianco e nero. Nel caso del primo, se il tipo di make-up proposto dal filtro valorizza il volto significa allora che è High Visual, nel secondo caso, invece, bisogna giocare ulteriormente impostando al minimo il contrasto delle luci, fare uno screenshot e portare poi il cursore verso il massimo e fare un altro scatto. Se nella foto ad alto contrasto i lineamenti non appaiono più scuri, significa che il proprio volto ha un Low Visual Weight.

Come truccarsi secondo le regole della Visual Weight Theory?

Una volta compreso a quale tipologia corrisponde il proprio viso si può, secondo TikTok, individuare il trucco che più valorizza le sue caratteristiche. Gli High Visual Weight trovano un partner nei glam make-up, e quindi in smokey eyes, contouring e labbra effetto plump, che nell'insieme enfatizzano i punti salienti del volto. Nel Low Visual Wright, invece, sono i trucchi al naturale di stampo clean girl ad avere la meglio. La base trucco è luminosa, l'eyeliner, se c'è, è appena pronunciato e sfumato, le labbra idratate e il blush portato sulle guance per un effetto bonne mine.

@jamzlt

FINALLY an easier way to know your visual weight! 🥳✨ #fyp

♬ original sound – @jamzlt on IG 🤍 – Jam Zoleta

Con migliaia di video che ne testano l'effettività e un filtro messo a punto per rendere il processo di riconoscimento ancora più semplice, la Visual Weight Theory lascia comunque spazio a parecchi dubbi, relativi soprattutto alla categorizzazione così netta tra le due opzioni. Il trend si potrebbe infatti dire frutto di una versione fin troppo semplificata di quelle che sono le vere regole di armonizzazione del volto nell'arte del make-up. Come raccontano Airin Lee e Bobbie Ng di The Make Up Room a Vogue Scandinavia, ci sono diverse tecniche a cui la teoria sicuramente si ispira, come ad esempio quella delle proporzioni e quella dei colori. Per raggiungere un effetto armonico, ciò che serve è lavorare con l’equilibrio tra la scelta dei colori, delle texture e le caratteristiche del viso. Il tutto tenendo conto dell’occasione.

Per questo, la cosa migliore è prendere con le pinze quanto affermato dalla teoria e sperimentare sempre attraverso il make-up: solo provando tecniche, colori e nuove tendenze si può scoprire cosa dona al proprio viso.

Riproduzione riservata