Viso e corpo

5 messaggi di bellezza importanti che le vip ci stanno lanciando in questo periodo

messaggi di bellezza
04-11-2021
Laura Vanerio
Che cos'è la bellezza? Sicuramente molto più di quello che si possa pensare (o che si è sempre voluto credere). Ecco, allora, cosa ne pensano le vip e non solo e quali sono i messaggi di bellezza che ci stanno mandando, giorno dopo giorno.

C’è qualcosa nell’aria, le cose stanno cambiando. E lo vediamo in tantissimi ambiti, dalla moda alla musica, dall’arte al cinema e in tutti quegli aspetti della vita quotidiana che ci dimostrano, in modo sempre più evidente, quanto il concetto e i messaggi di bellezza stiano cambiando. Abbandonando i vecchi e stancanti canoni estetici fino a ora portati avanti dalla società, in favore di una visione più inclusiva, reale, neutrale e volta all’accettazione e all’amore verso se stessi e delle proprie fantastiche e uniche particolarità.

Un mood che sta diventando parte integrante della vita di molti, comprese le vip di ogni settore che, a suon di hashtag, foto, monologhi, ecc. combattono giorno dopo giorno in prima linea per creare un mondo in cui la libertà di essere, esprimersi per come meglio si crede e amarsi in modo consapevole e neutrale, diventi il leitmotiv della vita di ognuno. Senza vincoli e/o giudizio alcuno. Ecco, allora quali sono i messaggi di bellezza più importanti portati avanti dalle celeb e che tutti dovremmo fare nostri, lasciandoli diffondere sia dentro che fuori di noi.

Sii te stessa, tra i messaggi di bellezza di maggior forza

Il primo vero messaggio di bellezza e non solo, che tutte/i dovremmo imparare e quello di essere sempre se stesse. Come? Evitando di nascondere o modificare i nostri presunti difetti in favore di modelli e stereotipi troppo spesso irraggiungibili e sicuramente impersonali. Imparando ad amare e accettare ogni più lieve sfaccettatura del nostro aspetto.

Senza paure o vergogna, senza la costante ricerca di una perfezione che non esiste ma consapevoli di quanto la vera bellezza sia la combinazione di ogni più minima particolarità che ci contraddistingue e che ci rende unici, diversi da chiunque altro. Un messaggio di body positive e di amore per se stesse che viene ben rappresentato e urlato a gran voce da personalità come Arisa o Lady Gaga che ne hanno fatto un mood e valore di vita. E che tutti dovremmo prendere come esempio.

La bellezza sta nella diversità

Che cos’è la diversità se non una luce luminosa che illumina una vastità buia e piatta? Ed è proprio così che bisogna imparare a guardare le nostre di diversità. Ovvero tutti quegli aspetti che, allontanandosi dai canoni di bellezza dettati e presi a modello nel tempo, disegnano un nuovo modo di vivere, di guardare e di concepire il bello. Un modo che illumina ogni dettaglio celebrandolo ed elevandolo.

Ed è così che Demi Lovato ha pensato bene di glitterare le sue smagliature, messaggio di bellezza e testimonianza di vita e cambiamento o che un’attrice come Matilda De Angelis non abbia nessun problema a mostrarsi al naturale, bellissima e senza trucco.

O ancora che modelle del calibro di Armine Harutyunyan e Winnie Harlow abbiano fatto della non convenzionalità e della vitiligine il loro punto di maggior forza e successo. Ribaltando i canoni di bellezza della moda in favore di un’immagine diversa, libera, autentica e bellissima.

No ai filtri sì alla realtà

E parlando di realtà e naturalezza, non si può non citare un altro importantissimo messaggio di bellezza che si sta facendo sempre più strada e che risuona come un grido in un mondo fatto di filtri e di immagini modificate. Smettiamola di nasconderci o “venderci” per ciò che non siamo ma impariamo ad amarci e a mostraci con fierezza e orgoglio in modo autentico, vero e per ciò che si è.

Evitando di farsi sommergere e incastrare da chi ci vorrebbe tutte/i uguali, in favore di una bellezza unica e personale. Fatta di giorni sì e di giorno no, di sbalzi ormonali, di cambiamenti nel corpo naturali e bellissimi e di tutto ciò che fa parte della vita e di una normalità che è bene imparare a valorizzare in ogni sua minima sfaccettatura.

Basta stereotipi

Ce lo dice Zendaya, in ogni sua apparizione che è fonte di ispirazione, Emma Marrone in ogni intervento e/o canzone, Aurora Ramazzotti attraverso i social o Bebe Vio, che oltre a essere una straordinaria sportiva è diventata testimonial di vari spot e campagne pubblicitarie. Stop agli stereotipi, di qualunque natura.

Dalla bellezza al come una donna (o un uomo) dovrebbe apparire per assecondare l’idea di ciò che viene ritenuto tale. L’unica cosa che conta è essere se stessi, privi da ogni condizionamento o tentativo di omologazione, in favore di una vita più libera e più vera. Dando sfogo alla propria creatività e indole personale. Sempre e senza paura alcuna.

Canoni come messaggi di bellezza? No grazie

Infine, (ma solo per questa breve carrellata di messaggi importanti da interiorizzare), basta ai classici canoni di bellezza che ci hanno condizionato fino a ora. E basta soprattutto all’idea che, se esistono, è obbligatorio assecondarli e omologarsi a qualcosa che non ci assomiglia. Chi decide, infatti, ciò che è bello? E che cos’è la bellezza?

Tutto e niente. O meglio, come viene definita, la bellezza è quella qualità in grado di appagare l'animo attraverso i sensi, diventando oggetto di ammirazione e compiacimento. Un qualcosa di assolutamente soggettivo, quindi, e che non può essere relegata in quattro regole o immagini imposte (ma poi da chi?). Ecco perché è bene liberarsi da questa visione limitante di ciò che invece dovrebbe essere ampiamente inclusivo, abbracciando tutto e tutti in quanto portatrici/ori di particolarità e sfaccettature uniche.

Insomma, ce lo dicono le vip, sdoganando un nuovo concetto di bellezza, l’amica del cuore, la mamma, la nonna, la/lo sconosciuto incontrata al bar o per strada. Ognuno di noi è stupenda/o così com’è. Portatrice di una bellezza sana, autentica, priva di costrutti mentali o di tratti simili ad altri. Ma unica e perfetta nelle sue imperfezioni, perché prima di tutto libera. E non c’è niente di più bello della libertà di essere se stessi.

Riproduzione riservata