Trucco

Trucco sposa 2022: le tendenze, i consigli e le cose da sapere

Il trucco sposa è un capitolo a sé del make-up, ma non del giorno del matrimonio. Deve essere infatti in armonia con l'abito, l'acconciatura e lo stile della cerimonia. Ecco cosa ci ha raccontato una make-up artist specializzata nel trucco sposa

Scelto l'abito, individuata l'acconciatura, è il turno del trucco. Che nel giorno del matrimonio non può certo essere lasciato al caso. Il nostro suggerimento è di affidarsi a un buon truccatore - magari specializzato in trucco sposa - da selezionare dopo aver osservato alcuni suoi lavori. Se le foto delle "sue" spose ti incantano, non esitare a contattarlo: un bravo professionista saprò senz'altro renderti bellissima nel grande giorno! Meglio pensarci per tempo, però, iniziando a prenotarlo almeno 3 mesi prima. Una prima chiacchierata tra voi fornirà elementi utili per decidere il tipo di trucco sposa adatto a te e alla tua personalità.

Nel frattempo, leggi la nostra guida sul trucco sposa stilata insieme al Viviana Veglia, truccatrice specializzata in trucco sposa e make-up PRO per Diego Dalla Palma.

Trucco sposa 2022: le tendenze

«La tendenza principale del trucco sposa riguarda innanzitutto l'utilizzo di poco prodotto - esordisce la make-up artist Viviana - e ciò è possibile grazie alle nuove formulazioni, sempre più più performanti, che danno ottimi risultati senza bisogno di grandi stratificazioni né sul viso né sugli occhi. Questo è di primaria importanza perché l'effetto - dal vivo e in foto - non sarà di un volto troppo truccato, ma semplicemente valorizzato nella sua unicità». Ciò non vuol dire che dietro ci sia un grande lavoro con cui applicare e sfumare i vari prodotti make-up, anzi.

«Un'altra tendenza molto in voga nel trucco sposa è l'effetto glow: la sposa deve brillare con eleganza. Deve emanare cioè una luminosità soffusa, che le permetterà di venire immortalata meglio in foto. Il merito sarà senz'altro dell'illuminante, che andrà applicato nei punti precisi (zigomi, arcata sopracciliare e arco di Cupido), ma sarà sempre dosato in quantità precise per evitare di appiattire il viso». Troppo illuminante, infatti, ha l'effetto paradossale di rendere il viso piatto anziché metterne in evidenza i punti di forza.

Trucco sposa: l'importanza della prova

Circa un mese prima del matrimonio è importante sottoporsi a una prova trucco per accordarsi sul tipo di make-up del grande giorno. «È un momento cruciale in cui si ascolta la cliente e ci si fa un'idea del suo look e della sua personalità almeno al livello di impatto iniziale» - spiega Viviana. A quell'ora di solito l'abito e l'acconciatura sono già scelti, e potranno così essere mostrati al truccatore per fornire elementi essenziali all'individuazione del trucco.

«Il giorno del matrimonio tutto deve essere armonico: abito, capelli e trucco. Ma anche il mood della cerimonia. Se per esempio lo stile sarà improntato agli Anni '50, perché non proporre un bell'eyeliner nero a coda e un rossetto vivace?».

La prova trucco serve anche a dispensare consigli sulla preparazione del viso, come la cura dell'idratazione mattina e sera. «A prescindere dalla tipologia epidermica, una pelle idratata garantisce una migliore resa del trucco».

Come si svolge la prova trucco da sposa?

«Il metodo più indovinato di svolgere la prova trucco prevede di dividere il viso a metà: uno viene truccato sulla base della visione del truccatore; e l'altro, invece, sui desideri della cliente. Armato di prodotti e pennelli, il truccatore su un lato del viso esprime come lui intende valorizzare al meglio la sposa; e sull'altro lato, invece, la trucca come lei stessa si immagina quel giorno. Si tratta di una "distinzione" che spesso è doveroso fare, perché a volte le due versioni non coincidono. Alcune ragazze possono desiderare look che in realtà non le valorizzano e scoprire durante la prova che truccate in un altro modo starebbero molto meglio!».

Trucco sposa classico

«Il giorno del matrimonio, il trucco sui toni del marrone va al di là delle tendenze, imponendosi come un grande classico da cui difficilmente ci si discosta. Certo, ci possono essere look colorati, ma spesso sono le stesse spose a richiedere colori neutri, anche perché sono quelli che piacciono di più. Poi si può ovviamente giocare sulle varie gradazioni di marrone, più o meno calde, spaziando dai beige ai taupe e champagne».

Perché nel trucco sposa si usa il make-up occhi dalle tonalità naturali? «Perché il marrone è il colore più simile alla nostra ombreggiatura naturale: se, prive di trucco, ci poniamo di fronte a uno specchio e proviamo a piegare il volto, noteremmo che le ombre che si creano sul viso si avvicinano al colore marrò, a prescindere dalla carnagione. Questo è il motivo per cui è un colore che, nelle varie gradazione, sta bene a tutte».

Ma il colore nel trucco sposa è proprio bandito? «Certo che no! È molto importante però che sia applicato in piccole dosi e sfumato alla perfezione, altrimenti rischia di stagliarsi troppo sul resto del viso, soprattutto nelle foto».

Trucco occhi a mezzaluna o smokey eyes?

