Capelli

Beauty amarcord: tutti i segreti dei bigodini che devi conoscere per capelli mossi bellissimi

05-12-2022

I bigodini non passano mai di moda e sono perfetti per chi vuole un riccio o un mosso naturale. Ma sai quali scegliere, e come metterli e toglierli per un risultato impeccabile?

Basta vedere un paio di bigodini per riportare alla mente i ricordi di mamme e nonne che li indossavano per ore e ore. E oggi? Oggi, i bigodini, sono ancora un must della piega fai-da-te, specialmente per chi voglia ottenere una chioma voluminosa, vaporosa, mossa e ondulata, senza ricorrere a metodi più invasivi, come il ferro, o irreversibili, come la permanente.

Inventati nel 1909 da Karl Nessler, lo stesso che inventò la permanente, i bigodini sono uno degli intramontabili accessori indispensabili per qualsiasi donna, la cosa importante è sapere come applicarli e, soprattutto, scegliere i bigodini più adatti ai nostri capelli e all’effetto che si vuole ottenere. Indecisa su come fare? Te lo spieghiamo noi.

 

Quali bigodini scegliere

Si fa presto a dire bigodino, in realtà sul mercato ne esistono di tantissimi tipi e, per sceglierli, è bene valutare la lunghezza dei propri capelli:

– capelli lunghi: scegli dei bigodini grossi, perché ti daranno la certezza di riuscire a chiudere la chioma nella sua totalità;

– capelli corti o medio corti: puoi usare anche quelli più piccoli, considerando che minore è il diametro e maggiore sarà l’effetto riccio.

Tipi di bigodini

Se una volta era possibile scegliere solo la dimensione del bigodino, dato che l’unica tipologia presente era di plastica, oggi è possibile scegliere tra diversi modelli perfetti anche per chi è alle prime armi:

– bigodini in plastica da utilizzare con i beccucci e che possono avere l’interno pieno o vuoto;

– bigodini in velcro, che non hanno bisogno di beccucci o forcine per mantenere la posizione e quindi non c’è pericolo che rimangano segni poco carini sui capelli;

– bigodini magici, fatti di silicone sottile e con una forma a spirale allungata. Le ciocche di capelli vengono inserite all’interno dei bigodini con l’utilizzo di una speciale bacchetta che termina con un piccolo uncino;

– bigodini flessibili, cilindri di diametro ridotto e di forma allungata ricoperti di materiale gommoso.

Come mettere i bigodini in plastica

Per applicare i bigodini nel modo corretto non ci sono particolari accorgimenti e serve poco tempo, bisogna solo fare un po’ di pratica.

Dopo aver lavato e tamponato i capelli (o dopo averli inumiditi con uno spruzzino e dell’acqua se non hai tempo di lavarli) si consiglia di applicare una noce di mousse per i ricci per un risultato più definito e duraturo.

Ora dividi i capelli in ciocche di media grandezza, tenendo presente che più ciocche farai e più l’effetto sarà mosso.

Inizia quindi dalla parte inferiore del cuoio capelluto (la nuca) e attorciglia ciocca per ciocca i capelli al bigodino, tutti nello stesso verso. Dopo averli applicati su tutta la testa meglio mettere una retina per bigodini o, se non ce l’hai, una cuffia da doccia, in modo da tenerli fermi senza rovinare l’acconciatura, e asciuga i capelli con il phon o, meglio ancora, con il casco.

Ora non ti resta che aspettare il tempo di posa che dipenderà dal riccio che vuoi ottenere, ma in media è meglio tenerli dalle 2 ore a tutta la notte.

Come mettere i bigodini flessibili

Discorso leggermente diverso va fatto per i bigodini flessibili, formati da un bastoncino plastificato circolare gommoso e flessibile, che andrà ad attorcigliare la ciocca di capelli.

Quelli che hanno un maggior diametro creeranno delle onde morbide, quelli invece di diametro minore, arricceranno maggiormente la ciocca e sono adatti a lunghezze medio corte.

Per prima cosa dividi la chioma in ciocche di media grandezza. Se parti da capelli asciutti inumidiscili con uno spruzzino e un po’ di acqua. Procedi prendendo la prima ciocca e arrotolandola al bigodino flessibile fino alla punta, poi fissala con un nodo. Se vuoi prolungare la durata del boccolo finale, spruzza con del fissante per capelli al termine di ogni bigodino applicato.

