depilazione estiva

Depilazione estiva e spiaggia: 5 cose da fare (e 5 da non fare)

A ogni stagione i suoi consigli di depilazione! Ecco, allora, cosa fare ( e cosa non fare) per una depilazione estiva perfetta. Per garantirsi una pelle liscia, morbida e sana. A prova di tocco e di bikini.

Dopo tanti mesi passati sotto strati e strati di vestiti, l’arrivo dell’estate porta con sé la voglia irrefrenabile di scoprirsi. Il caldo, l’afa, le giornate passate in spiaggia o in piscina, tutto concorre al legittimo desiderio di avere pochi abiti addosso. Cosa che rende ancora più importante che la nostra pelle sia sempre ben curata e protetta. Anche quando si parla di peli e in particolare di depilazione estiva.

Se è vero che la lotta alla peluria (solo per chi è interessata a combatterla ovviamente), infatti, deve sempre seguire delle regole per essere fatta correttamente, è vero anche che durante l’estate è necessario prestare ancora più attenzione a ciò che si fa e a come lo si fa. Evitando di causare irritazioni o rossori che, oltre a essere fastidiosi e spesso causa di dolori, sono anche poco estetici. Ecco, allora, quali sono le cose da tenere maggiormente a mente (e quelle assolutamente da evitare), per garantirsi una depilazione estiva perfetta!

Depilazione estiva? Certo che sì, ma scegliendo il metodo giusto

Che la depilazione, e in particolare quella estiva, per molte di noi sia una di quelle regole non scritte ma fondamentali e da non trascurare mai, è cosa certa. Quello che risulta meno scontato, però, è quale sia il metodo di depilazione più giusto da utilizzare per non rischiare di rendere questo rito di bellezza, la causa di problemi estetici o di spiacevoli disturbi.

Se da una parte, infatti, la ceretta è una delle tecniche di depilazione a lunga durata più efficaci, bisogna dire anche che questa non si può eseguire finché la lunghezza del pelo non lo consente. Rischiando di lasciare le gambe (o altre parti del corpo) con una leggera ricrescita fino al trattamento successivo.

Per questo, quando si parla di depilazione estiva, la scelta migliore potrebbe essere la crema depilatoria. Poiché consente di intervenire sui peli in modo dolce, indolore e lasciando la pelle idratata. Oltre al fatto che si può utilizzare anche quando la peluria sta per ricrescere senza attendere che il pelo raggiunga la lunghezza più opportuna (e più fastidiosa).

depilazione estiva crema

Rasoio come rimedio dell’ultimo minuto? Assolutamente no.

E se si decide comunque di optare per la ceretta? Liberissime di farlo, ovviamente. Ma fate attenzione a non commettere l’errore di eliminare la ricrescita (che sapete arriverà) con una bella passata di rasoio. Certo, in cinque minuti il problema peli è risolto (forse) o magari no.

Perché se da un lato il rasoio vi consente di essere lisce e depilate in breve tempo e a seconda dell’occorrenza, dall’altro sarete costrette a ripetere l’operazione ogni massimo due giorni. Rischiando di irritare la pelle arrossata dal sole e dalla sabbia o dal sale del mare. In più, se non si presta la massima attenzione durante la rasatura, è facile tagliarsi. Provocandosi dolori e ferite e compromettendo l’estetica della parte trattata.

depilazione estiva rasoio

Rasoio a secco? Che orrore!

E questo accade soprattutto quando, prese dal panico della ricrescita proprio quando stavate per uscire con quella minigonna che avete tanto desiderato mettere, vi viene la brillante idea (che brillante non è) di usare il rasoio a secco. Il modo migliore per irritare, tagliare e arrossare la pelle, rendendola fuori uso per giorni. Come dire, forse quando si parla di depilazione estiva dovreste proprio evitare di avere un rasoio nelle vicinanze.

Seguire le tempistiche corrette

Che la fretta sia cattiva consigliera è cosa piuttosto certa, così come lo è pensare di fare le cose all’ultimo minuto e ottenere un buon risultato. E questo vale sempre quando si parla del benessere del proprio corpo e di parti delicate come la pelle.

Per questo, nel caso della depilazione estiva, per garantirsi un risultato perfetto e gambe super lisce e pronte per la spiaggia, è importante prendersi il tempo necessario. Depilandosi uno o due giorni prima dell’esposizione al sole. Per consentire alla pelle di riprendersi dallo “stress” subito e di ritornare alla sua condizione di benessere naturale. Evitando di incorrere in irritazioni difficili da eliminare o di rovinarsi la cute con l’esposizione al calore dei raggi solari o all’acqua marina.

depilazione estiva sole

Evitare di esporsi al sole subito dopo la depilazione

Uno degli errori più comuni che si fanno, infatti, è quello di considerare la depilazione estiva in modo superficiale, come un rapido rimedio ai peli superflui. Un trattamento da fare velocemente per consentirci di correre in spiaggia o in piscina nel giro di due minuti. Sbagliato!

Che si tratti di esposizione al sole ma anche di attività fisica, è importante che la depilazione estiva venga fatta in anticipo. E questo per evitare che il sudore, il sale, il calore, il cloro, la sabbia, ecc., a contatto con la pelle più sensibile e con i pori più dilatati in seguito al trattamento, causino spiacevoli e dolorose irritazioni o arrossamenti.

