Capelli

Henné e non solo: tutte le erbe (e i trucchi) per riaccendere la tua chioma

Donna si fa la tinta
Henné e non solo: le erbe (che non conosci) per riaccendere la tua chioma e regalarti riflessi strepitosi, dal rame al biondo dorato

Riaccendere la chioma, farla brillare e renderla bellissima, ma in modo naturale. Non è un sogno, ma l’effetto dell’henné e delle erbe che esaltano il colore, rispettando i capelli. Una magia? Provare per credere!

Come funziona l’henné

L'henné è una polvere colorante naturale che viene ottenuta dalle foglie della Lawsonia Inermis, una pianta spinosa ricca di lawsone, ossia un pigmento arancio-rosso che risulta molto intenso. Sin dall’antichità viene utilizzato per tingere i capelli e ha moltissimi vantaggi. Il primo? Contiene sostanze che non vanno solo a colorare la chioma, ma la nutrono, lucidano e le regalano corpo. I benefici sono tantissimi e ben visibili sulla cute dopo l’utilizzo.

Le tonalità

L'henné naturale in purezza ha un colore rosso, in grado di coprire i capelli bianchi e non schiarente. In base ai tempi di posa può diventare più o meno intenso, ma i risultati sono legati anche ad altre variabili come la capacità del capello di assorbire il prodotto.

Non esiste solamente l’henné ottenuto dalla Lawsonia, ma alcune varianti. La più famosa è quella che viene ottenuta da un’altra pianta, la Senna Italica. Si usa di solito come base: la polvere viene miscelata con altri ingredienti, sempre vegetali, per ottenere sfumature differenti.  

  • Se aggiungiamo camomilla e rabarbaro si otterranno riflessi dorati;
  • Con la lawsonia si potrà avere una nuance rossa;
  • L’aggiunta di Indigofera tinctoria permetterà di creare l’henné nero.

Come si tingono i capelli in modo naturale

In commercio esistono diverse miscele di henné a base di erbe. Tingere i capelli con questo prodotto è semplicissimo, anche con il fai da te. Basta mescolare le polveri, lavorandole come una pasta e allungandole con l’acqua bollente.

A questo impasto si potranno aggiungere delle sostanze acide, ad esempio lo yogurt, il limone oppure l’aceto. Il loro scopo è quello di accelerare l’ossidazione, aumentando l’intensità del colore. Il consiglio inoltre è di associare al trattamento agenti emollienti, ad esempio miele ed oli vegetali per nutrire i capelli ed evitare che si secchino. Qualche piccola tips per non sbagliare? L’henné va preparato sempre in ciotole di vetro, ceramica o plastica e non va messo mai a contatto con materiali metallici. Per evitare di macchiarti le mani usa dei guanti.

Se sogni capelli rossi e mogano

Se desideri intensificare il colore dei capelli rossi e coprire quelli bianchi, puoi utilizzare l’henné preparato con la Lawsonia Inermis. Per accentuare i riflessi rame, prugna e mogano si possono utilizzare le polveri base arricchite con altri agenti vegetali in base alle esigenze.

Se vuoi capelli biondi

Per esaltare i riflessi chiari e dorati dei tuoi capelli biondi, arricchendoli con calde sfumature opta per l’henné neutro, miscelandolo con camomilla o rabarbaro. Non copre i capelli bianchi, ma regala un risultato simile a quello di un trattamento riflessante, con un effetto meches super naturale. Sogni da sempre riflessi ramati? Le miscele di henné naturale con Lawsonia donano un risultato super!

Se hai capelli castani o neri

L’henné è l’ideale anche per chi ha capelli castani o neri. Accende infatti la chioma con riflessi vibranti che vanno dal mogano al prugna. Nasconde alla perfezione i capelli bianchi e crea delle sfumature stupende. Puoi usare quello naturale a base di Indigofera tinctoria o Buxus Dioica (chiamato henné nero).

Le tinture naturali

Non solo henné, per tingere i capelli in modo naturale puoi usare tantissime altre erbe. I vantaggi? Non danneggiano la chioma, donano una tonalità super e nutrono oltre che colorare.

Katam per un castano con riflessi violacei

Il Katam, ricavato dalla Baxus Dioica, una pianta che cresce in ambienti aridi, ha un alto potere tintorio. La nuance che si ottiene è un castano intenso, con riflessi violacei alla luce del sole. Il risultato è top, ma il trattamento è sconsigliato per chi ha capelli decolorati o bianchi. Rischierebbero di diventare viola o verdi!

Indigo per un castano scuro-nero

Ricavata dalle foglie dell’Indigofera Tinctoria, questa tinta naturale dona una colorazione castana fredda, intensa e profonda. Se cerchi qualcosa di particolare prova il nero più scuro che dona riflessi blu super trendy.

Robbia per un rosso ramato o ciliegia

Ricavata dalla Rubia Cordifolia, la Robbia è una polvere naturale ottima per ottenere un rosso ramato o ciliegia. La tonalità varia in base all’acidità dell’ambiente in cui la miscela viene preparata. Se maceri la robbia solamente con acqua calda il colore sarà caldo come il mattone o il ramato. Se aggiungi all’acqua anche il bicarbonato l’ambiente sarà basico, dunque il rosso risulterà freddo, come un prugna o un ciliegia.

Curcuma per un biondo oro

Dalla Curcuma Longa si ricava una polvere che non è ottima solo per insaporire le pietanze, ma anche per regalare un biondo oro ai capelli. La tintura, super naturale, non contiene un agente schiarente, ma rilascia una colorazione giallo-oro che tende al freddo.

Riproduzione riservata