illuminante

Passione illuminante: come usarlo, quale scegliere e come cambia il tuo make up

Illuminante? Si grazie! Ecco cos'è, come usarlo e quale scegliere, per donare al proprio viso un aspetto più luminoso, fresco e brillante. Assolutamente glamour!

Come fare per donare al proprio volto un tocco di luminosità in più, ma sempre mantenendo un aspetto naturale e super fresco? Semplicemente usando un prodotto make up specifico come l’illuminante. Un mai più senza da tenere sempre nella vostra beauty bag. Perfetto per chi di voi voglia impreziosire il viso con un effetto lucente ed elegante anche se siete già abbronzate. E con il vantaggio di essere adatto sia ai vostri look per il giorno che per quelli che sfoggerete durante le vostre fantastiche serate.

Ovviamente scegliendo la texture e il colore più giusto in base alla vostra carnagione e applicandolo nel modo corretto. Ecco, allora, tutto quello che è bene sapere su questo fantastico prodotto make up e su come valorizzare ancora di più la naturale bellezza del vostro volto, con pochi e semplicissimi gesti.

Cos’è l’illuminante?

Per prima cosa (e per chi non lo sapesse) è bene rispondere a una domanda fondamentale: cos’è l’illuminante? Come si intuisce dal nome, quando si parla di illuminante si intende un prodotto make up il cui scopo è quello di donare al volto un aspetto più luminoso, brillante, radioso. Ma sempre senza esagerare e garantendosi un beauty look super naturale.

Un alleato importantissimo della propria routine di bellezza per valorizzare e mettere in risalto i propri lineamenti, esaltandone le forme e i volumi e donando alla pelle un aspetto radioso, fresco e lucente. Ma attenzione a quale scegliere!

illuminante viso

Le tipologie: qual è quella più adatta?

Come per altre tipologie di prodotto, infatti, anche l’illuminante può avere finish diversi, opachi o brillanti, e che è bene conoscere:

  • l’illuminante opaco (che quindi non ha al suo interno delle particelle riflettenti) è perfetto per il giorno, poiché più sobrio e naturale. L’ideale per schiarire la parte del volto su cui si andrà ad applicarlo ma sempre in modo molto morbido, delicato e poco visibile;
  • quando l’illuminante è brillante invece, tende a riflettere la luce, donando alla pelle un effetto più luminoso, quasi come un bagliore. Regalando alla cute un effetto super glamour.
illuminante make up

E per la texture?

Ma non è tutto. Oltre al finish anche la texture può essere diversa e più o meno adatta a seconda della tipologia della propria pelle. Nello specifico l’illuminante può essere:

  • in polvere, con una durata maggiore ma un effetto leggermente meno naturale e più adatto a chi ha la pelle grassa;
  • in crema che si uniforma maggiormente con la cute ma che han una durata inferiore rispetto alla texture in polvere. Più indicato per chi ha la pelle secca.

A seconda delle necessità, quindi, è bene scegliere il prodotto illuminante più adeguato, ovviamente prestando anche sempre grande attenzione alla nuance.

illuminante tipologie

Come scegliere il colore dell’illuminante?

Si avete capito bene. Anche per l’illuminante, infatti, esistono diverse cromie che è bene valutare prima dell’applicazione. Il motivo? Assicurarsi che il colore scelto sia omogeneo e in linea con il proprio incarnato (discorso valido anche per altri prodotti come il fondotinta, il bronzer, ecc.), evitando che si formino stacchi di colore innaturali e sicuramente poco estetici.

illuminante scelta

Ma come si fa a scegliere il coloro giusto? Prestando attenzione a due elementi fondamentali, il tono della pelle per capire l'intensità più o meno scura dell’illuminante e il sottotono, per determinare il calore della nuance. In questo modo:

  • se il vostro sottotono è freddo meglio optare per colori argentei o simili al rosa quarzo;
  • quando invece il vostro sottotono è caldo, meglio indirizzarsi verso tonalità come il pesca, l’oro e il color cipria.

Ma non solo:

  • per chi ha la carnagione chiara l’illuminante giusto è tendente al rosato. Ma anche quelli caldi che vanno dal bianco dorato allo champagne;
  • se la pelle ha un colorito medio chiaro sono perfette le nuance che vanno dal beige al rosato, passando per l’oro;
  • quando l’incarnato, invece, è più scuro, olivastro, meglio preferire delle tonalità di illuminante vicino al bronzo o al caramello.
illuminante volto

Come si applica l’illuminante?

Una volta scelto l’illuminante giusto per voi, sia per colore che per texture, non vi resta che applicarlo. Purché nel modo giusto e nei punti giusti. Quali? Gli zigomi, l’arcata sopraccigliare, la parte interna degli occhi e l’arco di cupido (ovvero la parte centrale del labbro superiore). Oltre poi a mento e naso se si ha voglia di renderli più visibili. 

Per farlo vi basterà utilizzare le dita o un pennello (come preferite) applicando il prodotto subito dopo il fondotinta e il correttore, partendo dagli zigomi e andando verso l’esterno, passando per la fronte e l’arcata delle sopracciglia, l’angolo interno degli occhi (con un pennello più piccolo) e picchiettando il naso o gli altri punti più ridotti con i polpastrelli delle dita. Sfumando il tutto.

illuminante applicazione

Ottenendo così un make up e un volto super fresco, radioso e luminoso. Senza esagerare ma regalandovi un aspetto assolutamente naturale e un effetto wow in qualsiasi momento della giornata. Perfettamente in tema con l’estate e con la vostra voglia di splendere, giorno e notte.

Riproduzione riservata

Make up your life

Beauty cards