Unghie

Babyboomer nail art: come si fa, come scegliere la forma giusta e come gestirla

BABYBOMMER NAIL ART
19-05-2022
Michela Marra
La babyboomer nail art rappresenta una delle manicure più glamour del momento. Dall'effetto naturale sfumato, si presta a più interpretazioni. L'esperta ci racconta come farla e come gestirla al meglio

La baby boomer nail art si può definire come la versione 2.0 e ancora più elegante della french manicure in cui la smile line netta tra bianco e rosa si sfalda con un effetto degradé sull’unghia molto naturale ed estremamente chic. Così racconta Federica Casini, titolare del salone Nails Fefè iscritto a Treatwell, portale di prenotazione online di servizi beauty e wellness. Vuoi scoprire come realizzarla? Salta al prossimo paragrafo!

Unghie babyboomer 2022: come realizzarle

La baby boomer nail art si può realizzare sia con lo smalto semipermanente sia con il gel. «Nel primo caso - consiglia Casini - si applica nella parte cuticolare dell’unghia un colore sulle tonalità del rosa, come il milky rose che viene unito a un bianco lattiginoso posto sulla parte del bordo libero verso la punta. Il mix tra i due smalti è realizzato con un pennellino fine utilizzato per le nail art più sofisticate in grado di accompagnare bene i colori e non creare imperfezioni tra i volumi. Se, invece, si opta per il gel, i colori (sempre bianco sul bordo libero e rosa sulle cuticole) non sono mischiati manualmente, bensì grazie all’utilizzo della lampada a LED. I due smalti vengono fatti catalizzare, cioè asciugare in lampada, e poi “sgrassati” con il cleaner. Per dare l’effetto di dispersione tra i colori si utilizza una lima a grana grossa ad hoc per il gel che viene passata con movimenti circolari da sinistra a destra sulla parte rosa dell’unghia. Si passa poi il buffer e infine il top coat, sia opaco sia lucido, a seconda dei gusti».

La tecnica con la spugnetta

Esiste, però, anche una tecnica alterativa, efficace ma più veloce che prevede l’uso di una spugnetta. «La base dell’unghia - continua l'esperta - è uniformata usando il rosa. Poi si applica del bianco pastello tamponando sulla parte del bordo libero. Viene catalizzato per 30 secondi il tutto all’interno della lampada e si ripete poi il procedimento. Passata di top coat, ed ecco un baby boomer versione express!».

Come scegliere la forma giusta e qual è la tendenza del momento per la babyboomer nail art?

Secondo Casini, per definire la forma dell’unghia, occorre tenere in considerazione qualche parametro come la lunghezza del letto ungueale, la struttura della mano e delle dita. Perfetta per le unghie corte è la forma a mandorla che fa sembrare tutta la mano più lunga e sottile, mentre particolarmente adatta alle dita più affusolate è la forma squadrata. Un’alternativa molto versatile per tutte le lunghezze, soprattutto quelle medie, è la forma squoval, che, come suggerisce il nome, parte dall’unghia squadrata e ne smussa gli angoli per un effetto arrotondato che addolcisce il look finale. 

Babyboomer nail art: la forma a mandorla è la più quotata

Per questa tipologia di manicure, molto naturale e al contempo elegante, la forma più quotata è quella tondeggiante, quindi a mandorla, o al più quadrata ma con gli angoli leggermente smussati. Quasi mai si opta per un baby boomer su coffin nails o forma a stiletto. Come, vedremo, però, nei prossimi paragrafi, esistono sempre le eccezioni! Continua a leggere per scoprire alcuni nail look da replicare che abbiamo selezionato per te, quali sono gli strumenti necessari per fare la baby boomer nail art e come gestirla per farla durare a lungo. Iniziamo subito con le manicure più cool da copiare ASAP!

Unghie babyboomer con brillantini

Unghie babyboomer glitter

Unghie babyboomer bianco latte

Unghie babyboomer rosa

Nail art babyboomer colorato

Unghie babyboomer rosse

Unghie babyboomer nero

Unghie babyboomer azzurro

Unghie babyboomer viola

I prodotti necessari per fare la babyboomer nail art

Oltre allo spingi cuticole e la lima, per l’opzione semipermanente servono due smalti nei colori milky white e milky rose e un pennellino per la nail art fine (parliano della nail art più classica. In tutti gli altri casi, basta scegliere un colore diverso al posto del bianco latte). Per il gel, invece, servono due colori - bianchi e rosa - nella tonalità “baby boomer” cioè creati apposta per questa tecnica, la lima a grana grossa e il buffer. In entrambi i casi, infine, assicurati di avere sempre a portata di mano il top coat e la lampada per l’asciugatura

Come gestire la babyboomer nail art per farla durare il più a lungo possibile?

«Nel caso del gel - conclude l'esperta - va effettuato un refill di smalto sulla parte cuticolare dell’unghia e una limatura della forma dopo tre settimane dall’appuntamento in salone. Per il semipermanente, invece, una volta trascorsi venti giorni, la manicure è da rifare. Tra le accortezze da riservare alle unghie baby boomer, c’è quella di applicare l’olio per le cuticole ogni sera e una crema idratante più volte al giorno in base alle necessità; infine, evitare stress eccessivi alle mani, come i bagni nell’acqua senza guanti ed esposizione a prodotti per la pulizia della casa troppo aggressivi».

Riproduzione riservata