Capelli

Capelli: le acconciature con il gel

Capelli: le acconciature con il gel

È il prodotto più versatile che ci sia ed è tornato di gran moda. Qui ti diciamo come sceglierlo e quali acconciature puoi realizzare

Capelli lisci e ordinati con il gel

Scegli la gelatina se ti basta un fissaggio leggero per una pettinatura poco strutturata, se vuoi avere la possibilità di rimodellarla, se i capelli sono medio-lunghi. La gelatina(o gel no gel) è in versione lucida oppure invisibile.

Per questo look spalma una noce di gelatina glossy sulle mani. Distribuiscila, dalla fronte fino alla nuca, sui capelli umidi. Pettina e fissa. Sulla parte di chioma sciolta non mettere niente: lasciala morbida e opaca, in contrasto con la testa disciplinata e lustra.

Capelli lunghi e mossi con il gel

Scegli la cera per un risultato morbido, mosso, vissuto o se vuoi poter rimodellare l’acconciatura. Dà risultati perfetti sui tagli destrutturati, sia lunghi sia corti.

Per questo look spalma la cera sulle mani (la quantità dipende dalla lunghezza dei capelli) e passale accuratamente dalle radici alle punte su tutta la lunghezza. Raccogli le due ciocche sopra le orecchie e fissale sulla sommità della testa. Lascia che il resto dei capelli ricada liberamente. Fai asciugare all’aria, tenendo conto che ci vorrà una ventina di minuti.

Capelli ricci e afro con il gel

Scegli la crema se hai i capelli crespi e fortissimi con un taglio corto e rotondo. La crema riesce a controllarli pur rispettandone la naturalezza e li rende più brillanti, senza il rischio di irrigidirli o appesantirli.

Per questo look applica un cucchiaio di crema sulle mani, stropicciale e passa le dita fra i capelli umidi, in modo da distribuire uniformemente il gel. Asciuga con il diffusore se vuoi una testa più composta, con il phon caldo se la vuoi più spettinata. Nel frattempo muovi continuamente le mani fra i capelli, per dare volume extra.

Capelli medi e spettinati con il gel

Scegli il fluido se vuoi l’effetto bagnato, la tendenza più attuale quest’estate, se hai i capelli medi e un taglio leggero, come un carré destrutturato con punte vuote.

Per questo look spalma il gel fluido sulle punte e sulla mezza lunghezza (non sulle radici!) ancora umide, lavorando bene con le mani per spettinare i capelli. Attenta a non esagerare con la quantità: il rischio è che in alcune zone se ne accumuli troppo, in altre troppo poco. Alla fine, niente phon, lascia asciugare all’aria per aumentare l’effetto stropicciato.

Capelli ondulati e piatti con il gel

Scegli lo spray a fissaggio forte se vuoi uno styling definito; se vuoi un effetto bagnato ben visibile, tipo lacca, ma che non lasci la testa rigida. Ricorda che: sul lungo fissa, sul corto “spara” le punte, sui capelli bagnati blocca, su quelli asciutti fa da finish. Non va bene sui capelli ricci.

Per questo look serve una grande manualità. Spruzza lo spray, modella la prima ciocca a onda con le mani, fissala con una clip. Prosegui formando un “riccio piatto” (quello che vedi sopra l’orecchio) e immobilizzalo con una seconda clip. Poi raccogli i capelli sulla nuca.

Capelli statici e modellati con il gel

Scegli il classico per avere un effetto “congelato”, che tiene tutto il giorno. Ricorda che sui capelli lisci lucida e definisce, sui capelli ricci toglie il crespo. Usalo sulla testa appena tamponata con l’asciugamano.

Per questo look composto spalma abbondante gel extra strong sui capelli molto umidi. Distribuisci bene, poi pettina per tirare le ciocche laterali bene all’indietro. Con la punta delle dita modella a onde e ricci quelle sopra la fronte. Raggiunto lo styling desiderato, fissalo con il phon a soffio minimo ma molto caldo.

Capelli tiratissimi e piastrati con il gel

Scegli la pasta se hai bisogno di una via di mezzo che fissi lo styling senza irrigidire. Una precauzione: dosalo bene, non esagerare con la quantità. Il gel pasta è perfetto da usare sui capelli medi e per disciplinare quelli un po’ disordinati.

Per questo look, dopo aver fatto la riga centrale, applica del gel pasta sulle mani. Passale su tutta la lunghezza, tirando per far aderire bene la chioma alla testa. Lega i capelli e poi, per ottenere quel particolare effetto a lama sulla coda, usa la piastra.

Riproduzione riservata