News

La skincare è per tutti secondo Maria Pia Priore

Skincare lover a rapporto! Abbiamo intervistato Maria Pia Priore in occasione della pubblicazione del libro Skincare per tutti. Leggi la nostra intervista per saperne di più

Sempre più persone si stanno avvicinando al magico mondo della skincare. Le domande di chi vi si sta approcciando da “principiante” sono molte, partendo dalle più basic: cosa vuol dire e come si fa la detersione, in cosa consiste la beauty routine, qual è l’ordine di applicazione dei prodotti, come si fa a capire che tipo di pelle abbiamo… A tutte queste domande (e non solo) risponde Maria Pia Priore nel suo libro Skincare per tutti, un volume utilissimo per tutte le persone super appassionate ma anche per chi è alle prime armi e vorrebbe saperne di più.

Maria Pia Priore è laureata in Farmacia con un Master in Scienza e Tecnologie Cosmetiche ed è molto attiva sui social nell’ambito della divulgazione della cosmesi con un approccio scientifico.

Ultimamente la skincare è diventata un vero e proprio trend, c’entra qualcosa la pandemia?

Prima della pandemia causata dal Covid-19, la cura della pelle era già in pieno boom. Poi è arrivato un lungo periodo di isolamento che ha costretto molte persone a lavorare e socializzare principalmente online. Il lockdown ha inavvertitamente creato l’ambiente perfetto per prendersi maggiormente cura della propria pelle avendo molto più tempo a disposizione.

Quanto è importante prenderci cura della nostra pelle e perché dovremmo dedicarci a una beauty routine giornaliera?

La pelle è l’organo più grande del nostro corpo e lavora duramente, ogni giorno, per proteggerci dall’ambiente esterno. Essa ha bisogno di cura, di amore e di una corretta skincare routine per mantenersi in buono stato. Una buona cura della pelle è importante per i seguenti motivi: mantenersi in buone condizioni, apparire più luminosa e rallentare e contrastare i segni del tempo.

Quali sono gli step base per una beauty routine giorno e notte?

Per chi è alle prime armi con la skincare o non ha molto tempo a disposizione, consiglio di effettuare una skincare routine basica costituita dai soli prodotti necessari, quali struccante (sera), detergente (mattina e sera), esfoliante (sera – la frequenza di utilizzo dipende dal prodotto che si sta applicando), crema viso (mattina e sera) e protezione solare (mattina dipendentemente dall’UV Index).
Tutti gli altri passaggi sono secondari, ma pur sempre utili per trattare al meglio la propria pelle.

Quindi, una volta consolidata la skincare routine basica, si potranno aggiungere gli altri prodotti per ottenere maggiori benefici scegliendoli in base alle proprie esigenze cutanee come ad esempio: siero (mattina e sera), contorno occhi (mattina e sera) e maschera viso da effettuare 1-2 volte a settimana preferibilmente la sera dopo la detersione.

Come possiamo capire che tipo di pelle abbiamo?

Capire il proprio tipo di pelle è di fondamentale importanza al fine di scegliere i prodotti skincare più adatti e potrebbe risultare abbastanza complicato.
Se si trova difficoltà nel comprendere perfettamente la propria tipologia di pelle, la soluzione è effettuare il test della detersione.
Lavate il viso con un detergente delicato e attendete un’ora. Successivamente osservate la vostra pelle:
– se la sentite un po’ ruvida e brucia o prude, può trattarsi, rispettivamente, di pelle secca o di pelle sensibile;
– se non la sentite né secca né grassa, può essere una pelle normale;
–  se la sentite oleosa dopo il lavaggio, può trattarsi di pelle mista (se lo notate solo nella zona T) o di pelle grassa (se lo avvertite sull’intero viso);
– se la sentite disidratata, ma con presenza di impurità, può essere pelle asfittica.

Le ricette di bellezza fai da te sono sempre sconsigliate?

Si, sconsiglio caldamente di prendersi cura della propria pelle con ricette di bellezza fai da te. Sul web, spopolano sempre di più rimedi “fai da te” con ingredienti di facile reperibilità che ognuno di noi ha in casa. È importante ricordare che gli alimenti applicati sul viso non saranno mai più efficaci dei cosmetici progettati in laboratori con le più moderne attrezzature.
Per non parlare, poi, di alcuni ingredienti super gettonati che possono causare alla pelle più danni che benefici. Quali? Ad esempio il succo di limone, l’aceto di mele e il bicarbonato di sodio.

 I principi attivi che ama di più?

1.    Niacinamide: riduce le impurità, normalizza la secrezione sebacea, è molto lenitivo e tratta le macchie cutanee (soprattutto quelle post-acne);
2.    Acido Salicilico: a differenza di tutti gli altri acidi esfolianti, riesce a penetrare nei pori per poi ‘’sbloccarli’’ da ciò che li ostruisce. Previene e contrasta la formazione di impurità e comedoni (punti bianchi e punti neri), riduce il sebo in eccesso ed esfolia la pelle rendendola più luminosa e levigata;
3.    Retinolo: stimola un profondo turnover cellulare, è antiossidante, stimola la sintesi di collagene e contrasta la formazione di macchie cutanee;
4.    Acido Ialuronico: idrata e leviga la pelle.

Possiamo imparare ad amarci a partire dalla nostra pelle? Quanto è importante saperla ascoltare?

Siamo bombardati ogni giorno da milioni di foto con pelle perfetta. Pelle senza pori, senza occhiaie, senza impurità e senza rughe. Questa non è la realtà, si chiama Photoshop! Non sentirsi a proprio agio nella propria pelle significa non accettare chi siamo veramente.
Personalmente credo che la vera bellezza non riguarda la pelle senza pori o senza rughe. La vera bellezza viene da dentro. Non ha bisogno di conferme esterne e non consiste nell’adattarsi ad un certo modello ideale. Si tratta di accettare e abbracciare chi siamo, partendo dalla nostra pelle e ascoltandola giorno dopo giorno per prendersene cura nel migliore dei modi e trattarla con il rispetto che merita, giorno dopo giorno.

Riproduzione riservata