Viso e corpo

Come applicare e togliere l’autoabbronzante: le regole per una fake tan perfetta 

13-07-2023
Fake tan? Ecco tutti i consigli per mettere e togliere l'autoabbronzante.

L’unica abbronzatura totally safe e non dannosa per la pelle? L’autoabbronzante.

Ebbene sì, sappiamo che con l’estate che avanza, il desiderio di quella meravigliosa tintarella dorata sulla pelle prende possesso di te (come di tutti) e, l’unico modo effettivamente e scientificamente non dannoso per ottenerla è… utilizzare un autoabbronzante. 

Al giorno d‘oggi, infatti, grazie alle moltissime informazioni in merito, la corsa all’abbronzatura ottenuta abbrustolendoci sotto al sole cocente e senza protezione, non è più una prerogativa di molti, anzi, il pubblico è sempre più orientato verso un’alternativa sicura e facile: la fake tan.

Dì addio alle scottature, al caldo e a tutto il resto: usare l’autoabbronzante è a portata di mano e on the go! Se, però, non hai mai avuto il coraggio di provarlo per paura di macchie, imperfezioni e di diventare arancione, leggi questa guida su come mettere e togliere la fake tan come una vera esperta e, una volta terminata, sarai pronta per imbarcarti in questa esperienza che potrebbe rivoluzionare il modo in cui ti approcci all’abbronzatura. 

Le regole per applicare alla perfezione l’autoabbronzante

Esfolia La Pelle

Per ottenere un risultato omogeneo ricordati di esfoliare bene prima dell’applicazione: la pelle dev’essere infatti priva di residui e cellule morte che potrebbero alterare il risultato finale.

Depilati

Il goal è rendere la pelle più lascia possibile, in modo da evitare striature o macchie: depila dunque tutte le zone “possibili” prima di passare all’applicazione della fake tan. Se sei una fan della ceretta, ricorda di depilarti qualche giorno prima di stendere l’autoabbronzante per evitare irritazioni; se invece preferisci la lametta, via libera – ma sempre facendo attenzione a piccoli taglietti e rossori. 

Detergi la pelle 

Un altro passaggio da tenere a mente prima di procedere con la tintarella in boccetta è quello di lavarsi e detergere per bene la pelle: stai attenta però a non lasciare zone umide o gocce d’acqua, che potrebbero far aderire male l’autoabbronzante e generare chiazze e zone disomogenee.

Scegli un autoabbronzante adatto alla tua pelle

Se hai sempre avuto paura di diventare arancione (o ti è perfino capitato di diventarlo) e hai rinunciato alla fake tan, è arrivata l’ora di fare proprio il concetto di DHA. Il DHA è il principio attivo necessario per la doratura della carnagione e, più la tua pelle sarà chiara, meno DHA dovrà contenere l’autoabbronzante che sceglierai (attorno al 3% o meno). Dal 3 al 5% di DHA, è invece la quantità ideale per le pelli più scure. In base a quanto la tua pelle è scura e a quanto abbronzata vuoi diventare, scegli prodotti con concentrazione di DHA sempre più alta. 

Distingui la pelle del viso da quella del corpo

A meno che non sia specificato nell’etichetta, utilizza sempre due prodotti diversi per viso e corpo: la pelle del volto infatti è più delicata, più sottile e, soprattutto, più sensibile di quella del corpo (e spesso anche più chiara). Per questo è importante diversificare gli autoabbronzanti, anche in base alla loro composizione: per il viso, opta per delle goccine da mixare alla tua crema abituale per essere sicura di gestire il colore e di stemperarlo come si deve, per il corpo invece puoi procedere tranquillamente con mousse, oli o creme da applicare direttamente senza miscelazioni. 

Fai attenzione alle zone critiche 

Nel viso, le zone “pericolose” sono sopracciglia, attaccatura dei capelli e lati del naso; nel corpo ginocchia, gomiti, caviglie + mani e piedi. In tutte queste parti procedi con cautela e lavora il prodotto con precisione, senza accontentarti di una stesura sommaria (che probabilmente pagherai il giorno dopo). 


1/11
Kiko Milano, Smart Drops Self-Tan Serum 

2/11
Nuxe, Sun, Autoabbronzante Idratante

3/11
Diego Dalla Palma, Tan Tan Gradual Self-Tanning Face Serum

4/11
Sephora Collection, Mousse Autoabbronzante Corpo

5/11
Isle Of Paradise, Medium Self-Tanning Drops, Face & Body

6/11
St Tropez, Self Tan Express, Mousse Autoabbronzante Rapida

7/11
Freshly Cosmetics, Bronzing Radiance Self-Tanning Cream

8/11
Bali Body, Mousse Auto-Abbronzante

9/11
Coco & Eve, Sunny HoneyMousse Autoabbronzante Di Bali

10/11
Tan-Luxe, The Gradual Illuminating Tanning Lotion

11/11
RVB Lab, Gocce Autoabbronzanti Corpo

PREV

NEXT

Le regole per rimuovere alla perfezione l’autoabbronzante

Siamo giunte alla parte più spiacevole, ossia il momento di rimuovere la nostra fake tan – ma solo per riapplicarla il giorno successivo, quindi non essere triste!
Come fare dunque e quali prodotti usare?

Non grattare la pelle

Non serve sfregare o strofinare con forza: così facendo rischi solo di irritare l’epidermide e di arrossarla senza ottenere nessun risultato.

Usa un self tan remover apposito

L’opzione migliore, per rimuovere la fake tan, è di certo utilizzare un prodotto specifico per togliere l’autoabbronzante (molte linee hanno anche il loro self tan remover abbinato proprio al prodotto he avete utilizzato).

Esfolia per rimuovere le cellule morte della pelle

Questo procedimento non solo ti aiuterà a dare nuova vita alla tua pelle, ma anche a eliminare eventuali residui di fake tan “duri a morire”. Utilizza un guanto apposito per rimuovere l’abbronzatura, eliminare la pelle secca e ottenere poi una pelle morbida e liscia, che garantirà una prossima abbronzatura e applicazione equilibrata.

idrata prima della prossima applicazione

Per nutrire la tua pelle – in particolare dopo averla esfoliata – termina la rimozione dell’abbronzatura con una sessione di relax e idratazione, prestando molta attenzione alle aree soggette a secchezza, come i gomiti o le ginocchia. Prendersi cura di loro un po’ di più ti aiuterà a prevenire screpolature nei prossimi giorni e, come sempre, a ottenere un’applicazione più omogenea. 

Aspetta il tempo necessario prima di riapplicare la fake tan 

Non avere fretta: se possibile, attendi fino al giorno successivo per riapplicare la fake tan, in modo che l’idratante abbia il tempo di penetrare bene nell’epidermide. 


1/9
Fler, Rasoio Color Blush

2/9
Estrid, Kit Ceretta Per Il Corpo

3/9
Revolution Skincare, Revolution Beauty Luxe Tanning Exfoliating Mitt

4/9
Tanologist, Self Tan Eraser

5/9
Ouai, St. Barts Body Cream

6/9
Sunday Riley, Charcoal Smoothie Jelly Body Scrub

7/9
Sol De Janeiro, Bum Bum Body Scrub

8/9
Ameliorate, Guanto Esfoliante 

9/9
Bondi Sands, Self Tan Eraser 

PREV

NEXT
Riproduzione riservata