Viso e corpo

Skin icing: il trend del ghiaccio sulla pelle, virale su TikTok e non solo

Il freddo rende i tessuti tonici e attenua la stanchezza. Se la pelle è sensibile, però, meglio non esagerare e servirsi dei tool "raffreddati". Come ci spiega la cosmetologa

È bastato un video di Bella Hadid a rendere lo skin icing un trend di bellezza più in voga che mai. La super modella si passa un cubetto di ghiaccio sul viso (da qui il termine skin icing) per cancellare la stanchezza dopo ore di volo, ed essere così pronta per il make-up. Inutile dire che quegli attimi "gelati" sono diventati virali su TikTok con tanto di imitazione da parte di facial guru e skin expert che hanno letteralmente invaso il social con tutorial, spiegazioni e consigli sui tool più adatti.

A rinforzare l'efficacia del ghiaccio sul viso ci ha pensato, inoltre, un'altra top model, Irina Shayk. Che assicura che il freddo tonifica davvero i tessuti cutanei, tanto che lei non salta una mattina! Ma che cos'è lo skin icing? E poi serve davvero? Ne abbiamo parlato con la cosmetologa.

@ohmymagstudio

C’est quoi le #skinicing ? nous… on te propose une alternative 👀 #skinice #skinicingcube

♬ son original – Ohmymagstudio

Che cos’è lo skin icing

Lo skin icing è un semplice massaggio sul viso operato da un cubetto di ghiaccio da far passare velocemente sui lineamenti. Per evitare ustioni da freddo (eh, sì ci si scotta anche a causa del freddo), si sconsiglia di usare il ghiaccio “a nudo”. Meglio avvolgerlo in una pellicola da cucina oppure in un tessuto liscio e setoso. Occhio al cotone o al lino, le cui fibre potrebbero graffiare.

Come si fa lo skin icing? Dopo aver opportunamente coperto il cubetto di ghiaccio, lo si passa velocemente sul viso effettuando movimenti circolari. Si può poggiare il ghiaccio anche sulle zone sensibili, come l’area del contorno occhi e labbra. Ma è meglio resistere alla tentazione di insistere su alcuni punti: ci si potrebbe ustionare! In tutto l’operazione di skin icing deve durare al massimo un minuto.

A cosa serve lo skin icing?

«Con un intenso freddo applicato sulla pelle - come accade appunto con il ghiaccio - si determina una veloce vasocostrizione del microcircolo e anche una modifica degli impulsi nervosi cutanei che tendono ad "assopirsi". Dopo la rimozione del ghiaccio, il ritorno a una temperatura ambientale, comporta invece una veloce vasodilatazione» - spiega Alessandra Vasselli, cosmetologa AIDECO. La pelle risulta così tonificata, i tratti si distendono e appaiono sollevati.

«In realtà, la pratica dello skin icing non è nuovissima, anche se oggi è tornata alla ribalta: da anni si consiglia l’applicazione dei cosmetici sulla pelle dopo averli raffreddati in frigorifero, soprattutto per il contorno occhi. Ma bisogna fare attenzione: in alcuni casi questa non è una pratica corretta, specialmente se la temperatura raggiunge livelli troppo bassi (un fattore spesso poco controllabile), o se la pelle è fragile o troppo sensibile» - avverte la cosmetologa.

A quale tipo di pelle è consigliato lo skin icing?

«Lo skin icing è consigliabile solo a quelle che possono sostenere drastici e veloci cambi di temperatura, come appunto accade passando il ghiaccio sulla pelle. È auspicabile, quindi, evitare questa pratica in caso di pelle sottile, fragile, sensibile, con fototipo chiaro, tendente alla desquamazione, e soprattutto con alterazioni del microcircolo (tipo la couperose ndr)».

Il motivo? «Le temperature eccessive (non solo il freddo, ma anche il caldo) non sono in generale amiche della pelle. In alcuni casi il “grande freddo” viene utilizzato in pratiche dermatologiche come la crioterapia. Questa “terapia del freddo”, ad esempio con l’azoto liquido, viene utilizzata per trattamento di lesioni cutanee come le verruche e le cheratosi, proprio grazie all’azione che opera di distruzione delle cellule (criochirurgia).

Ma l’uso del ghiaccio per contrastare alcuni traumi o disturbi (soprattutto dell’apparato muscolo/scheletrico) è antica. Nelle contusioni, ad esempio, da sempre aiuta a ridurre la sensazione del dolore, come grazie ad una sorta di blando effetto analgesico, così come è molto utile per ridurre il gonfiore (l’edema) che spesso a questi eventi si accompagna».

