Viso e corpo

Bakuchiol, l’alternativa vegetale al retinolo

Nella skincare il bakuchiol è l'ingrediente del momento, in quanto è ritenuto paragonabile al retinolo quanto a capacità di contrastare l'aging cutaneo. Con la differenza però che è vegetale. Scopri tutto quello che devi sapere

Da qualche tempo la cura del viso sta conoscendo un ingrediente di grande successo, il bakuchiol. Inserito in sieri, creme e oli, aiuterebbe a migliorare l'aspetto di linee d'espressione, colorito poco uniforme e cedimenti cutanei. Tanto che lo si paragona al retinolo, con il vantaggio di essere meno irritante. Può essere quindi usato anche dalle pelli sensibili.

Cos'è il bakuchiol?

Il bakuchiol è un ingrediente di origine vegetale estratto dalle foglie e dai semi della Psoralea corylifolia, una pianta orientale utilizzata nella medicina tradizionale ayurvedica contro le dermatiti. Nell'uso cosmetico, si rivela un potente antiossidante che migliora l'aspetto cutaneo, riducendo le discromie e le linee di espressione. Gli studi cosmetologici si spingono a considerare il bakuchiol come l'equivalente vegetale e più delicato del retinolo, un derivato della Vitamina A molto efficace contro i segni di invecchiamento che però può risultare irritante. La conferma arriva da una ricerca pubblicata sul British Journal of Dermatology, secondo la quale il bakuchiol funziona in modo simile a un retinolo, poiché aumenta il turnover cellulare senza irritare la pelle.

Come agisce il bakuchiol?

La peculiarità del bakuchiol è che contrasta i segni di invecchiamento con il valore aggiunto di avere proprietà lenitive, che quindi riducono gli eventuali effetti collaterali dovuti a sensibilità e reattività cutanea. In particolare, agisce contro la perdita di tonicità perché stimola la produzione di collagene, la proteina responsabile dell'elasticità cutanea. Inoltre, è un attivo ricco di antiossidanti che aiutano a proteggere la pelle dai radicali liberi, conseguenza dell'esposizione ai fattori ambientali.

Perché usare prodotti a base di bakuchiol?

La ricerca ha dimostrato che il bakuchiol ha una serie di benefici antietà per la pelle. Può ridurre la comparsa di linee sottili, ripristinare la compattezza cutanea, affinare la grana e uniformare il tono della pelle. Se abbinato al retinolo, il bakuchiol ne aumenta l'efficacia, aiutando la cute a tollerarlo meglio. I benefici sono più evidenti se si applicano prodotti con quantità di bakuchiol in un range compreso tra lo 0,5 e il 2% . Lo si trova di solito sotto forma di sieri e creme viso in texture di varia consistenza, dalla più leggera per pelli miste alla più corposa per pelli secca.

Per aumentare l'efficacia dei prodotti a base di bakuchiol, lo si può far precedere da un tonico esfoliante a base di alfaidrossiacidi, meglio se di notte quando la pelle è più ricettiva. Il giorno dopo è consigliabile utilizzare una crema con filtro solare SPF. Un'indicazione valida sempre, ma ancor più quando la pelle "subisce" un'accelerazione al turnover delle sue cellule.

Ma è davvero un'alternativa naturale al retinolo?

I cosmetologi spiegano che il bakuchiol può in qualche modo "ricordare" il retinolo perché comporta gli stessi benefici, anche se poi precisano che non funziona esattamente come il noto derivato della Vitamina A, poiché ha una struttura molecolare leggermente diversa. Per questo motivo, le due molecole possono essere usate insieme per potenziare l'una gli effetti dell'altra. A tutto vantaggio di una pelle liscia e luminosa!

I prodotti da provare

1/5
Goodnight Glow di OLEHENRIKSEN
Accelera il rinnovamento cutaneo durante il riposo notturno.
2/5
The Brillant di NOBLE PANACEA
Un siero sotto forma di quantità pre-dosate.
3/5
Sleep to Fix Serum di ETEREA (Cosmesi naturale)
Si applica prima della crema da notte per stimolare la sintesi di collagene.
4/5
Contorno occhi rigenerante notte YUZEN
Un concentrato attivo per distendere le palpebre e contrastare le linee di espressione.
5/5
DermAbsolu di AVÈNE
Siero specifico per ripristinare la densità cutanea di una pelle tendente ai cedimenti.
PREV
NEXT
Riproduzione riservata