Unghie

Come proteggere le unghie quando fai la ricostruzione gel?

nail art
La ricostruzione gel è strepitosa per chi ama avere sempre una manicure al top, ma può anche essere piuttosto aggressiva per le unghie, che devono quindi essere protette

Da quando esiste, molte ragazze hanno visto nella ricostruzione gel la soluzione perfetta per avere sempre unghie impeccabili. Questa tecnica infatti, a differenza dello smalto tradizionale, dura tantissimo, regale unghie extra lucide e una volta fatta non ci si deve preoccupare che il colore si sbecchi alla minima sollecitazione.

Non è però tutto oro quello che luccica ma sono anzi diverse le insidie del gel, visto che si tratta di un metodo tutt’altro che soft e che, abusandone, le unghie potrebbero risentirne.

Ad aggredirle non è tanto la tecnica di colorazione, quanto la rimozione del gel, che molto spesso lascia la superficie dell’unghia indebolita, ruvida e assottigliata.

Tutte queste conseguenze negative però, non devono scoraggiare o allontanare dall’idea di optare per il gel per la propria manicure, ma semplicemente mettere in guardia e spingere ad adottare alcuni stratagemmi per proteggere le unghie.

Non rimuovere il gel da sola

A indebolire le unghie reduci dalla ricostruzione gel è soprattutto la rimozione dello smalto, ancor di più se fatta in casa. Quando decidi di eliminarlo, anche se nei tuoi piani non c’è l’idea di applicarlo di nuovo, non darti al fai da te ma rivolgiti sempre a un salone specializzato.

Come si elimina lo smalto gel

Le tecniche di eliminazione del gel sono diverse, c’è chi usa strumenti specifici e chi alcune soluzioni chimiche formulate appositamente. In entrambi i casi però, oltre al colore ad andarsene è uno strato sottile di unghia, quello più esterno, che con il passare del tempo diventa sempre più sottile, debole e a volte ingiallita.

Trattandosi di un’operazione piuttosto delicata, meglio quindi non compierla da sole ma affidarsi a professionisti che sappiano come limitare il più possibile i danni.

nail art

Coccolale con trattamenti ad hoc

L’idratazione è fondamentale per proteggere le unghie sottoposte a ricostruzione gel. Non dimenticare mai quindi di usare una buona crema idratante che oltre alle mani nutra anche le unghie e le cuticole stressate dal trattamento. Per queste ultime, molto valido anche il gel di aloe vera da massaggiare sulla superficie una volta al giorno, oppure l’olio di cocco, di jojoba o di mandorle.

Maniluvio all’olio d’oliva

Anche il maniluvio può fare miracoli, specialmente quella a base di ingredienti naturali nutrienti che aiutano le unghie a rigenerarsi e rinforzarsi più in fretta.

Un elisir di bellezza super versatile e che anche in questo caso può venirci in soccorso è l’olio d’oliva.

Per preparare il trattamento basta versare un po’ di olio in una ciotola, scaldarlo leggermente in modo che diventi tiepido e aggiungere al composto alcune gocce di limone.

Immergi le dita nel liquido e lascialo agire per circa 10 minuti, poi risciacqua con acqua tiepida. Il risultato immediato sono mani e unghie super morbide e se manterrai questa buona abitudine almeno un paio di volte a settimana le vedrai cambiare e tornare sempre più in salute.

nail art

Fatti aiutare dall’alimentazione

Sia che tu sia reduce da una ricostruzione gel che ha indebolito le tue unghie, sia che tu sia in procinto di farla, rinforzarle è sempre un’ottima idea e prima ancora di pensare a qualche trattamento esterno extra, dovresti fare attenzione a ciò che metti nel piatto. Alcuni cibi contengono infatti elementi utili alla crescita e al rinvigorimento delle unghie.

Parti dalle proteine

Le proteine sono indubbiamente amiche delle unghie, quindi assicurati che nella tua dieta siano presenti uova, pesce, carne e formaggio.

Anche il calcio e il ferro e la vitamina C sono fondamentali per rinforzare le unghie e oltre ai latticini puoi farne il pieno mangiando cavoli, broccoli, noci, fagioli, spinaci e agrumi.

nail art

Proteggi le unghie da altre aggressioni

Come detto il gel e la sua rimozione possono aggredire e rovinare le unghie, che non hanno certo bisogno di altre sollecitazioni negative.

Per evitare di rovinarle ulteriormente proteggile usando guanti in lattice quando lavi i piatti o la casa usando detersivi composti da agenti chimici corrosivi.

Dai una tregua alle tue unghie

Anche se la ricostruzione gel ti sembra una svolta e non vorresti mai abbandonarla, sceglierla come unica soluzione per le tue unghie non è un’idea saggia.

Visto che i prodotti usati per realizzarla e per rimuoverla sono piuttosto aggressivi e con il passare del tempo indeboliscono le unghie, ogni tanto prenditi una pausa e smetti di farla.

Per evitare che diventino sempre più molli e inclini alla rottura a cadenza periodica lascia le unghie nude, in modo da farle respirare. Se proprio non riesci a rinunciare allo smalto scegline uno tradizionale ma che sia anche rinforzante.

Tagliale spesso

Nel periodo detox in cui tenere le unghie al naturale, non eccedere nemmeno con la lunghezza, così da rinforzarle non solo in superficie ma anche sui bordi esterni. Attenta però, non tagliarle con una forbice o un tagliaunghie perché rischieresti di spezzarle. Per tenere la lunghezza sotto controllo usa invece una lima.

Riproduzione riservata