Viso e corpo

Cos’è l’oilplaning, il dermaplaning che viene fatto con l’olio

oilplaning
03-05-2024
L’oilplaning è il fratello minore del dermaplaning, la tecnica di rasatura del viso che elimina peluria e cellule morte 

Tutti ormai conosciamo il famosissimo dermaplaining, ossia la tecnica che consiste nel rasare il viso con un apposito rasoio per eliminare la peluria e le cellule morte in eccesso, ma sappiamo cos’è l’oilplaning? 

L’ultima tendenza di TikTok in materia di cura del viso unisce i benefici del dermaplaining alle proprietà nutrienti e lenitive dell’olio - da qui il nome oilplaning - rendendo accessibile questa tecnica anche a pelli che generalmente la mal tollerano a causa della loro sensibilità. Le pelli molto reattive infatti generalmente sono le più sfortunate quando si tratta di provare nuove tendenze skincare che, per quanto utili ed efficaci, rischiano a volte di risultare troppo aggressive sulla cute e di dar luogo, in caso di pelli già sensibilizzate, a irritazioni e side effects non piacevoli come desquamazione, prurito e infiammazioni varie. Se il dermaplaning era dunque fino ad ora sconsigliato a chi soffre di acne, psoriasi, eczema, dermatite, rosacea, secchezza eccessiva o qualsiasi altra infiammazione cutanea, con l’oilplaling la rasatura del viso non sarà più un problema. Questo perché grazie all’olio, che viene applicato su tutto il volto prima di iniziare, il passaggio del rasoio sulla cute non risulterà così invasivo come “a secco” e assicurerà un’epilazione e un’esfoliazione senza traumi alla pelle, evitando che la lama entri in contatto diretto con la cute. 

@barefacedskin

Raise your hand if you’ve ever felt personally victimized by dry dermaplaning? 🙋‍♀️😳 Here’s the video proof that oilplaning with Perfectionist and the Barefaced Facial Razor sets you up for better shaving success. Slim to none on the nicks cuts and no more hair on your chinny, chin, chin.🪒 #dermaplaning #oilplaning #facialoil

♬ original sound – Barefaced

Ovviamente questo non significa che possiamo abbassare completamente la guardia: dobbiamo comunque prestare assoluta attenzione ai nostri movimenti, perché la pelle del viso, essendo una delle più delicate, è una delle più soggette a tagli & taglietti. La lama quindi andrà inclinata di 45° gradi e i nostri movimenti dovranno essere cauti, brevi e leggeri. Dovremo procedere lentamente, mantenendo la pelle più tesa possibile e pulire man mano la lama con un dischetto di cotone, evitando che la peluria ci si accumuli sopra e, in caso di brufoli, cicatrici o irritazioni, è importante schivarli e rinunciare a passare il rasoio sopra l’area indicata. Una volta finito il tutto, è consigliabile detergere a fondo la pelle con un cleanser delicato dalla texture in olio o in crema, procedendo poi una skincare lenitiva ricca di attivi come ceramidi, peptidi o vitamina E. 

@np.miranda

It is absolutely false that if you shave your face at the hair is gonna grow back thicker. Shaving your face not only leaves your skin silky smooth, but it also helps exfoliate those dead skin cells that can build up and cause acne and slow down the cell turnover process. But the best of all is using oil instead of just doing it on dry skin. It’s a game changer! #oilplaning #dermaplaning #faceshaving #exfoliationtips #viral #fyp

♬ original sound – Np.Miranda

Infine, per ottenere risultati più efficaci ripeti questo trattamento ogni due o tre settimane. 

Ma quali sono gli altri benefici di usare un olio sulla pelle?

Oltre alla funzione di barriera protettiva per prevenire tagli ed escoriazioni, l’olio garantisce idratazione e nutrimento, infondendo nella pelle attivi e ingredienti che sono utili - in una rosa di benefici possibili - per elasticizzarla, illuminarla, lenirla e così via. 

I più indicati da usare sono:

L’olio di jojoba, ricco di antiossidanti come la vitamina E, davvero perfetto per un oilplaning antinfiammatorio e lenitivo. 

L’olio di rosa canina, che nutre la pelle grazie alla Vitamina A e alla vitamina C, non lasciandola troppo appesantita mentre ne migliora visibilmente il tono.

L’olio di squalano - che è la forma idrogenata e stabilizzata dello squalene, un emolliente di origine naturale chimicamente affine al sebo prodotto dal nostro corpo - che aiuta a trattenere l’acqua e le sostanze nutritive all’interno dell’epidermide. 

L'olio di nocciolo di albicocca, un olio leggero che la nostra pelle assorbe rapidamente e che fornisce un’ottima scorrevolezza nella fase di rasatura. È ricco di vitamina E e acidi grassi, che nutrono e idratano la pelle e migliora l'aspetto della cute opacizzata.

L'olio di vinaccioli, che viene estratto dai semi degli acini dell’uva ed, essendo ricco di acido linoleico e polifenoli antiossidanti, nutre la pelle proteggendola dall’ossidazione dei radicali liberi che rischiano di velocizzare il processo di invecchiamento; in più è particolarmente indicato per la pelle grassa o a tendenza acneica in quanto riequilibra la produzione naturale di sebo non ostruendo i pori della pelle.

L'olio di avocado, che stimola la produzione di collagene, donando alla pelle nutrienti essenziali come vitamine A, D ed E che svolgono un ruolo cruciale nel mantenere l’epidermide morbida, sana e luminosa, aiutando la rigenerazione cellulare e aumentando l’elasticità. 

Riproduzione riservata