come lavi capelli

10 cose da fare e da non fare quando lavi i capelli

Lavare i capelli. Un gesto semplice ma a cui spesso non si presta la giusta attenzione. Ecco, allora, tutto quello che devi sapere quando ti lavi i capelli, per farlo nel modo corretto e garantire alla tua chioma salute e bellezza.

Spesso è un gesto quasi automatico e a cui non si presta la giusta attenzione. Anche se ti sembra di farlo bene, infatti, quando ti lavi i capelli è importante seguire qualche piccolo accorgimento in più. Dalla frequenza, ai prodotti da usare, fino anche al come asciugarli.

Ogni azione, infatti, deve essere fatta nel modo corretto per assicurare alla chioma le giuste cure di cui ha bisogno, e garantirle di essere sempre perfetta e, soprattutto, sana. Ecco, allora, tutto quello che è meglio fare o non fare quando ti lavi i capelli. Tanti piccoli trucchi da vere hair stylist che renderanno la chioma più forte e bella. A prova di tocco e di sguardo.

Attenzione alla frequenza

La prima cosa da tenere a mente quando si parla di capelli riguarda la frequenza con cui si decide di lavarli. Una, due, cinque volte la settimana? In linea generale è importante non farlo troppo spesso. Questo perché, così facendo, la chioma andrebbe a indebolirsi troppo, perdendo lucentezza e forza.

L’ideale è quello di farlo tre volte alla settimana. Magari intervallando il classico lavaggio con uno “a secco” per non stressare troppo la cute e la chioma stessa. Ovviamente tenendo anche presente la tipologia dei propri capelli e l’esposizione agli agenti esterni che possono sporcare il cuoio capelluto.

lavare capelli come

Perché i capelli si sporcano?

Alla base della necessità di lavare i capelli più o meno frequentemente, infatti, ci sono diversi fattori. Sia interni, che derivano direttamente dal corpo, sia esterni, ovvero che dipendono dall'ambiente circostante.

Fattori "self"

Il primo riguarda la produzione di sebo da parte del cuoio capelluto e che, insieme al sudore e al ricambio cellulare della cute, vanno a formare lo sporco “autoprodotto”.

Fattori "non self"

Il secondo si riferisce a tutto ciò che si deposita sulla chioma e che arriva dall’esterno. Inquinamento, polveri, microbi, ecc. Tutti elementi che aumentano la sensibilità della cute, alterando l’equilibrio del microbiota del cuoio capelluto. Se vivi in città, quindi, e ti lavi i capelli due o tre volte la settimana, potrebbe non essere sufficiente per mantenerli liberi dalle impurità e pieni di salute. Ecco perché è sempre bene valutare ogni fattore e agire di conseguenza.

lavare capelli sporchi

Scegliere i prodotti giusti

Un altro elemento importante da tenere a mente quando ti lavi i capelli è la scelta dei prodotti da utilizzare. Gli shampoo, infatti, non sono tutti uguali. Secchi, grassi, colorati, ricci, lisci, sottili o folti.  Le tipologie di capelli sono tante, così come i prodotti specifici per soddisfarne ogni esigenza e non rischiare di rovinarli.

Niente prodotti generici, quindi, meglio optare per qualcosa di più specifico, che contenga ingredienti adatti alla propria tipologia di chioma e possibilmente senza solfati. In questo ci si può far consigliare da un esperto o, in caso di fastidi come la presenza di forfora o dermatite, è bene rivolgersi direttamente a un dermatologo.

lavare capelli prodotti

Eseguire i movimenti corretti

È capitato a tutti. Spesso per la fretta, la mancanza di voglia o semplicemente perché non conosciamo bene il metodo, non si presta molta attenzione al “come”. Per lavare i capelli correttamente, invece, è importante seguire qualche piccolo, ma fondamentale, accorgimento. Utile a eseguire una detersione accurata ed efficace e a mantenere la chioma sana e bella.

Prima di iniziare, quindi, ricordati che:

  • è importante bagnarsi bene la testa prima di applicare qualsiasi prodotto, per garantirne il giusto assorbimento;
  • non serve svuotare la confezione per farsi un buono lavaggio. Una noce di shampoo sarà più che sufficiente;
  • è bene massaggiare la cute con movimenti circolari, dedicando al lavaggio qualche minuto, almeno cinque (la fretta non è mai una buona cosa!);
  • non strofinare le lunghezze e le punte. Questo, infatti, può seccarle eccessivamente, rovinandole;
  • risciacqua la cute con acqua tiepida o fresca. Mai calda. Il calore eccessivo, infatti, indebolisce i capelli rendendoli opachi.
lavare capelli massaggio

Non dimenticarti del balsamo

Una cosa ovvia, ma che è bene ricordare. Shampoo e balsamo non sono interscambiabili. Quando lavi i capelli, quindi, ricordati sempre di utilizzare anche un balsamo (che come per lo shampoo non dovrebbe mai essere generico). Il balsamo, infatti, nutre e protegge la chioma, idratandola e aumentandone l’elasticità.

lavare capelli balsamo

Uno step indispensabile per capelli lucenti, ovviamente applicandolo nel modo corretto. Quando lavi i capelli, quindi, nel momento della posa del balsamo presta sempre attenzione a:

  • lasciarlo assorbire per massimo uno, due minuti. Esagerare con la tempistica può appesantire il capello riducendo il volume della chioma;
  • non applicarlo quando la chioma è troppo bagnata, meglio tamponarla un po' prima, per garantire al balsamo di penetrare bene senza che scivoli via;
  • sciacquare bene la chioma, eliminando ogni traccia di prodotto.

