Trucco

Ecco perché devi assolutamente investire sul blush. Spoiler: è il nuovo eroe del make-up

Blush
Ebbene sì, hai letto bene: è il momento d’oro del blush. Prenditi una bella tazza di caffè e mentre la sorseggi ti raccontiamo tutto ciò che devi sapere per aiutarti nella scelta.

Il blush è il nuovo protagonista del make-up, questo lo abbiamo già annunciato, ma prima di spiegarti tutti i motivi per cui sta per diventare il tuo nuovo bff, ti spieghiamo anche come sceglierlo in base alle tue esigenze. Blush in polvere, in crema, liquido in stick e ora anche in gelatinoso (se non l’hai ancora visto su TikTok preparati, è crush assicurato): navigare tra tutte le texture e i finish per capire quale sia il blush miglior per ognuna di noi potrebbe essere più complicato del previsto, ma nulla di impossibile.

Blush: a cosa serve?

Il blush e fard sono la stessa cosa: i due termini infatti vengono utilizzati indistintamente per riferirsi a quel prodotto che si applica sulle guance per dare un effetto bonne mine ed eliminare dal viso eventuali grigiori.

Forse non lo sai, ma il blush ha una storia millenaria, tanto che già gli egizi e i greci lo usavano per dare quell’effetto di guance arrossate che fa apparire più sani e più belli. Ancora oggi il blush ha mantenuto la sua funzione di abbellire, ma viene anche utilizzato per scolpire le guance, enfatizzare alcuni punti del viso, scaldare l’ovale, creare look diversi e, se pensiamo ad alcune formule, il blush è un prodotto davvero versatile e multitasking che può anche essere passato sulle labbra per aggiungere un delicato tocco di colore, ma non solo.

@christxiee

These new @milkmakeup cooling water jelly tints are probably the most INNOVATIVE thing of 2024 but also they deliver one of the most long lasting blush I have ever tried 😭 Check them @sephora or Sephora.com on 2/6 #MilkMakeupPartner #LiveYourLook

♬ original sound – Christie X🤍

Come scegliere il blush in base al tipo di pelle

Se la tua pelle non presenta grandi problematiche, in linea generale puoi scegliere il formato di blush che più ti è congeniale in quel momento per creare il tuo make-up, ma se già ci troviamo davanti a pelle grasse o mature, allora diventa importante scegliere il prodotto meglio performante per durata e risultato.

In linea generale, le pelli grasse hanno bisogno di tenere sotto controllo l’eccesso di sebo, per cui le polveri sono la soluzione ideale. Se invece le pelli sono mature e quindi più secche, diventa necessario un prodotto che sia scorrevole, ma che allo stesso tempo garantisca la durata del trucco, per cui una formula liquida risulta il giusto punto d’incontro di tutte le esigenze che questo tipo di pelle può presentare. Le creme e gli stick sono facili da applicare sia su pelle secca che su pelle normale.

Come scegliere il colore del blush

Quando si tratta di scegliere il colore del blush teniamo bisogna tenere in considerazione un po’ di fattori, tra cui il colore e il sottotono dell’incarnato, anche se quest’ultima affermazione non è completamente esatta e poi ne spiegheremo il motivo.

Per quanto riguarda scegliere il colore del blush in base a quello della pelle è facile: più il colore del fard si avvicina a quello della pelle, più l’effetto finale sarà naturale, mentre più il colore si allontana da quello della pelle, più risulterà intenso. Anzi, i colori nella gamma dei marroni, più o meno intensi e più o meno caldi, possono anche dare un risultato come se avessi applicato il bronzer. E già così abbiamo svelato uno dei diversi utilizzi del fard.

Abbiamo già imparato che per individuare il colore migliore per noi dobbiamo considerare anche il sottotono della pelle, quindi se è caldo o freddo. Se non sai come fare, qui c’è il test. In questo modo se hai scoperto di avere un sottotono freddo, anche il colore del tuo blush dovrà essere freddo. Tuttavia nulla ti vieta di mixare (farlo con le polveri è più semplice) due colori dal sottotono diverso per ottenere una shade unica che ti calzi a pennello.

In linea generale i rosa danno un tocco di freschezza, le tonalità prugna sono per look ricercati, magari da sera, gli arancio e i rossi sono perfetti per un effetto sunkissed (o sunburnt) e i toni rosa nude sono l’ideale per un look naturalmente effortless e chic.

Come si mette il blush

Così come puoi trovare diverse formule di blush, allo stesso modo puoi utilizzare diversi metodi per applicarlo: dipende tutto dall’effetto che vuoi ottenere e da quanto sei esperta.

Facciamo l’esempio del blush in polvere. In questo caso ti serve un pennello con setole dense per avere controllo su dove lo andrai a posizionare. Preleva il fard con il pennello e tamponalo sul dorso della mano per distribuire il pigmento in maniera uniforme sulle setole e solo allora procedi a metterlo sul viso. Se invece è liquido, in crema, in gel o in stick puoi usare sia il pennello che il beauty blender o le dita.

Attenta però che non tutte le formule asciugano con la stessa rapidità e in alcuni casi devi essere molto veloce a sfumare, altrimenti rischi che si creino delle macchie di colore. Idem fai attenzione se il blush è molto pigmentato: in questo caso non esagerare con il prodotto e ricordati sempre che è più facile aggiungere che correggere. Tuttavia se il danno è fatto basta prendere il pennello che hai usato per mettere il fondotinta (se non lo usi puoi farlo con una goccia di correttore) e passare il residuo nelle zone dove devi smorzare sistemare.

Dove si mette il blush sul viso

Ė importante applicare il blush a seconda della forma del viso, così da poter avere un effetto lifting o di riempimento. Se hai bisogno di sollevare, allora pensa alla zona alta degli zigomi, sfumando verso la tempia; se invece hai il viso molto magro e vuoi dare effetto di riempimento posiziona il blush più vicino al naso. Per individuare la posizione giusta, immagina una linea verticale che scende dal centro della pupilla e incontra la punta del naso.

Hai esagerato con il prodotto e ti sei avvicinata troppo al naso? Il trucco del pennello di cui abbiamo parlato sopra è sempre un ottimo modo per correggere ed eliminare o tamponare gli eccessi.

Oltre a guance, zigomi e tempie, puoi mettere il blush anche sulla punta del naso, sulle labbra e sulle palpebre e potrai godere di un total look favoloso usando un solo prodotto.

I blush novità da provare

Scopri i blush più interessanti di stagione da provare ora! In polvere, crema, cushion o stick.

Ember Rose Collection Eternal Flame Blush, SHEGLAM

BlushExperience, Debby

Heart Affair Blush Stamp, Catrice (ed.lim.)

On-the-glow Blush, Pixi

Days in Bloom Luminous Cushion Blush, Kiko Milano

Duo Stick, Kess Berlin

Les Beiges Winter Blush, Chanel

Terracotta Blush, Guerlain

Afterglow Liquid Blush, Nars

Idôle Tint Liquid Eye-Blusher, Lancôme

Stick Blush, Anastasia Beverly Hills

Riproduzione riservata