pelle

Come faccio a scegliere il detergente giusto per preparare la pelle al trucco?

I detergenti viso non sono tutti uguali e imparare quali scegliere a seconda del tipo di pelle è fondamentale per prendertene cura al meglio.

Prendersi cura della pelle è fondamentale ad ogni età. Fare l’errore di pensare che da giovane non sia necessario potrebbe costarti l’invecchiamento precoce o la comparsa di acne e imperfezioni varie. Meglio non rischiare, soprattutto se sei solita truccarti e applicare sul viso diversi prodotti per la base. Nonostante quelli di ultima generazione abbiano formule migliori rispetto al passato, la pelle deve comunque essere preparata a ricevere il make up. Il primo step per una corretta cura è quello della detersione, che si differenzia a seconda della tipologia di pelle. L’uso dei detergenti giusti è fondamentale ma trovarli non è sempre semplice.

Ecco qualche dritta.

Scopri che tipo di pelle hai

Che le pelli non siano tutte uguali ma si distinguano in secche, miste o grasse è cosa nota ma se non hai ben chiaro a quale tipologia appartenga la tua, forse è arrivato il momento di provare a fugare ogni dubbio.

Pelle secca

La pelle secca è quella che produce meno sebo di tutte e si caratterizza per scarsa quantità di acqua e oli.

Spesso leggermente ruvida al tatto e con possibili rossori, è correlata a fattori genetici ma agenti atmosferici come freddo o vento intenso possono peggiorarla.

pelle

Pelle grassa

Chi ha la pelle grassa deve fare i conti con la produzione di sebo in eccesso dovuta a ghiandole sebacee particolarmente attive. Questo evento genera untuosità diffusa e molto spesso acne, punti neri e altre impurità, che si formano perché i pori sono occlusi e non fanno respirare a sufficienza la pelle.

Pelle mista

La pelle mista infine è la più comune ed esattamente come suggerisce la parola stessa non è omogenea ma la perfetta fusione del tipo secco e grasso.

Solitamente la parte più grassa è quella della zona T ovvero mento, naso e fronte, mentre il resto del viso risulta più secco.

Piccolo trucchetto per riconoscerla

Se hai ancora qualche dubbio su come sia la pelle del tuo viso ti suggeriamo un veloce trucchetto per scoprirlo. Dopo un paio d’ore dall’aver lavato il viso prendi un tovagliolino di carta di quelli che si trovano nei bar, che sembrano leggermente plastificati.

Tamponalo sulla fronte e poi osservalo attentamente: se non compare nessun alone la tua pelle è secca, se vedi qualche puntino qua e là mista, mentre se sul fazzoletto si materializza una chiazza bagnata e ben visibile non ci sono dubbi, hai la pelle grassa.

Presta attenzione alle fasi del ciclo mestruale

Anche se la pelle di ognuna può essere racchiusa in queste tre macro tipologie, tieni conto che sono tante le variabili che possono cambiarla leggermente nel corso del tempo.

Oltre alle temperature, che più sono calde più rendono la pelle grassa, gli sbalzi ormonali legati al ciclo mestruale incidono enormemente.

Ogni fase è diversa ma indicativamente i giorni chiamati di pre ciclo sono quelli in cui la pelle risulta più grassa, lucida e ricca di impurità. Dalla comparsa delle mestruazioni i livelli di ormoni iniziano a calare, per poi tornare a risalire progressivamente il mese dopo.

Adesso che abbiamo chiarito le diverse tipologie di pelle e come riconoscerle, passiamo alla scelta dei detergenti specifici per preparare la pelle al trucco.

pelle

Detergenti viso per pelle secca

La pelle secca necessita più delle altre di essere nutrita e idratata quindi i detergenti adatti devono contenere ingredienti che assolvano a questo compito.

La scelta migliore è di affidarsi a prodotti a base di oli come quello di mandorle, oliva, cocco o altri; oppure burri, come il famoso burro di karitè. Entrambe queste tipologie aiutano la pelle a mantenere il film di idratazione corretto.

Ottimo anche il latte detergente, mentre sono da evitate detergenti astringenti, troppo aggressivi o contenenti alcol, che potrebbero seccare ulteriormente.

Detergenti viso per pelle mista e grassa

Questi due tipi di pelle viaggiano a braccetto perché presentano molti punti in comune.

Le formule detergenti ideali per pulirle sono in mousse o gel, che riescono ad eliminare efficacemente le impurità che ostruiscono i pori ma anche a fungere da sebo regolatrici.

A patto però che siano presenti ingredienti astringenti come estratti di tè verde, pompelmo, rosmarino, lavanda, menta, amamelide, limone o altri in grado di pulire la pelle senza seccarla.

Una valida alternativa sono anche le acque termali e l’acqua micellare che, contrariamente a quanto spesso si pensi, non deve essere lasciata sulla pelle ma risciacquata dopo l’utilizzo.

In caso l’acne fosse piuttosto evidente, tuttavia, è necessario l’uso di prodotti specifici su suggerimento del proprio dermatologo.

pelle

Prova anche la doppia detersione

Per pelli che si trovano a dover gestire sebo in eccesso, è ottima anche la doppia detersione, pilastro della skincare coreana.

Eseguirla è molto semplice, ti basta massaggiare sul viso un detergente oleoso, che per il principio di somiglianza scioglie il grasso presente sulla tua pelle.

Successivamente, lavati il volto con un prodotto schiumogeno e in men che non si dica la sua pelle sarà pulita e idratata alla perfezione.

Riproduzione riservata

Make up your life

Beauty cards