Capelli

Le extension rovinano i capelli?

Come saranno i miei veri capelli dopo averle tolte? Le applico o no? E se poi sono peggio di prima? Siamo sicure che ti sarai posta queste domande più di una volta. Cerchiamo di dare una risposta

Ammettilo, più di una volta hai accarezzato l'idea di applicare le extension. Vuoi per necessità vuoi per vederti con i capelli subito più lunghi. Non dimentichiamo che non tutte hanno la fortuna di veder crescere i capelli velocemente. Però a frenarti è sempre stato il fatidico dubbio: e se rovinano i capelli? O ancora: le extension fanno cadere i capelli? Cerchiamo di fare chiarezza insieme all'esperto, rispondendo una volta per tutte.

Le extension rovinano i capelli?

In realtà non c'è una risposta univoca al timore se le extension danneggino i capelli o se rischino di portare alla loro caduta. Molto dipende dallo stato di partenza del cuoio capelluto, cioè se è sano o meno. E anche dallo spessore dei capelli. Prima di applicare le extension, il parrucchiere deve sempre valutare se cute e capelli siano sufficientemente in salute da tollerarne il peso. «In caso di fibra capillare troppo debole e sottile, le extension potrebbero infatti comportare delle trazioni talmente forti da indebolirli ulteriormente. Una volta tolte le extension, nelle settimane successive si potrebbe assistere a una caduta più abbondante del solito. E questo è ciò che preoccupa maggiormente» - chiarisce Alberto Frigeri, hair stylist.

VEDI ANCHE Cosa sono le microlink extension e perché vanno così di moda? BeautyCosa sono le microlink extension e perché vanno così di moda?

Se i capelli sono abbastanza doppi e la cute è sana, cioè non irritata né soggetta ad altri problemi, le extension in genere non arrecano danni. È molto importante però rispettare i tempi di posa, cercando di non far passare più di 4 settimane tra un'applicazione e l'altra. In questo intervallo di tempo, i capelli crescendo accusano maggiormente il peso delle extension, che inoltre subiscono la forza di gravità, aumentando ancor più la sensazione di essere pesanti!

Attenzione alla scelta e all'applicazione

La scelta della tipologia di extension incide sulla loro tollerabilità da parte dei capelli. Esistono infatti due versioni: le Remy fatte con capelli veri indiani, raccolti in ciocche con tutte le cuticole nella stessa direzione. Essendo completamente naturali sono più belle dal punto di vista estetico. Durante il lavaggio corrono meno il rischio di aggrovigliarsi, un aspetto che rende più facile la manutenzione a vantaggio del benessere di cute e capelli.
E poi ci sono le non Remy, cioè extension formate da capelli caduti dopo un taglio, per cui non è possibile distinguere la direzione delle cuticole. Per questo motivo vengono sottoposti a desquamazione, un trattamento che scioglie i nodi e rende le extension più lucenti, ma che toglie umidità al capello, portandolo a seccarsi con il tempo e a diventare più fragile e opaco.

Un altro aspetto da non sottovalutare al fine di non rovinare i capelli è la tecnica di applicazione delle extension. «Se non è eseguita in modo corretto e scrupoloso, può compromettere la salute della chioma. In genere l'applicazione a caldo con cheratina e la tessitura attaccata attaccata con ago e filo sono le tecniche più invasive. Le extension applicate con ultrasuoni e le adesive, invece, sono più tollerate perché esercitano una minore forza sulla fibra capillare, evitando di danneggiare la struttura stessa del capello» - spiega l'esperto.

La manutenzione delle extension

A differenza di quello che si pensa, le extension non richiedono una manutenzione specifica, se non quella di spazzolare i capelli due volte al giorno con una spazzola ad hoc. Spesso è compresa nel servizio di applicazione delle extension ed è realizzata in setole. «La spazzola deve essere passata bene dalle radici alle punte. Un movimento che serve a garantire la tenuta delle attaccature delle ciocche poiché libera i punti di connessione delle extension da polvere e impurità».

Per evitare che le extension rovinino i capelli, inoltre, non è necessario cambiare i prodotti di haircare. «Si può continuare a usare lo shampoo abituale, dato che la cute non subisce cambiamenti, a differenza della chioma che diventa sì più folta e lunga, ma non più esigente in termini di ristrutturazione o nutrimento. Il motivo? Se sono veri, i capelli delle extension sono morbidi e setosi, più di quelli propri. E poi hanno un leggero movimento naturale che fa tanto capello sano» - assicura Frigeri.

Come curare i capelli con le extension

In genere, le aziende di extension di qualità utilizzano capelli mai trattati, né con tinte né con permanente. Sono capelli che mantengono forza e lucentezza "originari". Di solito poi i capelli con extension non hanno effetti crespi o elettrici. È raro che servano prodotti di styling disciplinanti o anti-frizz contro l’umidità, ed è più facile realizzare una piega a casa: i capelli “finti” stanno a posto da soli con il semplice phon, ma nulla vieta di usare piastre o ferri. Una manna per chi ha poca manualità, dunque, ma anche per chi ha poco tempo.

«Non “dipendendo” dal cuoio capelluto, le extension si sporcano con meno frequenza: si può diradare lo shampoo che, anziché a testa in giù, è meglio di eseguire sotto la doccia. Il motivo? Con la testa sollevata si ha meno probabilità di aggrovigliare i capelli. A tal proposito, il suggerimento è di andare a dormire con una coda o treccia» - continua Frigeri. Sempre dopo tanti colpi di spazzola.

Come sono i capelli dopo aver tolto le extension

Subito dopo aver tolto le extension, si può subire letteralmente uno shock! Dopo essersi viste per settimane con capelli lunghi, fluenti e in grande quantità, i propri capelli possono sembrare veramente pochi. Spesso è solo questione di "memoria visiva": è come se ci si fosse dimenticate della propria reale chioma, soprattutto se in partenza era già con poca massa. Non a caso, chi sceglie di applicarle non sempre lo fa solo per allungare la chioma ma anche per infoltirla. Che fare? «Il suggerimento è di operare subito un bel taglio delle punte svuotate e "vecchie", per dare una sensazione generale di vitalità. E poi di proseguire con una cura anticaduta a base di integratori per capelli e shampoo volumizzanti. Nel giro di un mese la chioma sarà più rigogliosa di prima, anche perché le extension avranno protetto i capelli dagli agenti esterni, permettendogli di crescere in libertà!» - conclude l'hair stylist.

Riproduzione riservata