Capelli

Capelli: rosse alla riscossa

capelli rossi
14-03-2015
Lucia Corna

Visti alle sfilate, amati dalle celeb, i riflessi infuocati, dal rame al cannella, tornano di moda. Pronta per un colpo di testa?

 

Anche tu sei rossa naturale? Osa senza paura il giallo, in una nuance calda e intensa. Se temi un contrasto troppo deciso, prova invece il verde bottiglia: raffinato, è un colore passepartout e funziona meglio del nero.

DALLE PASSERELLEIncarnato lunare, labbra nude e capelli ramati tirati indietro con la riga in mezzo:

DALLE PASSERELLE

Incarnato lunare, labbra nude e capelli ramati tirati indietro con la riga in mezzo: è il look super chic che ha sfilato da Massimo Rebecchi.

Unico tocco dark, gli occhi: tanto mascara e una linea geometrica di eyeliner.

PER SCEGLIERE LA NUANCE GIUSTA«C’è un rosso per ogni donna» sostiene Salvo Filetti, hair design

PER SCEGLIERE LA NUANCE GIUSTA

«C’è un rosso per ogni donna» sostiene Salvo Filetti, hair designer de La Compagnia della Bellezza. L’importante è trovare la sfumatura su misura, che si sceglie in base al colore della pelle, non a quello dei capelli. «Tenendo presente però» precisa Filetti «che è sempre bene non snaturare troppo le radici».

● Se hai una carnagione dai sottotoni rosati e avorio: «Punta sulla nuova gamma di colori “ronze”, che nascono dall’unione del rosso rame con il bronzo dorato» suggerisce Filetti. «Sono il vero trend di questa primavera-estate 2015 e stanno bene sia a chi ha gli occhi azzurri sia a chi li ha nocciola o marroni».
● Se il tuo colorito è olivastro-scuro o anche chiaro ma freddo: «Ti staranno bene i toni del marsala, altro colore di tendenza di quest’anno, che è l’ideale soprattutto per chi ha gli occhi verdi o comunque chiari».

La rivincita delle ginger girl

Un trend che è quasi diventato un movimento popolare e che ha perfino il suo festival ufficiale: avviene a Breda, in Olanda, dove migliaia di rossi – l’ultima volta erano in 5000, naturali e no - si danno appuntamento per il Redhead Day (il prossimo sarà dal 4 al 6 settembre, redheaddays.nl) tra musica dal vivo, birra e baldorie campestri.

C’è poi chi ne fa addirittura il focus della propria arte, come la fotografa sudafricana Anthea Pokroy, che gira il mondo ritraendo rossi e rosse di tutte le età e archiviandoli sul sito icollectgingers.com in una specie di mostra-catalogo digitale in costante divenire.

Una vera rivincita per un colore di capelli che è stato oggetto delle credenze più assurde e disparate. Per gli antichi greci chi aveva i capelli rossi era destinato a trasformarsi in vampiro dopo la morte, ai tempi dell’Inquisizione erano un segno di stregoneria, nel Novecento si riteneva che le rosse fossero le più sexy perché traspiravano note di ambra e violetta.

Un colore sempre più raro

La scienza ha invece spiegato che geneticamente il rosso è dato solo da una maggiore concentrazione di feomelanina rispetto all’eumelanina, preponderante invece nelle persone more o castane e di cui non sono per nulla dotate quelle bionde.

Se rientrate in quello scarso 1,5 per cento della popolazione mondiale a maggioranza feomelaninica, sappiate che avete di che vantarvi, visto che la scienza sostiene che siete una rarità in via di estinzione: il vostro è un gene recessivo ed entro il 2060 non dovrebbero nascere più bambini con questa caratteristica. Tanto vale, quindi, approfittarne.

Le cure per la chioma rossa

«Il rosso è un colore che, anche se naturale, tende con il tempo a sbiadire e ha costantemente bisogno di venire rinfrescato» spiega Salvo Filetti, hair designer de La Compagnia della Bellezza. «Il modo più semplice è fare delle nebulizzazioni di pigmenti ad acqua per riaccendere soprattutto le lunghezze. Non sono aggressive e si possono eseguire, in salone, tutte le settimane».

In alternativa prova le maschere colorate, da fare da sola a casa. «Se vuoi anche un effetto ristrutturante» prosegue Filetti, «puoi applicare un tonalizzante vero e proprio, sempre ad acqua, magari abbinato all’henné naturale». Una tecnica utile per chi ha bisogno di coprire i primi capelli bianchi, che alle fulve naturali spuntano di un improbabile rosa slavato.

Il make up per il viso delle rosse

I colori da scegliere dipendono dalla sfumatura di rosso a cui appartieni.

«Per chi è ramata vanno meglio i toni terrosi, dal bruciato al marron glacé al bronzo, mentre le mogano possono osare anche tinte più decise, come il melanzana o il verde smeraldo» suggerisce la famosa make up artist Bobbi Brown nel suo manuale Everything Eyes.

Per il rossetto, via libera a tutte le tinte nude e ai bordeaux, niente fucsia e nemmeno rosa candy, anche se c’è chi sostiene che con una pelle chiarissima il ciclamino sia osabile. Il rosso scarlatto è concesso? «Sì, ma solo alle ramate e a chi ha riflessi caldi e dorati» scrive la Brown.

Le cure per la pelle di chi ha i capelli rossi

Un occhio di riguardo anche per la cura della cute, che di solito è sensibile e delicata.

Il vero nemico di queste carnagioni, spesso ricoperte di efelidi, è il sole. Chi è rossa di natura di solito appartiene a un fototipo 1 e quindi deve esporsi con molta attenzione, usando un SPF alto (almeno 30 o 50) o mettendo anche in città una crema da giorno con filtro.

Gli abiti da indossare per le rosse

All’ultimo Festival di Sanremo ha fatto discutere la scelta di Chiara di mettere un abito tinta zabaione. «Invece non è vero che le rosse devono evitare il giallo, anzi nelle nuance più calde o tuorlo d’uovo stanno benissimo» sostiene Cinzia Felicetti, image consultant e autrice di Più bella con i tuoi colori (Sperling&Kupfer).

Bisogna poi distinguere tra rosse autunnali, come Julianne Moore e rosse primavera, come Amy Adams (foto) o Nicole Kidman. «Per le prime sono ok le tinte che vanno dal cammello al marrone cioccolato, corteccia fino al verde nelle nuance più boschive» spiega Felicetti. «Le seconde invece devono preferire colori più chiari, ma comunque caldi, dal miele al rosa pesca, al corallo, al turchese o al giallo narciso».

E con il nero, come regolarsi? «In generale non è adatto a nessun tipo di rossa, a meno che non venga abbinato a un’altra tinta, come il ruggine o il viola».

Rosse da Oscar

Le attrici fulve hanno dato del filo da torcere alle colleghe brune e bionde.

In senso orario: Julianne Moore ha vinto l’ambita statuetta come migliore attrice per Still Alice (1); Nicole Kidman, di nuovo rossa, sfoggia un long bob super attuale; Jessica Chastain fa notizia indossando un vestito low cost da 199 euro. E Amy Adams, più radiosa che mai, ha attirato i flash con una pettinatura raccolta a onde morbide, molto romantica.

Riproduzione riservata