Unghie

Unghie deboli in inverno: 5 modi in cui il freddo le rende fragili

mani
Durante la stagione più fredda le nostre unghie sono messe a dura prova e diventano più fragili. Conoscere perché questo avvenga può però aiutarti a prenderti cura di loro

L’inverno è una stagione impegnativa sotto diversi aspetti perché gli agenti atmosferici che lo caratterizzano sono aggressivi al punto tale da mettere a dura prova molte parti esterne del nostro corpo. Spesso quando si pensa al freddo si immaginano i danni a capelli e pelle, dimenticando però che anche le unghie soffrano e non poco le conseguenze di un calo vertiginoso delle temperature.

Il gelo però non agisce su di loro in maniera univoca, ma le attacca in diversi modi. Ecco come e quali strategie adottare per difendersi.

Le disidrata

Uno degli effetti indesiderati più evidenti dati dal freddo è la disidratazione. Questa coinvolte la pelle, che infatti deve essere nutrita costantemente con creme idratanti, e i capelli, anch’essi desiderosi di cure extra. Ancor di più però le unghie. Il motivo risiede principalmente nella loro composizione. A differenza della pelle, infatti, sono dotate naturalmente di un basso contenuto di oli e acqua, quest’ultima presente solo al 18%, quindi basta esporle al freddo per qualche ora di troppo o passare da ambienti interni caldi ad esterni freddi rapidamente per scendere sotto il livello di guardia.

Come combattere il fenomeno

Per contrastare la disidratazione in inverno, per prima cosa ricordati di bere quanto in estate e di indossare sempre i guanti quando esci.

Le secca

La logica conseguenza di una superficie disidratata è la secchezza e in questo le unghie non fanno eccezione. Anche se la consistenza dura rende questo effetto meno visibile, ti basterà passare un polpastrello su di loro quando sei senza smalto per accorgerti della morbidezza perduta.

mani

Come combattere il fenomeno

In questo caso la bacchetta magica in grado di risolvere il problema o per lo meno alleviarlo è la crema mani idratante. Portala sempre con te e spalmala diverse volte al giorno, indugiando anche su unghie e cuticole.

Per un booster di idratazione in più, la sera stendine uno strato più corposo, poi infilati un guanto di cotone, vai a dormire e lasciala agire tutta la notte.

Le rende inclini alla rottura

Più le unghie sono prive di acqua e nutrimento più è probabile che si spezzino, soprattutto nella parte finale. Se le porti particolarmente lunghe, infatti, gli ultimi millimetri sono naturalmente più deboli perché quelli più a contatto con altre superfici durante i movimenti delle mani. Il freddo invernale quindi, non fa che accanirsi su di loro e sbeccarle o, nei casi peggiori, spezzarle irrimediabilmente.

mani

Come combattere il fenomeno

Per evitare questo inconveniente, oltre a bere regolarmente, è importante prestare un occhio di riguardo all’alimentazione, introducendo nei propri pasti cibi che rinforzino le unghie come quelli ricchi di vitamine A, E, C e del gruppo B, oltre a zinco, ferro, fosforo e calcio.

Le ingiallisce

Questo evento non è strettamente collegato al freddo ma può essere considerato una conseguenza secondaria. Come dicevamo il gelo indebolisce le unghie, rendendole più vulnerabili e questo permette anche ad altri agenti esterni di approfittare della situazione.

In tal caso i nemici principali sono lo smalto e l’acetone che usi per toglierlo. Benché si tratti di elementi sempre piuttosto aggressivi, in condizioni normali e in cui lo stato esterno sia in salute e compatto, un’unghia è perfettamente in grado di sopportarli. Diverso invece quando si presenta all’appuntamento un po’ acciaccata per colpa del freddo. In quei frangenti la parte esterna diventa meno permeabile e può lasciare penetrare al proprio interno piccole particelle di ingredienti che, con il passare del tempo, tendono a ingiallirle.

Come combattere il fenomeno

Se sei solita usare sempre lo smalto, in inverno concedi alle tue unghie una tregua di qualche settimana. Nel frattempo, usa quelli rinforzanti e sottoponile a un trattamento sbiancante a base di limone, tamponando un dischetto imbevuto del succo sulla superficie ogni sera.

Le rende più vulnerabili ad altre aggressioni

Per lo stesso principio, le unghie in inverno tendono a reagire in modo negativo anche all’esposizione ad altri agenti.

A fare i danni maggiori sono i detersivi utilizzati per pulite piatti o superfici della casa, ma anche i disinfettanti per mani.

Dovresti inoltre fare attenzione alla temperatura dell’acqua quando le lavi o fai la doccia. Più questa è calda più porta via l’idratazione dalle unghie, che essendo già ridotta a causa del freddo rischia di scendere sotto il livello minimo.

Allo stesso modo anche i saponi troppo aggressivi potrebbero peggiorare un livello di idratazione già compromesso.

mani

Come combattere il fenomeno

Quando fai le pulizie domestiche, prima di portare le mani a contatto con i detersivi indossa i guanti di lattice.

Infine, dopo esserti disinfettata con il gel igienizzante usa sempre una crema idratante con la quale indugiare anche sulle unghie.

Riproduzione riservata