Caduta dei capelli: a settembre è un appuntamento immancabile, ma non ti preoccupare

Settembre è un mese critico per i capelli perché iniziano a cadere prima ancora di aver tolto gli abiti estivi. Fortuna che è solo un fenomeno temporaneo, al quale è meglio farsi trovare preparate

Se a settembre noti noti un'abbondante caduta di capelli, non allarmarti: si tratta di un processo naturale e fisiologico che può essere contrastato. I trattamenti rinforzanti sono studiati per limitare la perdita che è comunque temporanea. Ma da cosa dipende? In parte c'entra il sole dell'estate. A causa dell'esposizione solare, il cuoio capelluto viene sottoposto a uno stress ossidativo superiore rispetto ad altri periodi dell'anno. A ciò si sovrappone il ricambio fisiologico dei capelli che, nell'essere umano, mima una sorta di "piccola muta del pelo" stagionale.

Altri responsabili della caduta dei capelli possono essere l’eccessiva secchezza o, al contrario la troppa umidità dell'aria, tipiche del periodo estivo. Infine, l’innalzamento della temperatura altera l’equilibrio della cute che si debilita e provoca l'indebolimento e poi la caduta dei capelli.

I rimedi per la caduta dei capelli di settembre

Cosa fare allora contro i capelli che cadono? Una delle prime azioni è tenere sempre pulito il cuoio capelluto, ricorrendo a lavaggi frequenti con shampoo delicati o rinforzanti. Forfora e sebo in eccesso, se non eliminati, possono ostruire il bulbo pilifero, indebolendolo a poco a poco. Il risultato è un capello che fatica a crescere.

In seconda battuta, poi contrastare la caduta dei capelli con trattamenti e prodotti specifici che rinforzino il cuoio capelluto. Lo scopo di fiale e lozioni anticaduta è ridurre i danni degli agenti esterni, limitare la caduta e favorire la ricrescita di capelli sani, forti e robusti.

Altre soluzioni contro la caduta dei capelli

Spesso dietro la caduta dei capelli c'è una carenza di ferro e, più in particolare, di ferritina, una componente del sangue che nutre i bulbi piliferi. A volte, più che cadere, i capelli possono essere "semplicemente" deboli e diradati.

Altre carenze che possono influenzare l’indebolimento dei capelli riguardano l'inadeguata assunzione di proteine, dato che il capello è fisiologicamente costituito da proteine (si pensi alla famosa cheratina).

Alimentazione e integratori contro la perdita dei capelli

Per avere capelli sani e forti, diventa pertanto utile curare l'alimentazione. Secondo alcuni studi scientifici, esistono degli alimenti contro la caduta dei capelli che sembrano ridurre questo problema grazie alle sostanze nutritive in essi contenute come proteine, vitamina A, vitamina B e biotina. I capelli, infatti, sono formati per lo più di cheratina, composta da cistina e lisina. Questi due aminoacidi si trovano soprattutto in cibi quali carne rossa, pesce e uova. Se l'alimentazione dovesse essere carente di queste sostanze, aiutati con un ciclo di integratori, da assumere per un periodo minimo di 3 mesi: è il tempo sufficiente per vedere i primi risultati.

1 di 5
2 di 5
3 di 5
4 di 5
5 di 5
Riproduzione riservata

Make up your life

Beauty cards