skincare

Come si stende davvero bene l’autoabbronzante?

Se stai pensando all’autoabbronzante per regalare alla tua pelle il colorito desiderato, attenta a come lo stendi, altrimenti il risultato potrebbe non essere il top.

L’uso dell’autoabbronzante può essere un’ottima idea se si vuole rendere la propria pelle come baciata dal sole ma non si ha il tempo o la possibilità di esporsi realmente. Tuttavia è doverosa una premessa.

Ogni pelle è diversa e se la tua è molto chiara non dovresti certo fartene un problema. Anche se in estate qualunque foto patinata sulle riviste o scatto Instagram potrebbe farti pensare di essere out e che l’unica opzione possibile sia sfoggiare un colorito perfetto, sappi che ti sbagli. Ognuna di noi, infatti, è unica, e non sarà certo una gradazione specifica della pelle a renderci più belle o sicure.

Detto ciò, se la voglia di raggiungere un’abbronzatura veloce è solo un vezzo beauty, non esiste alcun motivo per il quale dovresti rinunciarci, e come dicevamo optare per l’uso dell’autoabbronzante è sicuramente una scelta azzeccata.

Questo prodotto però, se non applicato nel modo corretto e seguendo tutti gli step necessari con attenzione, può generare disastri di vario genere, come ad esempio pelle a chiazze o colorito tendente all’arancione.

Per evitare tutto ciò vediamo come stendere davvero bene l’autoabbronzante.

skincare

Cosa fare prima di applicarlo

Prima ancora di passare alla stesura dell’autoabbronzante, è necessario preoccuparsi di alcuni dettagli che potrebbero poi rivelarsi le cause dei disastri seguenti.

Scegli quello giusto

Gli autoabbronzanti non sono tutti uguali e affidarsi a quello sbagliato potrebbe far sì che la tua pelle, alla fine, più che ambrata si presenti arancione. A determinare questo horror beauty è la presenza eccessiva, nel prodotto usato, di DHA, il principio attivo necessario per la doratura della carnagione. Ogni autoabbronzante ne ha una percentuale diversa che dovresti controllare.

Se hai la pelle molto chiara scegli una concentrazione pari al 3% o minore, al 5% se invece il tuo incarnato è medio.

skincare

Meglio in spray

Anche le formule e le modalità di erogazione sono diverse da prodotto a prodotto. Se sei alle prime armi meglio scegliere una soluzione in spray perché più facile da stendere uniformemente.

Prepara la pelle a riceverlo

Perché la stesura risulti il più possibile omogenea, la pelle del viso e del corpo deve essere pronta a ricevere il trattamento.

Per questo, prima di applicare l’autoabbronzante fai sempre uno scrub completo che elimini cellule morte e impurità e renda la pelle il più possibile levigata. Infine, stendi un buono strato di crema idratante per nutrirla.

Come stendere l’autoabbronzante sul viso

Una volta preparata a dovere, la tua pelle è pronta per l’autoabbronzante. Il viso è una zona particolarmente delicata e come tale merita attenzione e tanta pazienza.

Preleva poco prodotto per volta in modo da essere sicura di non esagerare.

Esegui movimenti circolari delicati ma incisivi, così che il prodotto riesca a penetrare al meglio.

Parti dalla zona T utilizzando i polpastrelli, e poi procedi verso le tempie. Muoviti sempre dal basso verso l’alto e mai al contrario, sfuma molto bene il contorno occhi e non dimenticare le orecchie.

Se vuoi un effetto ancora più delicato puoi unire all’autoabbronzante qualche goccia di crema idratante.

skincare

Come stendere l’autoabbronzante sul corpo

Se pensi di usare l’autoabbronzante per dare alla tua pelle un tono diverso dal normale, è importante stenderlo in modo omogeneo, così da non determinare stacchi cromatici tra viso e corpo.

Per applicare l’autoabbronzante sul corpo, quindi, arriva esattamente fino al punto in cui ti eri interrotta quando ti sei occupata del viso, facendo attenzione a non trascurare il collo. I movimenti sono essenzialmente gli stessi e devono essere compiuti anch’essi in modo circolare.

Comincia da piedi e caviglie e procedi verso la parte superiore del corpo. Non dimenticare ombelico e dita dei piedi.

skincare

Attenzione alle zone critiche

Per la schiena o le parti che raggiungi a fatica chiedi l’aiuto di qualcuno e non dimenticare di usare i guanti in lattice, altrimenti a fine applicazione potresti trovarti con i palmi delle mani di un colore non proprio ottimale. Esistono infine alcune zone dove dovresti applicare davvero poco prodotto, ovvero gomiti e ginocchia perché lì la pelle è più secca e spessa e tende a scurirsi maggiormente.

skincare

Suggerimenti in pillole

L’autoabbronzante non si asciuga all’istante ma ha bisogno di alcuni minuti per assorbirsi. Prima di rivestirti quindi aspetta esattamente il numero di minuti indicato sulla confezione, onde evitare di ritrovarti con i capi macchiati.

Se passato il tempo di posa vuoi essere assolutamente sicura che la tua pelle sia asciutta passa su di essa una velina, se non resta nessuna traccia è tutto ok.

Calcola che solitamente l’effetto dell’autoabbronzante dura dai sette ai dieci giorni, quindi passato questo periodo, a meno che nel frattempo tu non decida di abbronzarti davvero, dovrai riapplicare il prodotto.

Dopo aver steso autoabbronzante aspetta 24 ore prima di fare il bagno o la doccia, evitando di sfregare la pelle con una spugna, che viste le sue proprietà abrasive potrebbe rimuovere un po’ di prodotto.

L’autoabbronzante non protegge dai raggi UV, quindi se dopo averlo applicato ti esponi al sole non dimenticare di spalmare anche una protezione solare.

skincare
Riproduzione riservata

Make up your life

Beauty cards