Capelli

Il tuo taglio di capelli esprime la tua personalità

capelli personalita

Giocando con la psicologia, ecco 25 foto di tagli, acconciature, hair styling ecc. nei quali riconoscerti. Ti senti più conservatrice o sperimentatrice?

1/26
Mondadori Photo
2/26

Taglio dritto, lunghezza oversize e stying ultra-liscio

È la scelta conservatrice per eccellenza: chi ama questo look difficilmente lo cambia, soprattutto se lo porta per almeno 5 anni consecutivi. Non è detto che siamo di fronte ad una donna classica o classiccheggiante ma probabilmente di fronte ad una che si è affezionata ai suoi capelli che connotano la sua identità e le fanno da copertina di Linus. Come non sentirsi protetti da una chioma così "importante"?

Cotril
3/26

Pratica riga in mezzo

Rientra nel profilo classico la donna che opta per la riga in mezzo. E se invece fosse semplicemente una scelta di praticità mista a pigrizia? Le cose cambiano però se la semplicità della radice si vivacizza con una schiaritura sulle punte come il taglio over size proposto da Cotril.

Aldo Coppola
4/26

Classico caschetto

Un altro look amato dalle donne pratiche e un po' classiche è il caschetto, un taglio che resta giovane nonostante i suoi 100 anni e oltre di età. Un taglio che, le affezionate lo sanno bene, può cambiare a seconda dell'occasione e del colore. Come dimostra questa proposta di Aldo Coppola.

Jean Louis David
5/26

Maliziosa frangia

Copre il viso e nello stesso tempo mette in risalto la bellezza degli occhi, la frangia ha un chiaro intento comunicativo. Sembra dire infatti: "Ci sono e non ci sono per te". Un sottile segno di seduzione, quindi, anche per le associazioni al carré di Valentina di Guido Crepax, l'icona sensuale per eccellenza.

Mondadori Photo
6/26

Ciuffo lungo

Può esprimere l'indecisione di chi non è convinta di tagliarsi la frangia, ma anche la timidezza di chi desidera un po' nascondersi, o ancora, il bisogno più o meno manifesto di minimizzare un difetto del viso che non si ama (ad. esempio una cicatrice, un naso importante, una marcata asimmetria dello sguardo...).

 

Dal backstage di Giorgio Armani.

Mondadori Photo
7/26

Viso scoperto

Decisamente agli antipodi della frangia e del ciuffo lungo, si colloca la scelta di tirare i capelli all'indietro, magari con un accessorio chic. Cosa leggere se non apertura verso gli altri ed estroversione? Mostrare il viso nudo è un po' come dire "Sono come sono", una chiara dimostrazione di sentirsi a proprio agio con se stessa e - why not - aver accettato anche i propri eventuali difetti

Dal backstage della sfilata di N21

Mondadori Photo
8/26

Coda: passione per il minimalismo

Molto simile al profilo psicologico del volto scoperto è la scelta della coda, bassa o alta che sia. E in più si aggiunge una tendenza al rigore e all'ordine, caratterizzati da una ricerca dell'essenzialità delle cose. Bando alle complicazioni, dunque, sembra dire che è spesso con i capelli legati in modo semplice.

Dal backstage di Salvatore Ferragamo

Matrix
9/26

Coda elaborata

Ma c'è coda e coda. Una coda articolata come quella proposta da Matrix esprime tutt'altro che minimalismo ma un desiderio di distinguersi restando sobrie.

Mondadori Photo
10/26

Coda a lato

Praticità e essenzialità di fondo, alla quale si aggiunge un vago desiderio di ritorno all'infanzia. Dalla sfilata di Antonio Berardi

Toni&Guy
11/26

Il corto ribelle

Un taglio matto, con la frangia sfilata, le punte asimmetriche e la tinta bi-color: come non vederci un chiaro segno di ribellione? Chi sceglie questo taglio ha una latente voglia di sovvertire le regole della propria vita, che trova un po' monotona. È un taglio per coraggiose, certo, ma potrebbe invece paradossalmente esorcizzare una personalità timida.

Proposta Toni&Guy

Getty
12/26

Lo schiaffo alla femminilità

Più che un hair look, il taglio rasato o undercut, sidecut è un fenomeno di costume. Non è un caso che è stato scelto da donne iper raffinate come Scarlett Johanson: che esprima la voglia di farla finita con il cliché che associa la femminilità all'onda sinuosa o al capello lungo? Anche in questo caso, si irradia una ribellione ma più manifesta del taglio "matto".

Framesi
13/26

Non tingersi i capelli

Lasciare che i capelli bianchi spicchino tra il proprio colore naturale è una chiara scelta che esprime carattere. A cominciare da quello di dire "no" alla schiavitù della ricrescita ogni mese. Per finire a quello di amare se stesse anche se compaiono i primi segni di invecchiamento.

Può sembrare diversa, ma rientra nel campo della ribellione, anche la scelta di ingrigirsi volutamente. Un altro dei fenomeni di costume a cui stiamo assistendo negli ultimi anni.

Una proposta Framesi.

