viso acqua e sapone con primer

Preparare la pelle al trucco: primer, tutte le (vere) istruzioni per l’uso

Il primer è un ottimo prodotto per preparare la pelle al trucco rendendola liscia, idratata e radiosa. Scopri le istruzioni per utilizzarlo al meglio e ottenere risultati strepitosi!

Il primer rappresenta un prodotto per la base viso da applicare prima del trucco oppure anche da sola per rendere l’incarnato uniforme o per correggere difetti e discromie della pelle. Rispetto al correttore non ha un forte potere coprente. Per tale motivo non può essere sostituito a quest'ultimo se si vogliono attenuare occhiaie scure o brufoli molto visibili, per esempio.

Questo cosmetico è perfetto soprattutto per donare alla pelle un aspetto fresco, sano e radioso, affinando la grana della pelle. Per sfruttarlo al meglio, però, devi conoscere quali sono le sue caratteristiche e come va utilizzato. Continua a leggere, troverai tutte le istruzioni per l’uso!

Il primer: un prezioso alleato per il tuo make up

Il primer è il prodotto perfetto per correggere la lucidità del viso, minimizzare i pori dilatati e rendere più vivace e dall’aspetto in salute un colorito spento. Ma non solo. La sua texture è formulata in maniera tale da agevolare l’aderenza del trucco, rendendo più efficace e duraturo il fondotinta. Con alcuni primer, infatti, riesci addirittura a resistere tutto il giorno con il make up senza che si rovini, soprattutto se si tratta di prodotti long lasting.

ragazza make up leggero

A differenza del correttore, il primer non agisce per stratificazione, ma in profondità: la sua consistenza è infatti meno densa e ricca di pigmenti e lavora sulla pelle come un trattamento.

Solitamente questo cosmetico contiene principi attivi elasticizzanti, rivitalizzanti, idratanti e antirughe. Se prima veniva spesso criticato perché contenente siliconi e altre sostanze che non lasciavano respirare adeguatamente l’epidermide, ora è sviluppato in modo da essere sempre più nutriente e benefico per la pelle. In base alla funzione che deve svolgere può essere in crema, trasparente, leggermente colorato o in gel. La pelle risulta immeditamente più opaca, ma allo stesso tempo luminosa, fresca e levigata.

Pertanto è l’alleato numero uno per creare una base trucco strepitosa e impeccabile, ma anche per chi preferisce minimizzare l’utilizzo del fondotinta e mantenere un look acqua e sapone. Il primer può essere infatti utilizzato anche da solo in abbinata al correttore: una coppia che può regalarti grandi soddisfazioni senza creare un effetto mascherone sul viso!

Primer occhi per accogliere con successo matite e ombretti

Il primer non è un prodotto pensato solo per il viso, ma esistono anche delle formulazioni più leggere e delicate per gli occhi. Anche se in misura minore, queste contengono comunque delle proprietà correttive dei colori della pelle. Sono adatti, infatti, per coprire occhiaie evidenti e scure insieme a un correttore luminoso.

L’ideale è scegliere una nuance in grado di neutralizzare il colore delle occhiaie. Quindi giallina per occhiaie tendenti al blu e aranciata (dunque calda) per occhiaie tendenti al violaceo.

primer occhi

Come utilizzare al meglio il prodotto

Affinché il primer renda il viso privo di imperfezioni e permetta al trucco di durare tutta la giornata, devi imparare a stenderlo correttamente, senza fare pasticci. Applica la crema da giorno abituale e poi il primer per preparare la pelle al trucco. Se vuoi coprire imperfezioni abbastanza evidenti, come macchie e cicatrici, stendi con i polpastrelli un correttore ad alta coprenza ed eventualmente il fondotinta.

primer viso

Ricordati però che il primer va utilizzato con moderazione, senza eccedere con le quantità e creare uno strato molto sottile. Usarne troppo, infatti, potrebbe determinare un rigetto da parte della pelle. Questo tende a creare un antiestetico effetto con la conseguente formazione di pallini e residui poco piacevoli. Inoltre, devi tenere conto dell’obiettivo che vuoi raggiungere: se intendi prolungare la durata del trucco, stendilo su tutto il viso. Se invece l’obiettivo è quello di rendere più opaca la zona T, diminuendo il più possibile l’effetto lucido, stendi il prodotto soprattutto in quella zona.

Per quanto riguarda il primer per gli occhi, invece, questo va applicato dopo la crema contorno occhi abituale. Ma in ogni caso devi controllare che la pelle non sia troppo secca o con segni particolari. Per quanto concerne le zone, devi stendere il prodotto, possibilmente con i polpastrelli o anche con un pennellino, sulla palpebra mobile, su quella fissa e nell’area perioculare.

Prima di procedere con l’utilizzo del correttore, lascia un attimo che il primer si assorba bene. Se così non dovessere accadere, il rischio è che il trucco entri nelle pieghe sotto agli occhi. E l’effetto è assolutamente antiestetico e artefatto.

Primer mescolato al fondotinta: sì o no?

Alcuni primer per il viso hanno la possibilità di essere mixati anche a un fondotinta ad effetto satinato. In questo modo puoi realizzare una base leggera riducendo i passaggi.

L’importante è miscelare texture dello stesso tipo affinché i due prodotti risultino in armonia tra loro e non si creino strati pesanti e innaturali sul volto.

Per esempio ti sconsigliamo di mischiare assolutamente sostanze oil free con altre che invece contengono grandi quantità di oli. La cosa migliore per essere comunque certa di ottenere un buon risultato è fare delle prove e osservare con quali cosmetici il viso risulta più radioso, curato e fresco.

fondotinta
Riproduzione riservata

Make up your life

Beauty cards