baffetti

Baffetti, togliere o schiarire? Una guida per affrontarli

Fate parte anche voi della categoria "baffetti mai"? Se la risposta è sì, ecco quali sono i rimedi per combatterli: depilazione o schiaritura. L'importante è scegliere il metodo giusto per essere impeccabili.

Quando si parla di peluria e in particolare dei baffetti che tutte/i (chi più chi meno) abbiamo sulla parte superiore delle labbra, esistono due categorie di persone: chi non ha nessunissimo problema a tenere questo naturale dettaglio del proprio corpo e chi, invece, gli dichiara una guerra senza fine e senza esclusione di colpi.

Se fate parte del primo gruppo non avrete di certo problemi a rispondere alla prossima domanda (nessuno dei due) ma se anche voi fate della lotta ai baffetti la vostra ragione di vita, come vi comportate di fronte al dilemma tra togliere o schiarire? Due rimedi che presentano pro e contro e che, proprio per questo, è meglio approfondire, prima di prendere qualunque decisione.

Baffetti e depilazione

Per prima cosa, è bene comprendere cosa accade ai vostri baffetti a seconda della scelta del proprio metodo del cuore.

Quando si parla di depilazione e, quindi, di togliere i baffetti bisogna mettere in conto che, in modo più o meno frequente, è un trattamento che andrà ripetuto nel tempo. E questo per ovviare alla tanto temuta (e per alcune fastidiosa) ricrescita. E che, volenti o nolenti, vi capiterà di dover affrontare.

Una soluzione temporanea, quindi, di breve o media durata a seconda della tipologia di depilazione scelta. 

Depilazione a breve termine

Tra i metodi di depilazione per i baffetti di brevissima o breve durata, ci sono: 

  • la rasatura, in cui viene eliminata solo la parte superficiale dei baffetti e che, necessita di essere ripetuta già uno o due giorni dopo il trattamento;
baffetti rasoio
  • crema depilatoria, che “scioglie” i baffetti penetrando leggermente nella cute, permettendo che la depilazione duri qualche giorno di più rispetto al rasoio.
baffetti crema

Due “rimedi” di breve durata e di cui dovrete monitorare l’andamento. Magari tenendo sempre con voi una pinzetta per eliminare quell’uno o due baffetti che decidono di anticipare la ricrescita rispetto agli altri.

Rischi

Se si decide di optare per una depilazione di questo tipo, però, è bene sapere che la ricrescita del pelo, oltre a essere piuttosto rapida, potrebbe rinforzare i baffetti (il rasoio in particolare) rendendoli più visibili. Oltre al fatto che, se eseguite male, possono provocare irritazioni alla cute e, quindi, bruciore e un arrossamento molto poco estetico alla parte. 

Depilazione a medio/lungo termine

Se, invece, il vostro obiettivo è liberarvi dal pensiero dei baffetti per un tempo un po’ più lungo (lasciando il dramma della ricrescita per quando tornerete dalle vacanze) potete optare per:

  • la ceretta che, oltre a indebolire ed eliminare i baffetti fin dalla radice, inibisce la ricrescita della peluria per almeno tre o quattro settimane (cosa che vale per quasi tutte le tipologie di depilazione a strappo), rallentandone la ricomparsa;
baffetti ceretta
  • il laser, una soluzione che si può considerare permanente ma che richiede un esborso di soldi piuttosto elevato (e che, quindi, sarebbe meglio valutare attentamente visto che si sta parlando di una peluria che il più delle volte è impercettibile.
baffetti laser

Baffetti e schiaritura

Ma la depilazione non è l’unica soluzione per tenere a bada i vostri baffetti. Se questa opzione non vi piace, infatti, potete optare per la schiaritura. Un trattamento sicuramente meno costoso dei precedenti e che, grazie alla composizione delle creme e che si utilizzano per farlo, permette di rendere i baffetti molto chiari, trasparenti, praticamente invisibili. Ma attenzione alla tipologia della vostra pelle.

Se vi state chiedendo quale collegamento possa esserci tra baffetti, schiaritura e tono della cute eccovi la risposta. 

Schiaritura baffetti: carnagione chiara VS carnagione scura

Per chi ha la carnagione chiara (e di conseguenza anche la peluria), la decolorazione può risultare molto efficace. Rendendo ancora più impercettibili i peli.

baffetti biondi

Chi ha una cute dai toni olivastri o scuri, invece, dovrebbe riflettere molto bene prima di tentare questa tipologia di trattamento. In questi casi, infatti, la schiaritura può portare a due epiloghi:

  • un colore della peluria totalmente innaturale e che, a contrasto con la pelle, risulta ancora più visibile;
  • il rafforzamento del bulbo pilifero.

Due fattori che, insieme, portano esattamente all’effetto opposto rispetto a quello desiderato. E che, quindi è sempre meglio valutare attentamente, anche seguendo i preziosi consigli di un estetista.

baffetti scuri

Per questo, non esiste una risposta che vada bene per tutte riguardo a cosa sia meglio per i propri baffetti, se eliminarli o schiarirli. Dipende sempre da cosa volete ottenere, dal tempo che volte dedicare alla cura di questa parte del corpo e dal rimedio più adeguato alla vostra tipologia di cute (per esempio se avete una pelle molto sensibile o incline ad arrossarsi).

baffetti tipologie

Ecco perché, al di là di tutto questo, è sempre opportuno consultarsi con una specialista evitando categoricamente il fai da te o di seguire i tanti consigli di amiche e amici (dopo tutto ognuno è fatto a modo suo e un trattamento può risultare perfetto per loro ma “terribile” per voi).

Fermo restando che i baffetti, come tutta la peluria presente sul corpo, hanno una loro specifica funzione protettiva verso la cute e che tenerli, non minerà minimamente la vostra bellezza e il vostro incredibile fascino. Soprattutto se ne siete consapevoli, sfoggiando ogni dettaglio del vostro corpo con orgoglio, sicurezza e quel tocco di assoluta unicità che vi rende irresistibili.

Riproduzione riservata

Make up your life

Beauty cards