Mondadori Photo
14/26

Romanticismo

Torniamo alle donne-donne (senza nulla togliere a chi osa tagliarsi i capelli con decisione), cioè a quelle che si sentono a proprio agio con pettinature romantiche. Il semiraccolto è una scelta pratica ma che va già nella direzione del sogno, soprattutto se è accompagnata dal volume effetto cinema, come in questo scatto del backstage di Moschino.

Mondadori Photo
15/26

Capelli a onde

Sono i classici capelli che associ alle dive di Hollywood sin dai tempi di Rita Hayworth in Gilda. Chi li cerca, è una donna romantica, accogliente e che nel profondo desidera sentirsi un po' bambola e un po' femme fatale. Una contraddizione? Non proprio, visto che la seduzione è fatta di un mix di dolcezza e grinta.

Compagnia della Bellezza
16/26

Effetto Wave

Con le onde da spiaggia, si affievolisce il romanticismo dei boccoli da diva. Rientra sempre nelle scelte di chi ama mostrarsi iperfemminili, ma con un intento più grintoso e vagamente selvaggio, visto che rappresentano lo stile naturale di Gisele Bundchen.

Cotril
17/26

Capelli Afro

Un chiaro segno di spontaneità e libertà.

Mondadori Photo
18/26

Chignon preciso

Rigore

Alberta Ferretti

Mondadori Photo
19/26

Ritorno al passato

Indossare una treccia tradisce un desiderio di un rinnovato ordine, anche mentale. In psicologia la treccia rappresenta la volontà di rimanere ancorato alle proprie abitudini, ma soprattutto alle proprie usanze e tradizioni.

Mondadori Photo
20/26

Acconciatura morbida per sedurre con garbo

Chi si lega i capelli in modo un po' scomposto lancia dei sottili segnali di seduzione e vanità. I capelli spettinati possono indicare inoltre un bisogno di mostrare la "confusione" che attraversa la propria mente o anche il desiderio di non uniformarsi a regole rigidamente imposte dagli altri.

Mondadori Photo
21/26

Capelli naturali

...che scendono così come li si asciuga, senza troppe operazioni di styling. Un chiaro segnale di mostrarsi così come si è senza mostrare orpelli che in realtà nascondono se stesse.

Luciano Colombo
22/26

Capelli spettinati

Sciolti sulle spalle senza una parvenza di ordine, se non minima: un chiaro segnale di sedurre attraverso l'espressione più piena della propria femminilità, i capelli.

Aveda
23/26

Il fascino del passato

Indossare un'acconciatura dal gusto retrò indica una personalità romantica che pone grande enfasi nella vita affettiva: spesso si tratta di una persona che ha a cuore i sentimenti propri e altrui.

Creattiva
24/26

Mostrarsi così come si è

Chi sceglie il proprio riccio naturale, disciplinandolo quel tanto che basta con i prodotti di styling, indica un desiderio di verità e onestà che superi ogni artificio. È l'acconciatura scelta da chi, nei rapporti interpersonali, ama la schiettezza  piuttosto che la formalità.

Evos
25/26

Taglio all'ultima moda

Lo shag è il taglio del momento: scalato e disordinato, evoca l'edonismo degli anni '80 ma anche un desiderio di rompere le righe. In chi sceglie questo taglio c'è un mix di praticità, desiderio di essere al passo coi tempi e di spiccare sugli altri.

Cotril
26/26

Capelli corti: un taglio del passato

È persin troppo facile dire che i capelli corti indicano una scelta di coraggio di chi si sente femminile anche rinunciando alla proverbiale lunghezza. Cosa si nasconde dietro un taglio corto, quindi? Le motivazioni più disparate: dal desiderio di farsi notare a quello di rompere gli schemi; dall'aver fatto pace con se stesse a - paradossalmente - una ricerca di se stesse, proprio in virtù di una nuova immagine più forte.

PREV
NEXT

Intorno ai capelli gravitano vari significati psicologici, data la vicinanza simbolica alla testa, cioè il centro del pensiero e - per dirla con Freud - dell'intreccio misterioso tra coscienza e inconscio. Il modo in cui li si porta dice molto di noi e del modo di relazionarci con gli altri, ma anche dello stato d'animo che stiamo vivendo.

Si sa che tagliare i capelli (in modo radicale) indica una ricerca di cambiamento non solo dell'aspetto esteriore; così come non discostarsi mai da quella determinata lunghezza può indicare un bisogno di sentirsi protetto dalla chioma. Persin troppo facile porre la questione in termini di chi si vede solo con i capelli lunghi e di chi osa i tagli corti. In realtà, i profili psicologici possono distinguersi in due macrocategorie: chi è fedele al proprio look e chi ama sperimentare. Non necessariamente il secondo è più IN del primo: è solo un modo di essere.

Dietro la scelta di cambiare continuamente, infatti, possono nascondersi tratti della personalità differenti e contrari: c'è chi ama cambiare taglio perché è sicura di piacersi sempre e comunque oppure chi sta cercando una propria identità. Il cambiamento denota inquietudine, coraggio, curiosità, vivacità ecc.

Allo stesso modo le conservative dell'hair look possono indicare insicurezza o al contrario un modo deciso di affermare se stesse così come sono.

Attraverso 25 foto ci siamo divertite a esprimere i vari caratteri che possono nascondersi dietro un taglio di capelli.

Riproduzione riservata