Quando fare il massaggio con il ghiaccio

Poiché il massaggio facciale con il ghiaccio aiuta a migliorare la circolazione linfatica, è bene effettuarlo al mattino su pelle pulita, prima di applicare la crema idratante. In questo modo ne favorisce l’assorbimento, veicolando al meglio i principi attivi.

Lo skin icing può essere adottato, inoltre, come cura defaticante prima di un appuntamento oppure durante una pausa in cui ci si prende cura di sé. Se applicato dopo una maschera viso, il ghiaccio funziona da rimedio lifting che solleva i tratti e dona un’aria riposata. Inoltre, il freddo consente di mantenere più a lungo i benefici di un trattamento intenso come quello della maschera.

I tool freddi come alternativa al cubetto di ghiaccio

Per qualcuno il cubetto di ghiaccio può essere eccessivo. Lo si può sostituire con uno strumento freddo con cui massaggiare la pelle. «Sì, il cubetto di ghiaccio è eccessivo - conferma l'esperta - perché a lungo andare rischia di alterare la funzionalità del microcircolo cutaneo, con formazione di teleangectasie, ovvero la cosiddetta couperose. Inoltre, le pelli più sensibili potrebbero sensibilizzarsi ulteriormente a causa dei "massaggi ghiacciati", anche se il ghiaccio viene avvolto in materiali che ne mantengono l'integrità, evitando che si sciolga».

Se si vuol beneficiare delle altissime temperature con più cautela è bene ricorrere ai tool specifici per lo skin icing. «La procedura più trendy in questo momento rimane quella che prevede l’applicazione del prodotto cosmetico precedentemente raffreddato in frigorifero. Anche questo caso è opportuno procedere solo su tipologie di pelle normali, cioè senza particolari problemi cutanei. Ovviamente poi la differenza la fa il livello temperatura raggiunta mai troppo fredda a contatto sulla pelle».

Tool e prodotti per skin icing

Oltre al tradizionale cubetto di ghiaccio, tanto virale su TikTok, esistono dei tool specifici per effettuare lo skin icing senza per forza raggiungere temperature così estreme. In alcuni casi si tratta di strumenti realizzati in particolari leghe d'acciaio che, riposte in frigo per qualche ora si raffreddano di molto. In altri casi, invece, si tratta di roller o palline che vengono appunto chiamate ice roller e ice ball. E poi si vendono stampini con cui fare il ghiaccio a misura di...viso. Guarda la nostra selezione con cui effettuare lo skin icing: non mancano prodotti skincare come maschere e contorno occhi.

1/10
Cooling Eye Roller Ball di Revolution Skincare
Ha una sfera metallica che ravviva istantaneamente la pelle stanca con una sensazione di raffreddamento.
2/10
Advanced Night Repair Eye Concentrate Matrix di Estée Lauder
L’applicatore in acciaio criogenico aiuta a ridurre visibilmente il gonfiore.
3/10
Ice Ball
Uno stampo in silicone in cui è possibile congelare acqua.
Su Amazon
4/10
Ice Roller
Rullo rinfrescante per la pelle realizzato con una particolare lega di acciaio inox.
5/10
Stimulskin Plus Massage Tool di Darphin
Realizzato in acciaio inossidabile al 100%, sue particolari curve seguono i contorni naturali del viso e del collo aumentando la microcircolazione, stimolando il linfodrenaggio e agendo sui muscoli facciali.
6/10
Ice Ball
Si lasciano raffreddare in frigo per poi massaggiarle sul viso.
Da Douglas.
7/10

Cryo-Recovery Face Mask di Charlotte Tilbury

Una maschera in silicone riutilizzabile:messa in freezer almeno 30 minuti prima di indossarla e, una volta applicata, rilassarsi per minimo 10 minuti, massaggiando le microsfere.
8/10
Flash Nap Instant Revival Eye Gel-Cream di FENTY SKIN
Contorno occhi con applicatore roller che amplifica gli effetti decongestionanti e defaticanti.
9/10
Optim-Eyes di Filorga
Uno stick anti-fatica che riduce i gonfiori grazie a speciali peptidi. Il prodotto ha una texture fresca che può essere ulteriormente raffreddata in frigorifero.
10/10
Facial Ice
Uno stampino a forma di cono per formare il ghiaccio da passare sul viso. Su Amazon.
PREV
NEXT
Riproduzione riservata