Capelli

Come pettinarsi per un colloquio di lavoro

Julienne Moore
13-10-2016
Alessia Sironi

I tuoi capelli devono essere puliti ma l'acconciatura né troppo austera né tantomeno eccentrica. Copia la sobrietà delle star per il tuo appuntamento

Getty Images
1/7

Quando devi andare a un colloquio di lavoro, preoccupati innanzitutto di lavare i capelli il giorno stesso o al massimo la sera prima. Niente di meglio per presentarti bene e mostrare che fai attenzione ai dettagli come l'attrice Julienne Moore. E poi i capelli sono il tuo primo biglietto da visita: il minimo è che siano puliti!

Getty Images
2/7

Se porti un bob come quello di Sienna Miller, medio-corto, opta per un movimento ondulato che puoi ricreare con una piastra oppure un ferro, semplicemente arrotolandoli su se stessi. La riga puoi decidere di 'indossarla' al centro o lateralmente, in questo modo avrai un'aria pulita e fresca pur mantenendo un look fashion.  

Getty Images
3/7

Hai i capelli di una lunghezza media oppure lunghi oltre le spalle? Scegli un morbido raccolto che non sia troppo strutturato come quello di Cate Blanchette: per fare una buona impressione è quello che ci vuole. Ti bastano alcune forcine per appuntare le ciocche dietro la nuca: non nascondere gli occhi e il viso dietro qualche ciuffo perché il tuo potenziale futuro datore di lavoro deve poter constatare la tua sicurezza e non domandarsi chi si nasconde dietro quei capelli.

Getty Images
4/7

Lo chignon è perfetto per qualsiasi situazione ed è l'ideale se preferisci presentarti al colloquio di lavoro con un raccolto più classico e tradizionale: riga in mezzo e capelli tirati e raccolti sulla nuca. Guarda che elegante il look di Winona Ryder.

Getty Images
5/7

Se hai i capelli corti, alla maschietto, come quelli della bellissima modella Stella Tennant, punta su uno stile easy ma elegante e trendy. Quando utilizzi un prodotto per lo styling, evita di utilizzarne troppo perché gel, cera, polvere texturizzante devono essere usati con parsimonia per non appesantire l’acconciatura ed evitare che i capelli sembrino unti e grassi.

Getty Images
6/7

Il semplice caschetto o bob può essere 'svecchiato' portandolo liscio, con la riga laterale e appuntato alla nuca come Naomi Watts: lascia a casa lustrini o headband  perché stai andando a un colloquio di lavoro, non a un picnic con gli amici. Il tuo interlocutore deve vedere in te una persona volenterosa che sa come adattarsi a tutte le situazioni.

Getty Images
7/7

Se il tuo lavoro (o futuro lavoro) è creativo o ti permette di sfoggiare un look più sbarazzino, perché non provi a imitare la bella attrice Kate Hudson che su un taglio lungo e scalato appunta una treccia laterale che parte dalla fronte? Il tuo viso sarà in primo piano e l'espressività dei tuoi occhi la protagonista del colloquio.

PREV
NEXT

Se stai leggendo questo articolo molto probabilmente ti stai preparando per un colloquio di lavoro: devi sapere che una delle prime cose che vengono notate dal tuo interlocutore è il modo in cui ti presenti. E i tuoi capelli. È necessario quindi innanzitutto che siano puliti: lava i capelli il giorno stesso o la sera prima e cerca un’acconciatura che lasci il viso libero perché cercare di nascondere gli occhi dietro qualche ciuffo o sfoggiare acconciature troppo austere o, al contrario, eccessivamente eccentriche non è mai un bene. La chioma sciolta così come lo chignon sono perfetti per i capelli lunghi o di media lunghezza mentre per quelli più corti evita di utilizzare troppo gel o cera che li fanno apparire unti. Infine un consiglio: niente accessori perché stai andando a un colloquio di lavoro e non a un picnic con gli amici.

Sfoglia la gallery e copia le star per il tuo colloquio di lavoro!

Riproduzione riservata