Viso e corpo

Viso e corpo: perché esfoliare al rientro dalle vacanze

scrub corpo
31-08-2015
Alessia Sironi

Pelle nuova, morbida, rinnovata, elastica e molto più luminosa. Non un miraggio ma il risultato di un buono scrub. Che non elimina l'abbronzatura

Corbis
1/6

Abbiamo chiesto al professor Santo Raffaele Mercuri, primario dell’unità operativa di dermatologia e cosmetologia dell’Istituto San Raffaele di Milano, perché è così importante con l’esfoliazione non solo prima di partire per le vacanze, ma anche (anzi, soprattutto) al rientro in città.

Grazie a un buono scrub infatti, non solo si eliminano le cellule morte superficiali, ma si riesce anche a garantire ai prodotti applicati successivamente una più profonda penetrazione: con la pelle 'libera' da impurità questi penetrano più in profondità e i benefici sono più duraturi. Ma esistono delle regole semplici da seguire e noi abbiamo chiesto all’esperto qualche consiglio per utilizzare al meglio questi cosmetici.

Corbis
2/6

“Io prescrivo sempre ai miei pazienti uno scrub prima di partire per le ferie e soprattutto appena rientrati in città”, spiega il professor Mercuri, “e consiglio di applicarlo sulla pelle e massaggiarlo con movimenti circolari così che le particelle, sfregandosi a vicenda, liberino le sostanze nutritive: perché, oltre ad esfoliare, questi prodotti nutrono e proteggono l’epidermide”.

Corbis
3/6

Gommage e peeling sono realizzati con gel detergenti o emulsioni cremose che contengono microparticelle vegetali o minerali, ricchi di elementi idratanti e nutrienti che si sciolgono a contatto con la pelle. "È così che si rimuovono le cellule morte che rendono opaca e spenta l’epidermide. Lo scrub regala luminosità alla pelle rigenerandola e affinando la grana rendendola più uniforme”.

Corbis
4/6

Lo scrub non serve solo per eliminare le cellule morte ma è un validissimo aiuto per tutti i prodotti  che “arrivano” dopo, spiega ancora il dermatologo, “i cosmetici applicati successivamente vengono infatti recepiti meglio e i principi attivi contenuti nei prodotti consumati abitualmente riescono a raggiungere strati più profondi superando il film più esterno”.

Corbis
5/6

Attenzione: alcuni prodotti possono essere aggressivi per la nostra pelle e causare delle microlesioni o infiammare l’epidermide. “Per il viso, ad esempio”, spiega l'esperto, “non si deve mai utilizzare la stessa formula applicata sul corpo perché i granuli più grossi rischiano di irritare troppo la pelle delicata del volto. Al contrario si devono acquistare prodotti dalle particelle esfolianti molto piccole”.

Corbis
6/6

Infine Santo Raffaele Mercuri sottolinea come non si debbano mai utilizzare gli esfolianti sulla pelle asciutta perché troppo aggressivi. È quindi molto importante che il massaggio avvenga, sia per il viso che per il corpo, solo dopo aver inumidito la pelle. “ E dopo aver risciacquato viso e corpo, per ripristinare il Ph della pelle occorre applicare una crema ad azione lenitiva: il coenzima Q10 e il burro di karité sono i migliori”, conclude il dermatologo.

PREV
NEXT

Sfatiamo il mito che esfoliare la pelle al rientro dalle vacanze significa eliminare quel poco (o tanto) di abbronzatura che ci siamo guadagnate a fatica. Al contrario, un buono scrub (anche realizzato direttamente tra le mura domestiche) aiuta la pelle di viso e corpo a rinnovarsi e ad essere più morbida, elastica e molto più luminosa.

Abbiamo chiesto a Santo Raffaele Mercuri, primario dell’unità operativa di dermatologia e cosmetologia dell’Istituto San Raffaele di Milano, perché è così importante esfoliare al rientro in città.

Riproduzione riservata