Capelli

Tendenze capelli: come li porteremo questo autunno

Tagli asimmetrici, colori multishade e frange: ecco i tagli e i colori che vorremo sfoggiare questo autunno

Le vacanze sono ormai un ricordo, ma la chioma ne porta ancora i segni? Tornare alla vita vera è il momento in cui ci si prepara ad affrontare l'autunno e una delle prime preoccupazioni sono sempre i capelli. Se non hai ancora deciso cosa fare - una spuntatina, una sistematina al colore, un cambio radicale - aspetta un attimo. Armando Petracci, Head Master Technician di Framesi, ci racconta il report delle tendenze individuate da un team di esperti.

Il denominatore comune è la libertà di espressione di noi stesse e della nostra autenticità, potendo scegliere tra tagli, colori e lunghezze che rispecchino il nostro stile unico e la nostra personalità. I capelli non sono un capo di abbigliamento e sentirci a proprio agio e sfoggiare ogni taglio con disinvoltura è ciò che ci permette di essere la migliore versione di noi stesse.

VEDI ANCHE

I tagli di capelli più hot dell’autunno

Beauty

I tagli di capelli più hot dell’autunno

L'unica certezza è il colore: non sarà mai in tinta unita. Che sia biondo o castano, sono le sfumature, i degradè e i colour block che dominano la scena.

Mullet: il taglio per capelli medi

"Il mullet è uno dei tagli più hot della prossima stagione", dice l'hairstylist, "e lo abbiamo rivisitato con frangia e basetta con una colorazione castano caramel". Il mullet si diffonde a macchia negli anni '80, ma David Bowie già lo aveva adottato nel decennio precedente. Uno, se non IL taglio genderless per eccellenza, era infatti stato adottato indistintamente da uomini e donne. In origine la frangia era più corta, così come le basette. Emblema dell'era glam rock, negli anni ha avuto momenti di gloria alternati ad altri in cui invece veniva considerato trash. In tempi recenti è stato avvistato sulle teste di Rihanna, Kristen Stewart, Miley Cyrus, Zendaya e Úrsula Corberó, la Tokyo de La Casa di Carta. Non si possono definire bad girl, perché in fondo è un termine che un po' sminuisce. Meglio dire donne con carattere e personalità forti e decise.

Il corto asimmetrico

Il corto è super versatile e decisamente non monotono. "asimmetrico e con frangia lunga modificabile, per permettere acconciature diverse. Il biondo, in cui abbiamo inserito degli inserti lilla, non parte dalla radice, ma lascia un effetto di ricrescita naturale". Un taglio trasformista, anche se la lunghezza potrebbe indurre a pensare diversamente.

Il lungo è XXL e con effetto sorpresa

"Il lungo è extra-lungo, super glamour. Perfetto per chi ama portare le chiome sciolte o sperimentare acconciature diverse. L'effetto sorpresa è dato dalle punte colour-block dorate, che creano un meraviglioso contrasto con la base castano scuro", dice Petracci.

Il taglio medio lungo: garanzia di successo

"Per questa lunghezza, il taglio più gettonato è sicuramente un long bob con scalatura bassa, reso più interessante da un colore che asseconda la morbidezza del taglio con una dolce tonalità cioccolato fondente, che sfuma sulle punte in un mix di castano caldo e sabbia", dice l'hairstylist.

Capelli di media lunghezza: il Coco-bob

Lungo o medio, il bob rimane in alto nella classifica di gradimento dei tagli più richiesti. Possiamo definirlo senza indugio alcuno il taglio dell'anno. La versatilità del caschetto non può che giocare a suo favore: è l'emblema dell'effortless chic tra tutti i tagli di capelli e non possiamo fare a meno di amarlo . "Il Coco-bob è portato sopra al mento, ha la frangetta e linee morbide", dice Fabrizio Palmieri, Creative Director di TONI&GUY Italia.

Il taglio cortissimo e genderless: il Buzz cut

In un mondo sempre più genderless, dalla moda al make-up, i capelli non possono fare eccezione. Se il mullet è il taglio genderless di media lunghezza, per i capelli cortissimi l'ispirazione viene dal mondo militare. "Il Buzz-cut è un look estremo", dice Palmieri. Un taglio indubbiamente audace, ma che a sorpresa di abbina a molteplici look.

Riproduzione riservata