protezione solare

Scegli la texture di protezione solare giusta! Qual è migliore per la tua pelle?

D'estate non è sempre facile scegliere la protezione solare più adeguata, perché entrano in gioco diversi fattori. Uno di questi è la texture, che deve essere adatta alla tua pelle. Scopri come scegliere quella migliore per una tintarella sana e duratura!

La protezione solare in estate (ma non solo) è la nostra migliore amica da tenere sempre con noi e su questo non c’è dubbio. Tuttavia la scelta della texture più adeguata per il tipo di pelle può destare non poca confusione. Può sembrare un fattore irrilevate, soprattutto a parità di SPF, invece può influire sull’efficacia della protezione, così come il fototipo e le caratteristiche della propria pelle. E non commettere l’errore di pensare che questo prodotto crei una barriera all’abbronzatura. Oggigiorno le diverse formulazioni riescono a sublimarla in modo impeccabile e a renderla duratura nel tempo.

crema solare viso

Le diverse zone del corpo infatti hanno bisogno di consistenze più o meno dense per proteggersi da ustioni, ma anche da possibili malattie della pelle più o meno gravi. Come scegliere, quindi, tra i diversi prodotti presenti sul mercato quello che ti garantisca una tintarella impeccabile e che duri a lungo?

Protezione solare in crema per chi ha molta pazienza

Per chi ama applicare sul proprio corpo prodotti cremosi, la versione in emulsione fluida è sicuramente la più indicata. Oggigiorno la lozione solare in questo formato svolge anche un’azione idratante importante, pertanto rimpolpa e nutre la pelle in profondità. La crema solare si presta soprattutto all’uso per zone sensibili e delicate come viso, collo e décolleté, ma chiaramente richiede molta pazienza. Affinché agisca bene, devi spalmarla per bene e farla assorbire dall’epidermide, in modo tale da evitare che i granelli di sabbia rimangano attaccati alla pelle, andando a grattarla e causando anche arrossamenti. Esistono comunque sempre più versioni che hanno un’azione quasi impermeabile che proteggono dall’effetto appiccioso e dal rischio di impanatura stile cotoletta!

crema solare

Texture in spray per chi non si ferma mai

Per chi ama stare in movimento, anche sotto al sole cocente, la scelta non può che ricadere sulla lozione in spray. Grazie al suo applicatore è rapidissima da applicare e da spruzzare su parti del corpo più difficili da raggiungere. Un esempio? La schiena!

spray solare

Certo, devi applicarla con maggiore frequenza soprattutto se fai spesso il bagno, perché la vaporizzazione non è intensa e precisa come la crema, ma sicuramente è molto più pratica se non riesci mai a fermarti. Via libera, allora, a camminate sul bagnasciuga (non dimenticare di metterti un cappello per proteggere i capelli e la testa!), tornei di beach volley e partite a racchettoni con gli amici!

Protezione solare in stick per le parti più delicate e piccole

La protezione solare in formato stick è perfetto il naso, le labbra, gli zigomi, il contorno occhi.

Si tratta di aree del corpo particolarmente delicate e che richiedono un’attenzione particolare (sapevi che anche la bocca può scottarsi?).

stick labbra

Solitamente la texture di questi prodotti è anche più grassa rispetto a creme e spray, pertanto si rimuove anche meno facilmente con l’acqua e l’umidità. Inoltre lo stick è estremamente preciso, quindi è fondamentale per coprire cicatrici, tatuaggi e nei.

Pelle secca? Con la protezione solare in mousse non sbagli!

Le micro bolle d’aria che si creano all’interno della protezione solare in mousse la rendono molto delicata e perfetta per pelli secche. Come lo spray, però, devi applicare una porzione di prodotto più abbondante perché, sebbene abbia una consistenza voluminosa, è davvero leggero.

protezione solare in mousse

Olio off limits se le temperature sono molto elevate

Se le temperature sono troppo alte, l’olio surriscalda la pelle impedendone una corretta traspirazione. Se però se amante della texture brillante e satinata che regala questo prodotto, utilizzalo con criterio se il clima è ventoso e asciutto, magari mentre stai passeggiando per la città o al lago. Ricordati infatti che ormai le formulazioni sono pensate per non lasciare l’epidermide unta. Il loro vantaggio, inoltre, è che spesso contengono al loro interno degli attivi che stimolano la melanina e rendono più velocemente la carnagione ambrata, mantenendola così a lungo.

olio solare

Non dimenticare però di tenere in considerazione la tua carnagione!

Ok scegliere la texture della protezione solare attraverso un giusto mix tra i tuoi gusti e le zone che devi proteggere. Ma non dimenticarti di valutare correttamente le caratteristiche della tua pelle per conoscere il tuo fototipo. Più alto è il fattore di protezione scelto, più questa sarà tutelata.

Chiaramente, più è chiara la tua pelle, più dovrà essere alto il fattore di protezione.

Solitamente la suddivisione dei solari è:

  • protezione bassa (da 6 a 10);
  • protezione media (da 10 a 30);
  • protezione alta (da 30 a 50+).

Pelli molto chiare che rischiano di scottarsi con estrema facilità e diventano rosse molto frequentemente devono prediligere una protezione molto alta. Pelli medio-chiare devono cominciare con una protezione solare alta per poi passare ad una media. In ogni caso, anche per pelli medie e scure, è consigliato non scegliere sotto una protezione con SPF 15. Questo perché devi comunque evitare scottature, ustioni e soprattutto melanomi che possono causare malattie anche molto serie.

protezione 30 spf
Riproduzione riservata

Make up your life

Beauty cards