Depilazione estiva, mai senza esfoliazione

Per mantenere la pelle sana, libera dalle impurità, liscia e giovane, l’esfoliazione è uno dei passaggi a cui non si dovrebbe mai rinunciare. Viso, gambe, corpo. Tutta la cute ha bisogno di un sano ricambio cellulare, anche in estate. E sempre quando si tratta di depilazione.

Se normalmente dedicare del tempo a questo passaggio beauty ogni dieci giorni circa è sufficiente, quando si tratta di eliminare la peluria sul corpo, è bene esfoliare la pelle almeno 24 o 48 ore prima del trattamento. E questo, in modo particolare, quando il metodo scelto per la depilazione estiva e non, è la ceretta. Esfoliare la pelle per tempo con un bello scrub, vi consente di preparare la cute all’epilazione, evitando la formazione di peli incarniti. Che detto tra noi, oltre a essere fastidiosi, non sono proprio belli da vedere.

depilazione estiva scrub

No all’esfoliazione dopo la depilazione

Attenzione, però, a non cadere in uno degli errori più comuni e deleteri di tutti, esfoliare la pelle dopo la depilazione. Una vera tragedia per la cute che essendo maggiormente sensibile per il trattamento appena subito, come visto, necessità di “riposare” e di ripristinare il suo coretto equilibrio. Esfoliare la pelle dopo essersi depilate quindi, non solo farà svanire tutti i pregi della vostra depilazione estiva ma vi garantirà anche la comparsa di:

  • irritazioni;
  • arrossamenti;
  • infiammazioni;
  • abrasioni;
  • puntini o piccoli brufolini;
  • ecc.

Insomma, non proprio l’effetto che avevate sperato per la vostra cute.

Parola d’ordine idratare

Per far sì che la vostra depilazione estiva sia davvero perfetta, poi, (e in generale come buona abitudine per prendersi cura in modo eccellente della vostra pelle), non dovete mai dimenticarvi dell’idratazione. Ma non con dei prodotti qualsiasi.

Dopo la depilazione, in qualunque modo sia stata fatta, per far si che la pelle sia davvero pronta e ben protetta alla successiva esposizione al sole, è bene utilizzare delle creme o lozioni lenitive, rinfrescanti e super delicate. Che non irritino la cute ma che la nutrano in profondità. Per esempio, optando per delle formulazioni a base di:

  • aloe;
  • ossido di zinco;
  • vitamina E.

Perfette per rigenerare l’epidermide e ristabilire la corretta fisiologia cutanea.

depilazione estiva aloe

No alle lozioni o creme profumate

Se state pensando che per idratazione si intenda anche la crema solare super profumata che vi siete appena comprate per garantirvi un ingresso in spiaggia senza precedenti sappiate che no, questo genere di lozioni non vanno per niente bene per preservare la vostra depilazione estiva.

Qualunque tipologia di profumazione, infatti (e si parla anche dei deodoranti) a contatto con la pelle appena depilata può causare irritazioni e arrossamenti molto evidenti, fastidiosi e difficili da eliminare. E che, oltre a impedirvi di sfoggiare liberamente ogni parte del vostro corpo, vi impedirà di ripetere la depilazione almeno finché la parte non sarà guarita del tutto. Meglio evitare, quindi, che ne dite?

depilazione estiva creme

Diversificare la depilazione

Se vi state chiedendo cosa significhi diversificare la depilazione, perché in fondo “i peli sono peli”, sappiate che non è così. A seconda della zona da trattate, infatti, la peluria cambia per lunghezza, durezza, sensibilità della parte, ecc.

Per questo, per garantirvi un a depilazione estiva ad hoc, è importante valutare preventivamente il metodo da utilizzare a seconda della zona del corpo da trattare, viso, ascelle, inguine o gambe. Optando per le diverse tipologie di depilazione disponibili e facendovi aiutare nella scelta da un’estetista. L’unico modo per ottenere un risultato ottimale, omogeneo e senza incorrere in fastidiose problematiche.

Evitare di trattare tutto il corpo allo stesso modo

Cosa che avviene soprattutto quando si pensa di poter fare tutto da sole, considerando il corpo in modo tutto uguale e magari utilizzando lo stesso strumento di depilazione ovunque. Un modus operandi sbagliatissimo (sì, anche se ve l’ha consigliato la vostra amica del cuore).

E questo perché, se non si tiene presente la diversità della pelle e della peluria a seconda della parte del corpo in cui si trovano, rischierete di danneggiare e rovinarvi la cute. Compromettendo la vostra voglia di spiaggia e di sole, in favore di fasciature e terapie curative al danno fatto.

depilazione estiva ascelle

Ecco perché è sempre bene informarsi con una specialista su tutte le possibilità per la vostra depilazione estiva, Evitando di cadere negli errori più comuni (e deleteri) per la vostra salute e bellezza ma assicurandovi di sfoggiare una pelle liscia e vellutata in ogni parte del corpo. Per un’estate e una depilazione decisamente a prova di bikini!

Riproduzione riservata

Make up your life

Beauty cards