peli incarniti

5 metodi efficaci per combattere i peli incarniti

Peli incarniti? No grazie! Ecco i motivi per cui si formano e come combatterli (e prevenirli) in modo efficace. Per una pelle sempre al top!

Cosa c’è di più fastidioso, dopo un’accurata depilazione, di vedere comparire sulla propria pelle morbida e liscia gli inestetici e poco piacevoli peli incarniti? Sicuramente pochissime cose, anche perché oltre a essere non molto belli da vedere, questi peli possono causare irritazioni, infiammazioni e infezioni (follicolite) alla zona circostante. Causando, quindi anche delle sensazioni di dolore circoscritto.

Insomma, saremo tutti d’accordo nel dire che, potendo scegliere, è sempre meglio non averli. La buona notizia è che, in effetti, una scelta si può fare. Ed è quella di combattere i peli incarniti, sia con un’accurata prevenzione che con dei metodi di eliminazione sicuri ed efficaci. Vediamo insieme come.

Quali sono le cause dei peli incarniti

Per prima cosa è bene capire cosa sono i peli incarniti e perché si formano. Come detto, questa peluria sottocutanea non è altro che il risultato di una “cattiva” depilazione. Soprattutto quando ci si depila con il rasoio, i depilatori elettrici o anche la ceretta, infatti, è possibile che si generi una pressione troppo forte sulla cute. Fattore che determina la rientranza del fusto del pelo al di sotto della pelle.

Una volta “intrappolato” sotto la cute, poi, il pelo può non trovare una via d’uscita (anche a causa dell’occlusione dei pori generata dalla presenza di cellule morte), crescendo in modo anomalo al di sotto della parte più superficiale dell’epidermide. Diventando, appunto, incarnito. Ma cosa si intende per “cattiva” depilazione?

peli incarniti depilazione

Peli incarniti e depilazione

Al di là della praticità di un metodo piuttosto che un altro, infatti, quando ci si depila è importante farlo nel modo corretto. Se questo non avviene è possibile che si formino i peli incarniti. In particolare questo avviene quando:

  • si stressa la pelle depilandola troppo frequentemente o nella direzione sbagliata con il rasoio;
  • si posiziona in modo errato l’epilatore elettrico, esercitando una pressione eccessiva;
  • non ci si pulisce adeguatamente la pelle prima della ceretta;
  • si esegue la rimozione dei peli con le pinzette, facilitando la crescita laterale della parte di pelo non eliminata.  

Fattori che possono essere peggiorati nel caso si indossino abiti molto aderenti o se si ha una pelle tendente al secco. Insomma, tanti fattori diversi per un unico risultato: la formazione dei peli incarniti. Ma niente paura. Perché, se da un lato basta davvero poco per facilitarne la comparsa, dall’altro non è difficile né prevenirli né eliminarli in modo efficace. Ecco come.

Combattere i peli incarniti con l’esfoliazione

L’esfoliazione, oltre a essere un tassello fondamentale per una corretta skin routine, è anche un validissimo aiuto sia per combattere che per prevenire la formazione dei peli incarniti. E il motivo è preso detto.

Come visto, infatti, questa particolare peluria si forma perché il pelo non riesce a uscire dal poro della pelle corrispondente anche a causa della presenza di cellule morte che ne occludono il passaggio. Ecco perché, esfoliare la pelle regolarmente, permette alla cute di mantenersi sempre ben levigata, morbida e libera da tossine e cellule “vecchie”. Agevolando la depilazione e la corretta ricrescita dei peli. Ma non solo.

Lo scrub, infatti, è un validissimo aiuto anche per la “rimozione” dei peli incarniti. Agendo delicatamente per liberare il pelo dalla sua gabbia, favorendone la fuoriuscita. In questo caso vi basterà:

  • strofinare un gommage (delicato) sulla parte interessata, magari aiutandovi anche con una spugna;
  • ripetere il movimento per qualche secondo;
  • sciacquare la parte e asciugarla tamponandola.

Pochi e semplici passaggi per un risultato assicurato.

peli incarniti scrub

Massaggiare la cute con il guanto di crine

Simile al rimedio precedente, un altro modo per combattere i peli incarniti è quello di eseguire un massaggio alla cute con un guanto di crine. Un prodotto che segue lo stesso principio dello scrub ma agendo in modo molto più profondo rispetto alla classica esfoliazione.

Ovviamente prestando sempre attenzione a non calcare troppo la mano (evitando arrossamenti o irritazioni alla pelle) e a non utilizzarlo se si ha la cute molto delicata o sensibile.

peli incarniti crine

Eliminare i peli incarniti con il sale e zucchero

Due facili rimedi per combattere efficacemente i peli incarniti, poi, ci arrivano dalla natura, ovvero da sale e zucchero.

Il sale, nello specifico, ha proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e lenitive. E questo aiuta l’epidermide a guarire da eventuali infiammazioni e a prevenire le infezioni che possono generarsi in seguito alla formazione dei peli incarniti, ostacolandone la rimozione. Ottimo come ingrediente per degli scrub fai da te e per facilitare la fuoriuscita dei peli dalla zona sottocutanea.

Lo zucchero, invece, unito all’acqua calda, è un perfetto aiutante per rimuovere lo strato più superficiale della cute ma senza causare rossori o irritazioni. Facilitando la normale crescita del pelo e la sua conseguente rimozione.

peli incarniti sale

Idratare la pelle in modo accurato

Come visto, uno dei fattori che agevolano la formazione dei peli incarniti è senza dubbio la secchezza della cute. Proprio per questo, un modo efficacissimo per combatterli e prevenirne la comparsa è dedicare il tempo e le cure necessarie alla propria pelle, idratandola a fondo. Ma quando e come farlo?

Sul come è presto detto. Vi basterà usare regolarmente delle creme idratanti e nutrienti, oli vegetali e bere una quantità adeguata di acqua durante il giorno. Per quanto riguarda il quando, invece, è opportuno idratare la pelle ogni giorno, anche un paio di volte. E sicuramente dopo la doccia e prima della depilazione. Garantendo alla cute la massima protezione e la giusta idratazione ed elasticità.

peli incarniti idratazione

Prestare attenzione alla depilazione

Se è dalla depilazione che nascono i peli incarniti, è piuttosto chiaro che il primo passo per combatterne la formazione sia proprio quello di agire sulla sua causa principale. Ecco perché, per evitare che si formino, è importantissimo depilarsi correttamente, senza fretta e optando per il metodo più adatto alla propria pelle (magari anche lasciando che lo facciano delle brave estetiste).

I modi migliori per evitare la nascita dei peli incarniti sono indubbiamente l’epilazione laser e la luce pulsata. Rimedi definitivi ed efficaci anche se, lo sappiamo, un po’ costosi. Se si opta per la ceretta o per il rasoio, quindi, è sempre bene valutare attentamente tempi e modi. Preparando adeguatamente la pelle nei giorni prima e prendendosene cura in quelli dopo.

Fattori e buone abitudini che andrebbero adottate in ogni caso, peli incarniti o no. Per garantire alla pelle la massima bellezza e salute. E un aspetto sempre al top.

Riproduzione riservata

Make up your life

Beauty cards