Non è necessario asciugare poi con phon o posizionarsi sotto al casco; la posa potrà durare dalle tre alle quattro ore, ma puoi anche andare a dormire con i bigodini – non dovrebbero dare fastidio, considerato il materiale morbido di cui sono fatti – ottenendo così una piega ancora più duratura.

Una volta che li avrai rimossi delicatamente, usa le dita per districare i boccoli e fissali con un po’ lacca spray.

Come mettere i bigodini magici

Per chi non ha molta dimestichezza con becchi e movimenti rotatori, oggi è possibile utilizzare i bigodini magici per realizzare un perfetto mosso anche sui capelli più lunghi.

Parti, come sempre, dai capelli bagnati e leggermente tamponati per eliminare l’eccesso di acqua. Pettinali con attenzione e, se ne hai la necessità, applica un prodotto districante o una mousse per migliorare la tenuta dei ricci. 

Inizia, quindi, a dividere i capelli in ciocche di piccole o medie dimensioni. Se ami le onde molto ampie questi bigodini non sono adatti visto che le ciocche troppo grandi non possono essere inserite al loro interno. 

Dopo aver inserito la bacchetta all’interno del bigodino, passando da una estremità all’altra, inserisci la radice la ciocca nell’uncino e inizia a tirare verso il basso: in questo modo la ciocca entrerà con facilità nel bigodino. 

Ora non ti resta che lasciarli in posa anche tutta la notte. 

I bigodini a spirale

I bigodini a spirale sono una delle ultime novità in campo haircare fai da te e possono essere applicati facilmente sia sui capelli corti che si quelli lunghi. Ovviamente è fondamentale acquistare quelli giusti e, una volta fatto, utilizzarli sulla capigliatura.

La cosa da sapere, però, è che questi bigodini morbidi permettono di ottenere boccoli ampi e soffici, ben diversi da quelli più strutturati risultanti dall'applicazione dei classici bigodini con struttura in plastica rigida.

Esistono i bigodini per i capelli corti?

Chi lo dice che le acconciature più corte debbano rinunciare all'effetto mosso? Anche in questo caso si possono utilizzare i bigodini per i capelli corti. Dal diametro ridotto, questi strumenti, permettono di aumentare il volume e rendere la capigliatura più vaporosa. L'ideale per chi ha i capelli fini e con poco corpo. 

I bigodini per fare le onde

Quando si parla di bigodini è facile pensare a ricci, boccoli o un mosso molto sostenuto. Al momento, però, le tendenze vogliono i capelli, che siano più o meno lunghi, arricchiti da onde strutturate, texturizzate e wild.

Anche in questo caso, ovviamente, è possibile ricorrere all'uso dei bigodini evitando così spiacevoli fondi di calore come ferri arricciacapelli o piastre. In questo caso, i bigodini per fare le onde, rientrano tra quelli morbidi e sono però caratterizzati da una struttura a zig-zag, decisamente diversa dalla classica a spirale.

Lasciandoli in posa tutta la notte, o per diverse ore, sarà possibile ottenere un capello mosso e di tendenza. 

Come mettere i bigodini da sola

Parlando di bigodini, è normale chiedersi come metterli da sola. Ovviamente dipende dalla tipologia scelta, in riferimento anche al tipo di capello e al taglio, ma la base può essere comune per tutti.

La prima cosa, dopo aver eliminato l'eccesso di acqua e aver pettinato con cura la chioma, sarà bene dividere in sezioni la testa in modo da agire con attenzione e non dimenticare nessuna ciocca. E proprio come per la fase di asciugatura e messa in piega sarà bene partire dalla parte bassa e pian piano salire verso la parte alta.

Per ulteriore comodità, poi, noi ti consigliamo di lavorare su metà capo alla volta in modo da agire con più facilità su tutta la chioma e raccogliere tutti i capelli.

Come togliere i bigodini

Una volta che pensi che il tempo di posa sia stato abbastanza, puoi rimuovi i bigodini uno ad uno con delicatezza partendo dalla nuca e pian piano risalendo verso la fronte.

In seguito, mettiti a testa in giù e rialzati di colpo per dare ancora più volume alla piega riccia e, come tocco finale, spruzza un filo di lacca.

VEDI ANCHE

Capelli mossi? 10 modi infallibili per fare le onde senza piastra

Beauty

Capelli mossi? 10 modi infallibili per fare le onde senza piastra

VEDI ANCHE

Come asciugare i capelli a regola d’arte: tutti i segreti di uno styling perfetto

Beauty

Come asciugare i capelli a regola d’arte: tutti i segreti di uno styling perfetto

Riproduzione riservata

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina The Wom Beauty ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.