Non pettinare i capelli bagnati

In linea generale, poi, è bene adottare la buona abitudine di non pettinarsi i capelli quando sono bagnati. Questo perché più la chioma è bagnata e più aumenterà il rischio di rompere e danneggiare i capelli, portando alla loro caduta.

Meglio tamponarli un po' con un asciugamano o aspettare che si siano anche solo leggermente asciugati prima di pettinarli. In caso fosse proprio necessario, poi, è sempre preferibile usare le dita per districare eventuali nodi, in modo più gentile ed evitando di spezzare i capelli.

lavare capelli dita

Meglio il pettine o la spazzola?

Un altro elemento importante da tenere a mente per salvaguardare i propri capelli, è la scelta degli strumenti da utilizzare. Per esempio, è meglio usare un pettine o la spazzola? La risposta è semplice, ed è il pettine. Ma non uno qualsiasi. La cosa migliore, infatti, è optare per un pettine a denti larghi. 

Questo va usato prima del lavaggio, per districare eventuali nodi e togliere le prime tracce di sporco, e dopo. Ovviamente, come detto, avendo cura di non farlo quando i capelli sono ancora molto bagnati. 

lavare capelli pettinare

Non legarti i capelli

Esattamente come per il pettinarsi, anche legare i capelli da bagnati non è una buona abitudine per la salute della chioma. Quando sono pieni di acqua, infatti i capelli sono più fragili e legarli con un elastico (di qualunque tipologia) può romperli, danneggiandone le fibre. Ma non solo.

Legare i capelli bagnati aumenta la formazione delle doppie punte, aumenta la sensazione di prurito al cuoio capelluto e la formazione della forfora. Insomma, tutte buone ragioni per evitare di farlo e attendere che siano ben asciutti.

lavare capelli legati

Tamponare non strofinare

Shampoo, balsamo, pettine. Hai fatto tutto alla perfezione ma attenzione perché per mantenere la tua chioma sempre bellissima non hai ancora finito. Quando lavi i capelli non puoi assolutamente trascurare il momento dell’asciugatura.

Regola numero uno, non strofinare mai la chioma. Come detto, infatti, quando i capelli sono bagnati risultano molto più fragili rispetto a quando sono asciutti. Per questo è importante non stressarli, strizzandoli o strofinandoli per eliminare l’acqua in eccesso. La cosa da fare, invece, è quella di tamponare la chioma delicatamente con un asciugamano, meglio se in microfibra. Optando anche per una maglietta, meno aggressiva del classico telo da bagno.

lavare capelli tamponare

Turbante: sì o no?

Un altro modo per eliminare l’acqua dai capelli dopo il lavaggio è quello di avvolgerli a modi turbante con un telo. In questo modo la chioma rimane protetta dagli agenti esterni, asciugandosi dolcemente e più naturalmente.

La cosa a cui prestare attenzione, però, è di non dimenticarsi il turbante sulla testa troppo a lungo. Mettendosi a fare mille altre cose durante l’attesa. L’ideale è quello di usarlo per pochi minuti, evitando così che l’asciugamano trattenga troppa umidità, generando l’effetto crespo tipico delle giornate piovose.

lavare capelli turbante

Meglio evitare il phone

Se a questo punto ti stai domandando se dopo che ti lavi i capelli devi lasciarli bagnati fino a che non si asciugano da soli, la risposta è nì. O meglio, come abbiamo già detto i capelli non amano il calore, poiché tende a indebolirli, seccarli e sfibrarli. Vero è, però, che non sempre si può optare per un’asciugatura naturale.

lavare capelli phone

Anche se sarebbe meglio evitare l’utilizzo del phon, quindi, è bene imparare a usarlo nel modo corretto:

  • non alla massima temperatura;
  • mantenendolo lontano dalla chioma, soprattutto dalle lunghezze;
  • utilizzandolo solo lo stretto necessario.

Per proteggere la chioma dal calore, poi, è possibile utilizzare dei sieri o spray termo protettori, che aiutano a preservarli e schermarli da possibili danni.

lavare capelli spray

In questo modo i tuoi capelli appariranno sempre lucenti, morbidi e in piena salute. Grazie alle giuste cure e una beauty routine ad hoc per donargli forza e vigore a ogni lavaggio.

Riproduzione riservata

Make up your life

Beauty cards