Tra i grandi classici del trucco sposa, che vanno al di là delle tendenze, rientra il trucco a mezzaluna, quello che disegna sull'angolo esterno dell'occhio una C più scura. È un trucco che dona profondità allo sguardo, rendendolo più vivace ed espressivo. «Sfumando bene le varie polveri si riesce inoltre a rendere il trucco di tutto il viso più armonico anche se il focus parte dagli occhi».

Lo smokey eyes si può fare il giorno del matrimonio? «Sì, ma è meglio realizzare uno smokey soft che faccia uso di pigmenti luminosi soprattutto al centro della palpebra: serve ad alleggerire l'effetto finale, rendendolo meno cupo».

Altri colori di trucco occhi

Il marrone non è solo l'unico colore adatto al giorno del matrimonio. «Se l'abito lo permette si può giocare con i rosa delicati, i pesca, i lilla e i grigi delicati, l'essenziale è che si rispettino i colori di occhi e capelli della sposa. Un capitolo a parte meritano i finish satinati e luminosi degli ombretti: si possono usare solo se la palpebra è tonica, ma se presenta rughette e cedimenti, è meglio optare per finish mat, poiché quello iridescente metterebbe in evidenza le varie linee. Non dimentichiamo che il compito del truccatore è rendere al top qualsiasi persona, a maggior ragione il giorno del matrimonio!

Esempi di make-up sposa con nuance sul rosa pallido e lilla.

Labbra: finish opachi

«Per le labbra la scelta del colore è decisamente soggettiva, anche se vale sempre la regola che se si è caricati molto gli occhi, devono restare in sottotono. In genere nel giorno del matrimonio i rossetti è meglio siano opachi, long lasting e no transfer. Un eventuale gloss va applicato solo su una base colorata ben fissata con prodotti tipo tinta, e sempre in minime quantità. I colori? Largo spazio alle tonalità più tenui del rosa, calde o fredde che siano, in accordo sempre con i colori di occhi e capelli, oltre che del trucco nel complesso.

Rossetti in tonalità tenui ma delicatamente colorate per vivacizzare il look sposa con sobrietà.

Un trucco occhi a mezzaluna ben definita ma al contempo ben sfumata.

Abbronzatura nel giorno del matrimonio: sì o no?

L'abbronzatura sta bene con l'abito da sposa? «Personalmente a me la sposa abbronzata piace, ma bisogna mettersi d'accordo su cosa si intende per abbronzatura. Sì a coloriti ambrati, no ad abbronzature caraibiche, poiché mettono in risalto una pelle troppo disidratata e opaca. Divieto assoluto, inoltre, di prendere il sole 2-3 giorni prima del matrimonio e arrivare scottate con la pelle rossa. Ricordiamoci che la truccatrice non può fare miracoli!». E se la carnagione è molto chiara e la sposa desidera un po' di colore? «Meglio esporsi al sole gradualmente per acquisire un colorito tutto salute ed evitare le lampade abbronzanti: darebbero un colorito giallognolo che in foto viene male».

Esempi di spose con un colorito ambrato, in linea con un contesto estivo.

Capitolo sopracciglia

Oggi si portano bold, ma stanno bene a tutte? «In realtà, almeno il giorno del matrimonio le sopracciglia devono essere in armonia con tutto il trucco. Si possono realizzare tutte le sfumature più belle del mondo, ma se non si hanno sopracciglia curate o adatte al viso, rovinano tutto il trucco. In genere le sopracciglia troppo folte non stanno bene su una fronte piccola e con poco spazio, e viceversa: una fronte molto alta non sta bene con sopracciglia troppo sottili».

Ciglia finte: sì o no?

«Nel trucco sposa consiglio le ciglia finte sì, ma a ciuffetti da applicare solo in alcun punti. Sono molto furbe perché ti permettono di intervenire nelle zone dove hai bisogno di maggiore volume, ad esempio verso la coda dell'occhio in caso di occhio all’ingiù. E poi le ciglia a ciuffetti sono molto più leggere di quelle a riga intera, quindi si tollerano meglio. Ciò è molto importante saperlo perché, non essendo abituate a indossarle tutto il giorno, potremmo avvertire il "peso" delle ciglia finte intere al punto da cambiare l'espressione. Una cosa che poi in foto resta. Inoltre, con le ciglia finte è molto più probabile toccarsi il viso, e quindi rovinarsi il trucco.

Sconsiglio anche l'uso delle extension ciglia perché possono essere d'impiccio per il truccatore nel momento in cui va ad applicare i vari prodotti in polvere: questi potrebbero sporcare, creando un pasticcio».

Trucchi luminosi per spose romantiche.

Eventuali difetti vanno corretti o no?

«Dipende dal difetto, e poi bisognerebbe mettersi d'accordo su cosa è un difetto per la futura sposa. Se per esempio percepisce i suoi occhi tendenti verso il basso come un piccolo limite che le fa sembrare il viso triste, perché non provare a sollevarglieli con il trucco? Sarà ancora più radiosa!
Altri difetti estetici poco tollerati da chi li porta sono tutti quelli che riguardano il naso, che fortunatamente può essere rimpicciolito con un gioco di ombre. A volte però mi capita di convincere che le lentiggini stanno benissimo e non vanno cancellate!»

Uno smokey eyes soft per dare profondità agli occhi scuri.

Esempi di trucchi armonici e monocromatici.

Riproduzione riservata