Trucco

Correttori viso, istruzioni per l’uso: tutto quello che devi sapere e non osi chiedere

viso
I correttori non sono tutti uguali e se sceglierli e applicarli ti sembra l’impresa del secolo questa guida è quello che stavi aspettando.

Tra gli indispensabili del make up, insieme a mascara e lip balm, ci sono indubbiamente i correttori, paragonabili in tutto e per tutto a delle vere e proprie bacchette magiche cancella imperfezioni, a patto di saperli usare correttamente.

Facile a dirsi, molto meno a farsi, visto che le cose da sapere su questo prodotto miracoloso sono davvero tante ma niente panico, andiamo con ordine e cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

A cosa servono i correttori

Anche se può sembrare scontato, partire dalle basi non lo è mai quindi a scanso di equivoci è bene dire che le funzioni dei correttori siano tante.

Questi prodotti, infatti, servono per correggere piccoli inestetismi come occhiaie o borse, camuffare brufoli, macchie, discromie o cicatrici varie, oppure uniformare o rendere più luminoso l’incarnato.

I correttori però non sono tutti uguali ma differiscono per tipologia e colore e devono essere scelti in base al tipo di pelle ma anche e soprattutto al motivo d’uso.

Come scegliere la composizione

I correttori, esattamente come i fondotinta, possono essere cremosi, liquidi, in polvere o in cialde, e proprio come i fondi non vanno scelti a caso.

Quelli liquidi sono solitamente più leggeri e quindi funzionano meglio per le pelli grasse, mentre i cremosi essendo più pesanti e ricchi di pigmenti sono più adatti alle pelli secche.

Per le pelli miste, infine, la scelta idonea è rappresentata dai correttori in polvere o a cialde.

viso

Come scegliere il colore

Se per quanto riguarda la consistenza più o meno valgono regole simili ai fondi e quindi tutto può risultare piuttosto semplice, la scelta dei correttori si complica leggermente quando si parla di colori.

Ognuno, infatti, è in grado di neutralizzare uno specifico inestetismo, seguendo il principio dei colori complementari. Ecco come sceglierli in base all’uso.

Correttori colorati

  • I correttori verdi contrastano i rossori di qualsiasi tipo, dai brufoletti ai capillari spezzati.
  • I correttori viola mimetizzano le macchie tendenti al giallo e che compaiono più facilmente sulle ragazze che hanno una carnagione più olivastra.
  • I correttori lilla servono a sfumare le macchie grigie che a volte si formano sulla pelle delle fumatrici.
  • I correttori gialli coprono le discromie e le occhiaie violacee, mentre quelli arancioni o rosa salmone, infine, contrastano le occhiaie bluastre.

Mai più senza palette

I motivi per intervenire con un filo di correttore sul viso possono essere mille ma averne tanti di colori diversi rischia di rivelarsi uno spreco, anche perché la quantità da usare ogni volta è davvero minima.

La soluzione ideale, quindi, è quella di munirti di una palette di correttori che li contenga tutti. Ne esistono di ogni grandezza e per tutte le tasche e potrebbero rivelarsi il miglior investimento beauty per molto tempo.

Correttori neutri

Oltre ai correttori colorati esistono quelli dalle nuance molto simili ai fondotinta, e di conseguenza alla pelle. Questa tipologia svolge un’azione più delicata e non serve a correggere un inestetismo cromatico ma piuttosto a migliorare la grana della pelle o a levigare un piccolo difetto in rilievo.

Ottimi anche per mettere in pratica la tecnica del contouring o per illuminare il viso.

viso

Come stendere i correttori

I correttori possono essere applicati con pennelli e beauty blender ma gli strumenti migliori per farlo sono le dita perché ti consentono di essere molto più precisa. Inoltre il calore delle mani scioglie leggermente il prodotto, fondendolo in modo più naturale con la tua pelle.

Come coprire brufoletti e altre imperfezioni

Per coprire quel foruncolo che proprio non ti piace metti una piccolissima dose di prodotto sull’indice o sull’anulare, poi picchiettalo sulla zona interessata, facendo attenzione a non strisciarlo, altrimenti il dito lo porterà via il correttore un secondo dopo averlo steso.

Dopo questo passaggio puoi procedere in diversi modi. Se usi il fondotinta applicalo con delicatezza, cercando di coprire il colore del correttore senza però levarlo.

Se invece lasci la pelle senza fondo copri lo strato colorato con uno della stessa tonalità della tua pelle.

Come coprire le occhiaie

I colori delle occhiaie variano a seconda delle cause che le determinano e della tonalità della pelle. Solitamente però spaziano dal viola al blu. Avendo già stabilito quali siano i colori giusti per neutralizzarle, vediamo come mettere il correttore in questa parte del viso particolarmente delicata.

Prendi un po’ di prodotto e con il dito disegna un piccolo arco o un triangolo, con la base appena sotto l’occhio e il vertice verso la guancia. Picchietta i pigmenti fino a quando non siano perfettamente fissati.

Questa tecnica non aiuta solo a mimetizzare le occhiaie ma grazie a un gioco di luci ed ombre illumina anche il viso.

viso
Riproduzione riservata