Capelli

Hair Cycling: l’ultima tendenza beauty di TikTok

L' Hair Cycling è destinato a diventare un vero e proprio trend per la cura dei capelli.

Quando si parla di skincare e trend virali su TikTok, avrai sicuramente sentito parlare dello “Skin cycling“.
Una beauty routine serale che impazza sulla piattaforma social, dove i prodotti per la cura della pelle si alternano in un ciclo di quattro sere, in modo da utilizzare ingredienti attivi (come retinolo o alfa-idrossiacidi) due giorni a settimana e solo ingredienti idratanti e lenitivi nei “giorni di riposo”.

Cos’è l’Hair Cycling?

Il principio è il medesimo alla base dello skin cycling: non si utilizzano gli stessi prodotti per detergere il cuoio capelluto ed idratare le lunghezze, ma si vanno a creare dei mix personalizzati con ingredienti e modalità di azione diverse. Lo scopo è quello di migliorare la salute del nostro cuoio capelluto ed implementare l’idratazione e la luminosità della nostra chioma.

A lanciare il trend su TikTok è stata la beauty content creator Kelsey Griffin, sorpresa nel vedere nel giro di poco tempo i suoi capelli più forti e più luminosi. 

@kelseygriffinn

please sound off in the comments because I want to know if this is a thing and/or makes any sense😂

♬ original sound – kelsey griffin

Il segreto? Alternare shampoo e balsamo in base alla reale necessità del suo cuoio capelluto.

In breve tempo il video è diventato virale, generando la curiosità degli utenti che hanno iniziato a postare i propri risultati con l’hashtag #haircycling.

Perchè provare l’Hair cycling?

Il vantaggio effettivo, è quello di ridurre al minimo l’infiammazione del cuoio capelluto causato da prodotti troppo aggressivi. Infatti proprio come per la pelle del viso, anche il tuo cuoio capelluto richiede attenzioni e cure specifiche. Il rischio nell’utilizzare sempre gli stessi prodotti, soprattutto se eccessivamente “strong”, è di incorrere in forfora e dermatite seborroica.

Nonostante i capelli di ognuna di noi siano diversi, e richiedono quindi attenzioni e cure differenti, è possibile seguire uno schema “basic” per iniziare a prendere confidenza con questa tendenza.

Primo lavaggio

Utilizza un trattamento esfoliante delicato per rimuovere dai tuoi capelli l’accumulo di prodotti per lo styling, lo smog ed il sebo in eccesso.

A seguire fai due passate di shampoo, possibilmente detox e privo di siliconi. La prima ti aiuterà a rimuovere le impurità accumulate sulla fibra capillare, mentre la seconda detergerà a fondo il cuoio capelluto.

Utilizza successivamente un balsamo idratante per districare le lunghezze.
Termina la tua hair care routine con un siero per capelli, o in alternativa, un olio per mantenere la tua chioma morbida ed idratata, domare l’effetto crespo e riparare le doppie punte.

Secondo lavaggio

Per il secondo lavaggio hai diverse possibilità: puoi utilizzare uno shampoo leggero per lavaggi frequenti e successivamente applicare una maschera ristrutturante, oppure, in caso di capelli porosi e particolarmente secchi, utilizzare un co-wash ossia un balsamo lavante.

Questo tipo di detergente è particolarmente indicato per i capelli ricci, che hanno bisogno di un vero proprio shot di idratazione per districare i boccoli. Una volta insaponati i capelli, ti basterà utilizzare un balsamo leave in per mantenere le tue lunghezze morbide ed idratate.

Tutti i tipi di capelli possono provare l’Hair Cycling?

Assolutamente sì. Alcuni passaggi e prodotti possono cambiare in base alle tue esigenze.
Per esempio, puoi modificare il tipo di shampoo che utilizzi sotto la doccia in base alla stagione oppure al trattamento che hai fatto dal parrucchiere.

È sicuramente un trend utile che merita una chance, soprattutto perché offre l’opportunità di conoscere davvero la struttura dei tuoi capelli ed applicare solo i prodotti di cui hanno realmente bisogno.

Riproduzione riservata