Piacersi

Accettare il proprio corpo: le star schierate con la Body Positivity contro gli standard irraggiungibili

body-positivity-barbie-ferreira
Niente è difficile quanto accettare il proprio corpo e andarne fieri, specie a Hollywood e dintorni dove la perfezione sembra essere l’unica cosa che conta. Alcune celeb, però, non ci stanno e hanno scelto di combattere gli standard impossibili imposti dal mondo della bellezza.

Sincerità. Forse, è tutto quello che si potrebbe desiderare dal mondo della bellezza nel 2022. Una trasparenza che permetta di essere sè stessi senza vergogna e senza timore. Che gli standard della società odierna siano completamente irraggiungibili è cosa nota.

Tutt’altra faccenda è trovare il modo giusto per ribellarsi e abbatterli. Un aiuto importante è, certamente, quello delle star: sono sempre di più, infatti, le celeb che supportano la Body Positivity, mostrando i loro corpi esattamente come sono, senza temere cellulite o chili di troppo. E raccontandosi, rivelando senza timori le difficoltà – anche mentali – di dover sottostare ai requisiti imposti dalla società e dall’industria cinematografica e musicale.

La strada da fare è ancora tantissima, ma la denuncia social delle star è il primo passo di cui avevamo bisogno

Parola d’ordine per accettarsi: inclusività

Il mondo del beauty ha un compito tanto arduo, quanto importante: democratizzare la bellezza. È fondamentale, infatti, che ogni persona possa sentirsi rappresentata e accettata esattamente per quello che è. Non si tratta solo di fornire un numero adeguato di shades di fondotinta o di fare in modo che i prodotti haircare possano rispondere davvero a tutte le esigenze, dai capelli afro a quelli liscissimi.

È necessario che la bellezza diventi inclusiva e, in un certo senso, multiforme, cosicché possa abbracciare ogni persona e includere ogni taglia, ogni bodyshape e ogni tipo di pelle. Al resto dovrà pensare una filosofica “sospensione del giudizio”: non esistono corpi giusti o sbagliati, belli o brutti, degni o meno di indossare un bikini.

Tutto ciò che conta è sentirsi bene, essere in buona salute e, possibilmente, piacersi, al di là di convenzioni sociali e stardard di bellezza impossibili.

10 star paladine della Body Positivity

Demi Lovato e l’amore ritrovato per sé stessa

A Demi Lovato non manca il coraggio di parlare sui social e raccontare il proprio disagio. Dopo il coming out come persona non binaria nel 2021, trovare la forza di continuare ad amarsi nonostante le critiche non è stato facile. Un percorso iniziato anni prima, durante l’adolescenza, quando il cambiamento ormonale ha trasformato il corpo di Demi, aggiungendo qualche curva. Piccoli passi: il viaggio verso il cambiamento parte anche semplicemente mostrando qualche foto in bikini sui social. 

Lili Reinhart contro gli stereotipi

Chi potrebbe sospettare che Lili Reinhart abbia qualche problema con gli standard di bellezza del XXI secolo? Eppure, la star di Riverdale non manca di prendere posizione contro le imposizioni insensate della società. Dal rifiuto del concetto di “bikini body” alle storie su Instagram per raccontare l’acne cistica. 

Lena Dunham senza filtri

È una vera paladina della Body Positivity: da sempre, infatti, Lena Dunham racconta il suo corpo sui social. Non solo, però, perché l’attrice di Girls non ha mai nascosto i suoi problemi con l’alcol, invitando i suoi follower ad essere più indulgenti con sé stessi.

Barbie Ferreira contro le imposizioni della Body Positivity

C’è anche chi, come Barbie Ferreira, non risparmia le critiche nei confronti del movimento Body Positivity. Messaggi motivazionali e accettazione a tutti i costi, infatti, possono avere anche dei risvolti negativi: dover essere sicuri di sé stessi a tutti i costi, mostrandosi orgogliosi e fieri, infatti, può avere dei risvolti tossici. La stessa Body Positivity, infatti, etichetta le persone, confinandole nel contenitori restrittivi quanto quelli della “perfezione”. 

Lizzo: “Normalize normal bodies”

L’obbiettivo di Lizzo? Superare il “problema del corpo” e arrivare finalmente a una condizione di neutralità, in cui l’aspetto fisico non conterà più nulla. 

Essere più gentili con il proprio corpo come Drew Barrymore

Drew Barrymore, sui social, insegna la gentilezza, specialmente verso sè stessi. Il suo invito, infatti, è quello di dirsi qualcosa di bello ogni giorno, imparando ad apprezzare il proprio aspetto ogni giorno un po’ di più. 

Billie Eilish ha un pessimo rapporto con il suo corpo

Billie Eilish ha raccontato al The Guardian di aver imparato a dissociarsi dai suoi sentimenti riguardo al proprio corpo durante le sue performance sul palco. Una vera e propria confessione: la cantante, infatti, ha raccontato di avere un pessimo rapporto con il suo aspetto fisico, tanto da voler sempre indossare abiti larghi durante i concerti per non doversi preoccupare di come appare. 

Body Positivity: Camila Cabello contro gli haters

Camila Cabello è finita spesso nel mirino degli haters per la sua forma fisica, giudicata insufficiente. Le risposte della cantante, però, non potrebbero essere più body positive. Oltre a non lasciarsi fermare o scoraggiare da chi la vorrebbe diversa, più magra o – semplicemente – vestita abbastanza da coprire le sue forme. È successo lo scorso luglio, quando Camila Cabello è stata attaccata per la sua pancia non abbastanza piatta e scoperta durante il jogging.  

Riproduzione riservata