gamba durante la depilazione

Cosa non bisogna fare quando ci si depila d’estate?

Durante l'estate la depilazione merita particolare attenzione perché la pelle, essendo più scoperta ed esposta al sole, è molto più sensibile. Cosa bisogna fare quindi per evitare danni?

Non si tratta di un’operazione troppo complicata: è importante controllare la ricrescita e depilarsi in modo preciso e delicato seguendo tutti i passaggi per prendersi cura del corpo.

Spesso per evitare rossori, macchie, peli incarniti e più in generale effetti indesiderati, è necessario mettere in atto alcune accortezze in grado di fare la differenza.

Di seguito trovi alcune pratiche cui prestare attenzione durante la depilazione per una pelle liscia, sana e splendente.

strumenti per la depilazione

Prima della depilazione

Soprattutto per evitare di andare incontro a follicoliti ed arrossamenti, ancora più frequenti e visibili d’estate, la cosa migliore è effettuare un peeling. Solitamente è consigliato farlo nelle 24 ore che precedono la depilazione, in maniera tale da ammorbidire la pelle e prepararla a questa operazione. Un peeling, infatti, permette anche di sentire meno dolore.

scrub

Bagno caldo prima della ceretta? Assolutamente no!

Fare un bagno o una doccia con l’acqua abbastanza calda prima di depilarti viene considerato spesso utile per dilatare i pori. Tuttavia d’estate è meglio evitarlo soprattutto se si ha una pelle sottile, sensibile e che tende ad arrossarsi molto facilmente. Non faresti altro che renderla ancora più fragile.

ragazza sotto la doccia

Come evitare che i peli si incarniscano

Per evitare che si creino due cicli di ricrescita, dovresti evitare di tirare via con la pinzetta i peli che non sono scomparsi con la ceretta. Se risultano particolarmente antiestetici, ti consigliamo di farlo con il rasoio, ma aspettando qualche giorno affinché non si irriti. Questo rischio potresti correrlo anche depilandoti sulla pelle sudata, oppure appena abbronzata, perché in quei momenti è particolarmente delicata.

Qual è la lunghezza migliore dei peli per procedere con la depilazione senza farli incarnire?

Per quanto concerne la lunghezza, il fatto che i peli debbano essere circa di un quarto di pollice, è un falso mito. Generalmente conviene aspettare circa venti giorni dall’ultima depilazione, se si tratta di una ceretta, che quindi prevede un tempo di ricrescita più lungo. Se invece hai usato il rasoio, attendi circa una settimana. L’importante, per ottenere un risultato ottimale, è raggiungere una lunghezza media.

depilazione con ceretta

Esporsi al sole dopo la depilazione, una pratica sbagliatissima

Subito dopo la depilazione è fondamentale evitare di esporsi al sole, fare bagno turno e sauna perché il calore e il sudore rischiano di irritare la pelle.
In particolare i raggi UV potrebbero far comparire delle macchie solari che rischiano di rimanere permanentemente. Per questo motivo, anche quando potrai abbronzarti, ricordati sempre di applicare una buona crema solare non inferiore a SPF 50 nelle zone depilate. Sappi che in particolare le ascelle, il baffetto e le aree bikini sono le più delicate in questo senso e richiedono ancora più attenzione.

crema solare

Non utilizzare acqua e sapone per rimuovere la cera residua

Un altro errore molto frequente dopo la depilazione è il tentativo di rimuovere la cera con acqua e sapone. Questa ultima sostanza in particolare rischia di rendere più delicata la pelle, irritandola.

Scegli un olio delicato, può essere sufficiente quello d’oliva, o se preferisci quello di argan o di mandorle. Imbibisci un dischetto di cotone e passalo dolcemente sulla zona da cui hai tolto i peli.

olii da applicare post depilazione

Anestetico per ridurre il dolore? Sì, ma con cautela

Applicare una crema anestetica per ridurre il dolore causato dalla depilazione soprattutto con la ceretta o il silk epil è un’operazione che puoi effettuare, ma con cautela.

depilazione con silk epil

Prima di procedere quindi con la rimozione dei peli attendi con pazienza che il prodotto sia stato completamente assorbito. Puoi eventualmente applicare del talco delicato sulla zona per asciugarla più facilmente.

Anche il ghiaccio come anestetico per ridurre il dolore va utilizzato bene

Lo stesso tipo di attenzione è necessaria quando si usa il ghiaccio, il più famoso anestetico naturale. Puoi poggiare un panetto sulla parte da epilare, ma poi è necessario passare del talco affinché la pelle sia morbida e anestetizzata, ma perfettamente asciutta.

Non fare la ceretta durante i giorni del ciclo

Nel periodo del ciclo, anche se magari hai la fortuna di non avvertire dolore alla pancia, è comunque sconsigliato fare la ceretta perché la pelle è molto più sensibile. Tuttavia, se sei invece abbastanza tollerante agli strappi della ceretta, puoi provare a farla.

mestruazioni

Sai perché? In quel periodo del mese, si verifica una diminuzione dell’ormone progesterone, che determina un rallentamento della crescita del pelo e l’effetto della depilazione risulta molto più duraturo ed efficace.

Inoltre, se presenti questo tipo di epidermide, ti consigliamo di

In ogni caso, in seguito alla depilazione, ti conviene rinfrescare l’area trattata in maniera tale da lenire eventuali irritazioni. Puoi proteggere la pelle utilizzando una crema calmante ed emolliente a base di aloe, vitamine E, ossido di zinco, in maniera tale da ripristinare la barriera protettiva.

crema gambe post depilazione
Riproduzione riservata

Make up your life

Beauty cards