Viso e corpo

I trattamenti per il punto vita

l'intervento per il punto vita
02-11-2014
Laura D'Orsi

Il tuo non è come vorresti? Gioca d’attacco. Ecco 4 azioni mirate per scolpirlo, rassodarlo, modellarlo

Gli esercizi specifici per assottigliare il punto vita

Presta bene attenzione alle istruzioni e non aver paura di faticare un po’: dopo questi esercizi i tuoi addominali saranno invidiabili!

Dall’estetista: il massaggio anti gonfiore

Se vuoi perdere centimetri vai di tecnica rimodellante, perfetta se viene abbinata a una dieta specifica. Questo massaggio unisce la manualità del linfodrenaggio e quella del connettivale. «È un trattamento intensivo, con movimenti in grado di agire sul tessuto connettivo, dove sono intrappolati i noduli di grasso, facilitandone così lo smaltimento» spiega Nadia Raineri, massoterapista.

«Allo stesso tempo migliora la circolazione sanguigna, e di conseguenza la tonicità della pelle. Ma anche quella linfatica, così si eliminano i gonfiori». Sono consigliate 2-3 sedute alla settimana per uno o due mesi (costo: circa 50 euro).

In palestra: gli esercizi sculpting

Pronta a tonificare l’addome? «Si comincia con i crunch, prima normali e poi obliqui» spiega la personal trainer Chiara Petterlini.

«Stesa a terra supina con le gambe flesse, le mani dietro la nuca, i gomiti aperti e la testa in linea con la schiena, solleva le spalle (20 ripetizioni per 3 serie). Fai lo stesso ruotando il busto prima a destra poi a sinistra. Per intensificare il lavoro, solleva tutta la schiena da terra (8-10 ripetizioni per lato, per 3 serie)». Ora passa al crunch inverso. «Sempre supina, braccia lungo i fianchi, gambe sollevate da terra e piegate ad angolo retto, avvicina le ginocchia al mento (almeno 15 ripetizioni per 3 serie)».

In istituto: il trattamento veloce

Per ridurre i clssici “rotolini” puoi provare il nuovo protocollo LPG: il Lipomassage Androide, specifico per chi tende ad accumulare cuscinetti di grasso sull’addome. Prima del trattamento si indossa una tutina speciale che consente all’apparecchio di aderire perfettamente alle pliche cutanee. Poi l’operatrice passa un manipolo con piccoli rulli motorizzati indipendenti tra loro. Si produce così un massaggio molto profondo: le cellule di grasso si disgregano e migliora anche la tonicità dei tessuti. In genere si consiglia una seduta alla settimana per un minimo di 6 trattamenti (costo a seduta: circa 80-90 euro circa, per saperne di più: lpgitalia.it).

I prodotti ad hoc per il punto vita

Di creme snellenti e rassodanti ce ne sono molte. Ma sono efficaci? «Sì, soprattutto se associate a un integratore specifico» precisa Mariuccia Bucci, dermatologa. «L’ideale è applicare due volte al giorno una specialità che favorisce lo smaltimento dei grassi, per esempio a base di caffeina e alghe brune, e assumere un integratore a base di estratti vegetali. Funzionano bene quelli con acido clorogenico, che proviene dal caffè verde. Innalzano leggermente la temperatura del corpo, facendo bruciare più energie, e quindi grassi». Attenzione però: vanno assunti per periodi di due-tre mesi al massimo. Poi si sospendono e, se serve, si ripete un ulteriore ciclo.

Per snellire e levigare il punto vita

1. Agisce sugli accumuli adiposi Geomar Spray Rimodellante Pancia e Fianchi (13,99 euro). 2. Effetto snellente e insieme rassodante per Celluli Laser ™ Size.Code di Biotherm (42 euro). 3. Racchiude caffeina al 5 per cento Body-Slim Ventre & Taille di Lierac (33,27 euro, in farmacia). 4. Nel cocktail di Iodase Deep Impact F c’è la fosfatidilcolina, potente sciogligrasso (36 euro). 5. Dopo i 50 anni, una formula super levigante che rende la pelle subito più compatta: Remodelant Ventre-Taille di Clarins (70 euro).

Riproduzione riservata