Capelli

10 regole per avere capelli sempre perfetti

massaggio cuoio capelluto

Sono più facili di quello che pensi, ma forse proprio perché si danno per scontate, si rischia di dimenticarsene

Olycom
1/10

Regola N. 1

Massaggia il cuoio capelluto

Serve a riattivare la circolazione sanguigna e quindi ad apportare nutrimento al bulbo pilifero. Il movimento corretto prevede di "muovere" il cuoio capelluto avanti e indietro come se lo volessi spostare. E va fatto tutti i giorni su capelli asciutti.

Olycom
2/10

Regola N. 2

Utilizza lo shampoo giusto nel modo corretto

I capelli vanno lavati quando...sono sporchi! Evita di lavarli tutti i giorni se in realtà non richiedono una tale frequenza: potresti sfibrarli. Viceversa: diradare troppo i lavaggi può far sì che il sebo si accumuli troppo sul cuoio capelluto, ostruendo il bulbo pilifero. A meno che non faccia sport, la frequenza giusta è lavarli ogni 3-4 giorni. Con lo shampoo indicato per il proprio tipo di capelli.

La mossa giusta? Massaggiare solo il cuoio capelluto e mai le lunghezze. Per queste ultime basterà la schiuma "trasportata" dall'acqua a lavarle.

Olycom
3/10

Regola N. 3

Balsami & co? Solo se servono

Una convinzione errata vuole che più balsamo applichiamo più i capelli si ammorbidiscono: in realtà ciò è vero per i capelli secchi, ricci o sfibrati. Per tutti gli altri è bene applicare i prodotti dopo shampoo in piccole quantità senza superare il tempo di posa indicato sulla confezione: si eviterà di appesantirli e sporcarli prima del dovuto.

Olycom
4/10

Regola N. 4

Non trascurare il cuoio capelluto

Può essere paragonato al terreno che, se curato a dovere, rende le piante rigogliose. Osserva lo stato del tuo cuoio capelluto, dunque. E agisci di conseguenza.Spesso, più che i capelli è "la base" che deve ricevere maggiori attenzioni. È il caso di cuoio capelluto che si desquama, si arrossa, si irrita, diventa grasso ecc. Ci sono trattamenti particolari per correre ai ripari.

Olycom
5/10

Regola N. 5

Elastici morbidi

Se ami le code fai attenzione agli elastici che usi per legare i capelli. Usa sempre e solo fermagli in stoffe privi di parti metalliche: eviterai spiacevoli sorprese, come capelli spezzati e provati da continui sfregamenti.

Olycom
6/10

Regola N. 6

Spazzole e pettini? La parola chiave è delicatezza

Oggi in commercio ci sono spazzole dal design brevettato che sciolgono i nodi senza spezzare i capelli: è il caso dell'innovativa Tangle Teezer in vendita in esclusiva da Sephora, che districa i capelli sia da bagnati che da asciutti con efficacia e delicatezza.

Olycom
7/10

Regola N. 7

Alimentazione pro-capillare

Perché i capelli siano belli devono essere in salute. Il primo passo è partire dall'interno alimentandosi bene, seguendo cioè una dieta varia ed equilibrata. Mai farsi mancare le proteine di carne, latte e pesce che ricostituiscono la fibra capillare. Se sei vegetariana, mangia tanta verdure a foglie verdi e legumi.

Olycom
8/10

Regola N. 8

Integratori benefici

Se l'alimentazione non dovesse bastare a rafforzare i capelli, integra il menu con integratori specifici. I più efficaci sono a base di: vitamine A, B, C ed E, minerali come zinco, ferro, rame, silicio, magnesio, manganese e aminoacidi.

Olycom
9/10

Regola N. 9

Proteggi i capelli dal sole

Secondo gli ultimi studi un'estate intera trascorsa sotto il sole cocente senza adeguata protezione provoca sui capelli gli stessi danni che provocherebbe un impacco di candeggina di 20 minuti. Basta per proteggere la chioma dal sole con cappelli e spray solari?

Olycom
10/10

Regola N. 10

No a (mal)trattamenti aggressivi troppo frequenti

Decolorazioni, stiraggi chimici, permanenti ecc. sono trattamenti che aggrediscono la fibra capillare impoverendola. Se li esegui con troppa frequenza e a distanza ravvicinata rischi di ritrovarti con una chioma stopposa, a cui solo un bel taglio potrà porre rimedio. Meglio agire con cautela e affidarsi al consiglio di un bravo parrucchiere per conoscere i tempi indicati per il proprio capello.

PREV
NEXT

Il segreto della bellezza dei capelli è nello shampoo: se lo si sbaglia si rischia di pregiudicare la lucentezza della chioma. Ma come si fa a capire quello giusto per sé? Osservare il proprio capello non basta, anche se è una pratica che si dà spesso per scontata.
Se i capelli sono sporchi già il giorno dopo, meglio affidarsi a uno shampoo riequilbrante che normalizzi la produzione di sebo; se il cuoio capelluto si desquama, è importante prima calmare lo stato irritativo e poi usare lozioni lavanti che evitino l’accelerazione delle cellule morte.  
Lo shampoo per lavaggi frequenti è indicato di solito per chi li lava tutti i giorni, frequenta palestre e piscine o preferisce alternarlo ad uno shampoo curativo: di solito è formulato con una base lavante molto delicata che non dissecca la fibra nonostante l’uso frequente.

Lo shampoo è dunque l’ABC dei capelli perfetti, per conoscere gli altri segreti, sfoglia la gallery in alto.

Riproduzione riservata