Unghie

Manicure giapponese: cos’è e come si fa (anche da sola a casa)

manicure-giapponese-come-si-fa-passaggi
La manicure giapponese è l'alleata per delle unghie naturalmente sane, forti e lucide. Il segreto è l'uso della cera d'api, il plus che rende la manicure P-Shine un trattamento che si prende cura delle unghie, oltre a renderle bellissime. La tecnica non è complessa, ecco perché un kit per la manicure giapponese fai da te potrebbe essere tutto ciò che ti separa da unghie più belle e robuste.

Se combatti contro unghie che si sfaldano facilmente, deboli e con qualche imperfezione, mettiti comoda perché stiamo per rivelarti la tecnica ideale per ritrovare unghie sane e lucide. Si tratta della manicure giapponese, un trattamento innovativo inventato dal brand nipponico P-Shine, che ti aiuterà a portare le unghie naturali al loro antico splendore. Oltre ai risultati, il grande vantaggio della manicure giapponese è che si tratta di una tecnica composta da pochi e semplici passaggi, che puoi provare anche a casa da sola. Per la manicure giapponese, poi, ti basta creare il giusto kit, la tua arma migliore contro le unghie opache, deboli o danneggiate. E senza nemmeno utilizzare una goccia di smalto: nonostante appaiano luminose come dopo aver applicato un top coat trasparente, la manicure giapponese lascerà le tue unghie al naturale.

Manicure giapponese: cos'è e in cosa consiste la tecnica?

La chiave per ottenere l'effetto fortificante e lucidante della manicure giapponese è la combinazione tra cera d'api e una particolare lima ricoperta da pelle di camoscio. Gli effetti sono sorprendenti, specialmente perché la manicure P-Shine è in grado di regalarti unghie ben curate e sane davvero a lungo. L'effetto nude, naturalmente, rende questa tecnica adatta davvero a tutti e, soprattutto, tanto alle unghie delle mani quanto a quelle dei piedi. La caratteristica principale della manicure giapponese è la totale assenza di smalti o prodotti chimici: a regalare l'effetto lucido all'unghia, infatti, sono esclusivamente cera e camoscio. Al centro della procedura c'è solo il benessere dell'unghia, che viene trattata senza l'utilizzo di sostanze chimiche che potrebbero indebolirle eccessivamente.

Come fare la manicure P-Shine? Tutti i passaggi

La manicure giapponese regala benefici sorprendente, pur essendo facilissima da fare. Ecco perché puoi provare a utilizzare un kit specifico per realizzarla a casa. Tutto ciò che ti occorre è un po' di tempo: per portare a termine una manicure giapponese, infatti, occorrono circa 90 minuti. Ne varrà la pena: per due settimane non dovrai pensare a niente, nemmeno alle classiche sbeccature dello smalto. Come fare la manicure giapponese? Ti bastano cinque semplici passaggi.

Primo step: pulire le unghie

Come per ogni nail art, la prima cosa da fare è detergere accuratamente il letto ungueale e sgrassarlo per evitare qualsiasi residuo di smalto o di sporcizia. Un passaggio fondamentale: la manicure giapponese, infatti, deve essere fatta su unghie perfettamente pulite.

Secondo step: eliminare le cuticole e limare l'unghia

Per lavorare più facilmente con la cera d'api, devi liberarti delle cuticole. Il tuo miglior alleato, in questo caso, è un bastoncino di arancio, con cui spingere delicatamente indietro le cuticole. Per rendere l'operazione più facile, puoi aiutarti con un prodotto oleoso, che ammorbidisca la pelle e, magari, concederti maschere per mani e unghie. Purché, ovviamente, tu pulisca l'unghia dopo aver terminato l'operazione. Non serve dire che la preparazione delle unghie dovrà proseguire con la limatura. Puoi utilizzare una lima buffer, con cui definire la forma che vuoi per la tua manicure.

Terzo step: come si stende la cera d'api per la manicure giapponese?

La cera d'api è la star della manicure giapponese: da pressare in maniera uniforme, è la chiave per ottenere un effetto lucido e un aspetto sano per le tue unghie. L'applicazione non potrebbe essere più semplice. Tutto ciò che devi fare, infatti, è applicarla in maniera uniforme sul letto ungueale, in modo che risulti naturale.

Quarto step: lucidare l'unghia

Una volta posizionata la cera d'api, non ti resta che lucidare l'unghia. Per farlo, ti servirà una lima in pelle di camoscio, fondamentale per eliminare il prodotto in eccesso e, ovviamente, distribuirlo in maniera omogenea. Indubbiamente è il passaggio più importante. Per ottenere ottimi risultati occorre rispettare i tempi: dovrai, infatti, utilizzare la lima finché l'unghia non sarà completamente lucida.

Quinto step: applicazione della polvere nella P-Shine Manicure

L'ultimo passaggio della manicure giapponese consiste nell'applicazione della polvere di cera d'api per ottimizzare l'azione della cera. Lo scopo è costruire un film protettivo superficiale. Grazie all'aggiunta di polvere di riso dall'alta concentrazione di calcio, infatti, questo passaggio risulta ideale per rinforzare e sbiancare l'unghia.

Come fare la manicure giapponese fai da te a casa

I passaggi potranno sembrarti un po' articolati, ma non lasciarti scoraggiare: puoi fare una manicure giapponese fai da te con facilità. Gli step da seguire sono esattamente gli stessi. Naturalmente, l'elemento a cui fare più attenzione è la cera d'api, che dovrai lavorare molto attentamente in modo che ricopra perfettamente la superficie dell'unghia. Ecco perché ti serve un kit apposito, con i prodotti giusti. Non dimenticare che lo scopo della manicure P-Shine è rinforzare e lucidare le unghie e, proprio per questo, la scelta dei tuoi alleati è davvero fondamentale.

Riproduzione riservata