Capelli

Capelli? Rimettili in riga

cover riga capelli

Cool, grafica e bon ton: questi sono i tre tipi di scriminatura visti alle sfilate. Pettine alla mano, ti spieghiamo quale fa per te, come realizzarla e anche il trucco giusto da abbinare

La riga ai capelli si ispira agli anni Sessanta

Tre maison storiche l’hanno fatta sfilare: diritta e centrale (Chanel), laterale e spericolata (Valentino), doppia e cuspidata (Gianfranco Ferré). La riga, insomma, è tornata per dare una sistemata al mood scarmigliato che andava nelle scorse stagioni.

«È vero, è tra i must del momento. Prende ispirazione sia dalle pettinature anni Sessanta, che la abbinavano a cotonature XXL, sia a quelle degli anni Settanta, quando andavano forte i capelli diritti, senza volume e separati da una profonda scriminatura centrale» conferma Sergio Carlucci, direttore creativo di Toni&Guy Italia.

«In realtà la riga» continua «non è mai passata di moda. Ma negli ultimi anni era diventata sempre meno visibile per colpa della tendenza “third day hairstyle” (capelli da terzo giorno dopo la piega), che la nascondeva tra ciocche e onde scompigliate ad arte».

Ecco allora qualche dritta per scegliere la scriminatura adatta a te.

La riga doppia a V

Cyber doppia

Sta bene a...
«La riga a V è una tendenza fra il pop e il punk, adatta alle giovani ma anche a chi ha un viso regolare» spiega Sergio Carlucci. «Richiede un buon controllo dei capelli che vanno resi più morbidi, prima di asciugarli, con olio o gel».

Falla così
Spazzola indietro i fusti e dividili a triangolo, usando la fronte come vertice. Traccia due righe diagonali con la coda di un pettine: all’attaccatura, tra l’una e l’altra, lascia due centimetri. Preparati a provare e riprovare, imbroccare il risultato al primo colpo non è facile! Raccogli i capelli della parte alta della testa in un codino e uniscilo al resto della chioma in un’unica pony tail bassa».

Il make up da abbinare
«Per le più stravaganti e creative che scelgono quest’acconciatura, consiglio un look che prevede dei giochi di texture. Fai uno smokey eyes a palpebra piena nei toni del nero, verde bosco, blu scuro o prugna, ma tutti in versione opaca, e abbinalo a due punti luce metallici, uno al centro della palpebra e l’altro all’angolo interno dell’occhio. Niente mascara: la sua assenza renderà lo sguardo ultra moderno. Le sopracciglia sono naturali, da pettinare con un gel fissante trasparente, le labbra scure e mat, illuminate però da un gloss applicato solo al centro della bocca» conclude Michele Magnani, senior artist di Mac Cosmetics.

La riga ordinata di lato

Sta bene a...

«La riga laterale, grafica e profonda, sta bene a chi ha un viso paffuto e tondeggiante perché tende a sfilarlo. Per decidere da che lato tracciarla guardati allo specchio: sicuramente potrai notare che un occhio è più regolare rispetto all’altro. Nessuno, infatti, ha il viso perfettamente simmetrico» spiega l’hair stylist Carlucci.

Falla così
Disegna una riga laterale che inizia in corrispondenza della metà dell’occhio più bello: lo metterai in primo piano» prosegue il parrucchiere. Ma se all’attaccatura c’è una “rosa” (quei vortici dai quali partono i capelli), bisogna sempre assecondarla. «Dopo lo shampoo, distribuisci su tutte le lunghezze un po’ di schiuma o un prodotto a base di resine naturali, asciuga e cotona leggermente i capelli con il pettine, non per gonfiare ma per dare consistenza ai fusti e compattezza al risultato. Ora traccia la riga: porta i capelli tutti in avanti e, partendo dalla fronte, disegna la scriminatura con la coda del pettine» prosegue Sergio Carlucci. Ora, aiutandoti con la spazzola, fai una pony tail né alta né bassa, ma centrata.

Il make up da abbinare
«Se porti la riga laterale ben delineata, scegli un look severo ma sexy: per gli occhi, eyeliner grafico, mascara solo sulle ciglia superiori, sopracciglia curatissime e ripassate a matita per accentuarne l’arco. La bocca deve essere ben disegnata: rossa, arancio o magenta. E assolutamente mat» suggerisce il make up artist Michele Magnani.

La riga classica in mezzo

Sta bene a...
«La riga centrale, forse la più amata dalle donne, si adatta a tutte, tranne a chi ha un volto lungo e stretto» dice l’hair stylist Sergio Carlucci. «Il ritorno dei capelli oltre le spalle (un’altra tendenza di questa stagione) la rende più che mai attuale e indispensabile. Non ci sono particolari indicazioni per l’asciugatura: magari, dopo lo shampoo, si può usare un prodotto volumizzante se i fusti sono diritti, o idratante, se la chioma tende al crespo.

Falla così
Per tracciare una linea perfetta, punta l’indice della mano sinistra sulla parte centrale dell’attaccatura dei capelli e, a testa in giù, portali tutti in avanti. Appoggia alla sommità del capo la coda del pettine e, mirando il dito indice come punto di arrivo, dividi in due la chioma: otterrai una linea perfettamente dritta e centrata. Spazzola e sei pronta».

Il make up da abbinare
«Il trucco per chi ama la riga nel mezzo si ispira agli anni Settanta. Occhi molto intensi, nei toni del marrone, nero, oro e bronzo. Ciglia con tantissimo mascara (sopra ma anche sotto), labbra nude e super glossate» spiega Michele Magnani, senior artist di Mac Cosmetics.

La riga per i capelli ricci

E chi ha i ricci... quale riga deve scegliere? Perfetta è quella centrale. Infatti, la scriminatura laterale è più difficile da portare per una questione di volumi (troppo al centro della testa e troppo poco sui lati).

Un effetto sempre carino è quello di acconciare le ciocche laterali sollevandole e fermandole con le mollette. O, come vogliono le ultime tendenze, raccoglierle in due mini trecce molto morbide.

I prodotti per una riga perfetta

Nella foto (da sinistra):

Shampoo Lisci da Accarezzare di Herbal Essences (3,29 euro), grazie al giglio rosa e alle proteine della seta, liscia i capelli senza appiattirli

Strengthening and Hydrating Hair Oil-in Cream di Kiehl’s (30 euro) è un mix tra una crema e un olio e aiuta a disegnare la riga cyber

Per far risaltare bene la riga di lato, i capelli devono essere molto lucidi: con Silhouette Color Brilliance di Schwarzkopf (nei saloni) avrai un effetto gloss

24h Expert Volume Mousse Styling Professionale di Franck Provost (7,50 euro) è una mousse volumizzante per chi ha i capelli fini e un po’ piatti

Mousse Idratazione Intensa di Pantene (6,99 euro), a base di vitamina B5, è il prodotto ideale per chi ha i capelli secchi o crespi

Lissea di Furterer (21,50 euro) è un fluido lisciante che rende i capelli più pettinabili

Riproduzione riservata