depilazione

5 modi per prevenire i peli incarniti mentre ti depili

Se spesso dopo esserti depilata noti l’odiosa comparsa dei peli incarniti questa mini guida su come prevenirli è quella che fa per te.

Tutte noi almeno una volta nella vita, ma spesso molto di più, abbiamo avuto a che fare con i peli incarniti che, quando compaiono, rappresentano un vero e proprio incubo.

Brutti da vedere, pruriginosi e a volte anche dolorosi, altro non sono che peli che in fase di ricrescita invece di sbucare fuori si arricciano su loro stessi e crescono sotto la pelle.

Una delle principali cause della formazione è la depilazione errata, soprattutto in alcune parti del corpo come la zona bikini, anche se va detto che purtroppo nessuna area è immune al fenomeno.

Per evitare che si presentino esistono però alcuni metodi piuttosto utili, da mettere in atto prima, dopo e durante la depilazione.

Esfolia la pelle

Spesso a determinare l’insorgenza dei peli incarniti è la presenza di impurità e cellule morte sulla pelle, che possono occludere i pori e impedire ai peli di fuoriuscire, o alla ceretta di rimuoverli per intero. Per prevenire questi fenomeni ed evitarli, è quindi fondamentale rimuoverle esfoliando la pelle il giorno prima di depilarla.

Fai uno scrub

Lo scrub è uno dei metodi più diffusi e semplici e può essere effettuato sia con prodotti specifici sia con elementi naturali. Ottimo il mix composto da olio d’oliva, sale grosso e polvere di caffè.

depilazione

Usa una superficie abrasiva

In alternativa puoi sfregare sulla pelle un guanto di crine, che esattamente come uno scrub, elimina le cellule morte e ammorbidisce la pelle.

Attenta però a non esercitare troppa pressione durante il procedimento perché potresti irritare la pelle. Se la tua è molto sensibile meglio optare per lo scrub, visto che garantisce lo stesso risultato agendo in modo più delicato.

depilazione

Idrata la superficie da depilare

Dopo l’esfoliazione la pelle potrebbe risultare leggermente secca ma per prevenire i peli incarniti è necessario mantenerla morbida e nutrita, quindi applica subito oli o creme idratanti.

Non ripetere l’operazione nei minuti prima della depilazione perché le componenti dei prodotti che usi potrebbero non assorbirsi subito e non far scivolare bene il rasoio o aderire la ceretta. Questo a sua volta potrebbe portare il pelo a spezzarsi in fase di rimozione e in un secondo momento a incarnirsi.

L’idratazione è molto importante anche durante la fase di ricrescita del pelo perché più la pelle è pulita e morbida più è facile che i peli riescano a fuoriuscire in modo naturale.

depilazione

Fai la ceretta nel modo corretto

Anche la tecnica di depilazione ha un peso nella comparsa o meno dei peli incarniti. La ceretta è indubbiamente uno dei più validi per risultati duraturi ma ha come rovescio della medaglia il fatto di generare facilmente i peli incarnati, soprattutto nella zona dell’inguine che essendo delicata vive questo momento con particolare stress.

La rimozione repentina del pelo dalla radice, inoltre, può portare alla rottura del follicolo e di conseguenza a una più difficile ricrescita del pelo, che invece di andare nella direzione giusta si sviluppa sottopelle.

Se il metodo che hai scelto è la ceretta fai da te assicurati di stendere la cera nella direzione di crescita del pelo e strapparla in senso opposto.

Usa bene rasoio ed epilatori elettrici

Se usi l’epilatore elettrico la probabilità che si formino peli incarniti è piuttosto alta perché può capitare che il pelo invece di essere strappato dalla radice come dovrebbe si spezzi a metà.

Procedi quindi delicatamente e con movimenti circolari, senza compiere gesti bruschi e tenendo la testina leggermente sopra la superficie della pelle.

Nonostante possa sembrare uno degli strumenti meno invasivi per depilarsi, anche il rasoio può provocare i tanto temuti peli incarniti. Quando la lama taglia il pelo, infatti, l’estremità rimane molto appuntita e questo rende più probabile un suo arricciamento e sviluppo sottopelle in fase di ricrescita. Per ridurre al minimo questa probabilità è necessario per prima cosa usare sempre un rasoio nuovo, che abbia lame ben affilate che consentano un taglio preciso.

Inoltre presta attenzione al verso in cui ti radi. Non fare movimenti casuali ma procedi sempre contropelo, in modo che la parte di pelo reciso abbia sempre la stessa direzione di ricrescita e non si pieghi all’interno della pelle.

depilazione

Sotto la doccia con i tempi giusti

Una delle abitudini più consolidate è quella di entrare nella doccia e depilarsi subito con il rasoio. Se lo fai spesso anche tu smetti subito perché nei primi istanti la pelle non è pronta all’operazione. Lascia passare qualche minuti, in modo che la superficie da trattare si sia ammorbidita e purificata grazie agli effetti dell’acqua calda e dei prodotti usati sotto la doccia.

Post depilazione evita alcuni indumenti

Dopo essere stata depilata la pelle è molto più sensibile del solito al calore e allo sfregamento.

Le prime 24 ore quindi cerca di non indossare abiti troppo stretti come leggins o jeans skinny.

Per quanto riguarda le zone dell’inguine, scegli indumenti intimi in fibre naturali che facciano respirare il più possibile la pelle.

depilazione
Riproduzione riservata

Make up your life

Beauty cards